Paroxetina e malessere

Salve,
Ho 26 anni e da circa 8 sono in cura con parole tinta in seguito ad un episodio di depressione reattiva di tipo ansioso.
l tempo il mio psichiatra, di cui ho molta fiducia, mi prescrisse 20mg/Die di Eutimil. Dose che via, via ho incrementato fino a 60gr/Die e poi scalato nel corso del tempo fino a gennaio di quest'anno che ne assumevo 20mg a giorni alterni. Stavo bene, come lo sono sempre stata dall'inizio della terapia (2005). A fine gennaio però ho contratto un potente virus intestinale che oltre a debilitarmi fisicamente (complice anche una dieta sbagliata, la Dukan) mi ha atterrato di nuovo mentalmente. Di nuovo pensieri negativi, astenia, senso di estraniamento e derealizzazione. Sono subito ritornata dal mio psichiatra, il quale mi ha ripristinato la dose di 20mg/Die o 40mg/Die a seconda della risposta.
Appena reintrodotto quotidianamente la dose di 20mg/gg ho avvertito una reazione tremenda di ansia, panico e tristezza. Ho continuato x circa 5 giorni e poi sono passata a 40mg/gg. Stavo ancora peggio. Vertigini, ansia, nausea, visione offuscata, mal di testa e agitazione generale. Ho aspettato 20giorni ma i sintomi non mi passavano. Così ho pensato a qualche problematica organica (sono stata operata di idrocefalo triventricolare) e, ricoverandomi, dopo risonanze e tac mi hanno escluso ogni tipo di causa neurologica. Durante il ricovero mi hanno dimezzato la paroxetina, ritornando a 20mg/gg. Da allora, nausea, capogiri e la vista offuscata sono spariti, ma l'umore é comunque basso, con frequenti episodi di panico (accelerazione b.cardiaco, paura, ecc, ma non di notte).
Uscita dall'ospedale sono ritornata dal mio psichiatra. Egli esclude che sia stata un'intolleranza alla dose di paroxetina,perchè comunque anni fa ne avevo assunta fino a 60gr/gg. Però è anche vero che la nausea e le vertigini sono scomparse appena dimezzata la dose.
Così per mia tranquillità mi ha cambiato terapia: con 25-10mg/gg di Limbitryl + 20mg/gg di Eutimil.
Mi chiedo: è possibile che dopo anni di terapia con paroxetina, oggi non la "tolleri" più ad alti dosaggi?
Il Limbitryl poi, non ha la stessa "funzione" dell'Eutimil (reuptake della serotonina)? È probabile che mi dará gli stessi sintomi da "alto dosaggio"? Mi è infatti dispiaciuto cambiare terapia perché con l'Eutimil mi ero sempre trovata benissimo anche per piccole ricadute.
Grazie x l'attenzione.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 37,2k 898 270
Gentile utente,

Solitamente si inizia la paroxetina a dosi piccole (meno di 20 mg) per poi salire piano, appunto perché ci può essere questa iniziale intolleranza.
Non vedo quindi un motivo preciso per non utilizzarla, solo perché reintroducendola subito a 20 mg ha avuto sintomi iniziali sgradevoli.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1,1k 24 4
Gentile utente,
Lei scrive:"Il Limbitryl poi, non ha la stessa "funzione" dell'Eutimil (reuptake della serotonina)?"--- il Limbitryl è un farmaco che associa amitriptilina (antidepressivo serotoninergico) e clordiazepossido (ansiolitico) quindi è un farmaco di composizione diversa rispetto alla paroxetina;
"È probabile che mi dará gli stessi sintomi da "alto dosaggio?"--- il dosaggio massimo di Limbitryl è 75 mg, non si comprende pertanto come assumendone 25 mg possa avere effetti collaterali da alto dosaggio
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test