Storia medica e domanda su cambio SSRI

Gentili dottori,
Sono un ragazzo di 20 anni e da 4 soffro di disturbi d'ansia ed attacchi di panico. A scatenare il tutto sono stati diversi atti di bullismo che ho subito in primo superiore, nei primi mesi del 2008, che mi hanno portato ad abbandonare gli studi. Successivamente dopo 2 anni (2010) in cui non uscivo più di casa i miei genitori mi portarono da uno psichiatra che mi prescrisse 40 mg di paroxetina giornaliere e 10 gocce di xanax divise in 3 al mattino, 3 al pomeriggio e 4 prima di dormire. Nel giro di poche settimane la cura ha avuto un ottimo effetto, gli attacchi di panico cessarono così come la mia ansia spropositata, ero "rinato". Nel frattempo sospesi anche le xanax. Nel settembre del 2011 tornai a scuola (privata, per poter recuperare gli anni persi) e scalai il dosaggio della paroxetina a 20 mg, dose che prendo tutt'ora. L'anno scorso mi sono diplomato, e succesivamente ho anche preso la patente di guida, questo per farvi capire che avevo ricominciato a "vivere" una vita normale.Dallo scorso natale, a causa di una reazione allergica alle arachidi sono finito al pronto soccorso, rischiando uno shock anafilattico. Questo episodio ha fatto ricomparire in me tutte le paure e le fobie che avevo sepolto dentro di me. Parlando col mio psichiatra mi riaggiunse le xanax al trattamento (20 mg al giorno). Le mie giornate fino ad oggi sono terribili, ho paura di mangiare, sia per la paura che possa nascere un problema allergico, sia perchè ho paura che il cibo mi rimanga in gola e/o mi faccia soffocare. Ovviamente in questi mesi mangiando pochissimo sono dimagrito parecchio. Da aggiungere a tutto questo c'è la mia ipocondria: appena ho qualsiasi cosa, anche un semplice dolore o mal di testa vado subito su Google a cercare cosa possa essere. Ed ovviamente leggendo tutte le possibili malattie esistenti e sentendomele addosso la mia ansia e la mia preoccupazione aumentano sino a tramutarsi in attacchi di panico. Pochi giorni fa sono stato ad una visita neurologica e la dottoressa mi ha prescritto un cambio di terapia, passando dalla paroxetina alla sertralina(50 mg al giorno). Come ho detto prima sono un tipo molto ipocondriaco ed ovviamente ho già fatto delle ricerche, scoprendo che la paroxetina è uno degli SSRI con più problemi da sospensione, perciò sono ancora indeciso se procedere al cambio di terapia o meno.

Vi ricapitolo la mia terapia attuale:
Paroxetina (Dropaxin) -dall'estate del 2010 - 20mg la sera
Alprazolam (Xanax) -da dicembre 2013 - 20mg circa divisi in 3 parti della giornata

E di seguito le mie due domande:
1) Se decidessi di cambiare il farmaco dovrei continuare ad assumere anche la paroxetina (per ridurla) insieme alla sertralina per un mese, questo incrocio di farmaci seppur per un breve periodo non potrebbe causarmi una sindrome seretoninergica e/o altre problematiche?
2) dopo 4 anni che assumo paroxetina non rischio di subire un pesante "contraccolpo" dai sintomi legati alla sospensione?

Vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1.1k 24 4
Gentile Utente,
posto che deve esserci un errore nel dosaggio che lei scrive di Xanax (saranno 20 gocce? Oppure 2 mg?), perchè 20 mg sono un dosaggio non proponibile, lei scrive:
1) Se decidessi di cambiare il farmaco dovrei continuare ad assumere anche la paroxetina (per ridurla) insieme alla sertralina per un mese, questo incrocio di farmaci seppur per un breve periodo non potrebbe causarmi una sindrome seretoninergica e/o altre problematiche?---questo incrocio di farmaci non le darebbe verosimilmente alcun problema nè una sindrome serotoninergica (che mediamente si calcola possa manifestarsi tra 0.5 e 1 per mille.
2) dopo 4 anni che assumo paroxetina non rischio di subire un pesante "contraccolpo" dai sintomi legati alla sospensione?------No, lo scalaggio fatto lentamente la mette al riparo da questo evento, inoltre lei assumerebbe un altro serotoninergico.
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore,
La ringrazio per la sua risposta rapida,chiara e precisa.
Come da lei intuito precedentemente ho sbagliato a scrivere il dosaggio dello Xanax, sono 2 mg, non 20 mg come avevo riportato.

Cordiali saluti.