Utente 359XXX
Gentili dottori,
Ho quasi 50 anni , non fumatore, in buona salute generale, e praticamente da sempre convivo con uno stato d'ansia che non ho mai trattato se non con un ciclo di psicoterapia strategica breve che però non ha avuto esito.
Eccessiva sudorazione sia a riposo che in corso di esercizio fisico, ansia da prestazione sessuale ecc sono sintomi che mi accompagnano da molto tempo e con cui ho imparato a convivere senza prendere farmaci se non qualche proerettile.
Faccio questa premessa per permettervi di avere una vaga idea di me.
Circa 7 giorni fa ho avuto uno stress acuto di tipo familiare e da quel momento ho una forte sensazione di ansia, delle "ondate' di ansia che mi fanno stare davvero male e la pressione arteriosa che si è alzata rispetto al mio valore basale con i battiti costantemente sopra i 100.
A tutto questo si aggiunga che non dormo e sto mangiando pochissimo . Sono dimagrito di 5 kg ed ho dormito 6 ore in 7 notti.
Impossibilitato a contattare il medico di famiglia ho,ceduto al consiglio di un amico che mi ha suggerito di prendere mezza compressa di Tavor da 1mg .
Devo dire che l'effetto è stato notevole, ho da subito avvertito un miglioramento dello stato d'ansia e sono riuscito a dormire per ben 7 ore . La mattina successiva ( oggi) l'effetto ansiolitico è durato fino alle 13 per poi scemare con un ritorno alla sintomatologia sopra descritta e con i battiti cardiaci ritornati sopra i 100.
Quello che Vi chiedo è:

Per quanto tempo posso prendere questa mezza pasticca di Tavor?
So che è un farmaco che può dare assuefazione e quindi da cosa può essere sostituito? ( ovviamente previo visita specialistica)
Si può pensare ad una terapia ansiolitica permanante ed in quel caso stress acuti come dovrebero essere gestiti?
L'adrenalina in circolo diminuisce oppure il farmaco a parità di adrenalina ne fa avvertite meno gli effetti?

Grazie in anticipo del Vs interessamento.

[#1]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
12% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Il Tavor, come tutte le benzodiazepine, è in genere rapidamente efficace sull'ansia. E' però solamente un sintomatico, e l'effetto tende a ridursi nel tempo, con progressiva necessità di aumentarne la dose. Può essere utilizzato da solo nella cosiddetta "ansia situazionale" (il viaggio in aereo, l'esame, un incontro importante). Se quello che lei chiama "stress acuto" si protrae per più giorni, non c'è niente di male ad usare l'ansiolitico per il tempo strettamente necessario, usando almeno due dosi al giorno.
Se lo stress dura più a lungo, o se vi è il dubbio che dietro l'ansia ci sia un disturbo dell'umore, non possiamo fare da soli, e dobbiamo rivolgerci allo specialista.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 359XXX

Dott. Carbonetti la ringrazio per la risposta.
Io stimo in circa 30 gg il protrarsi dello stress acuto.
Le pensa che possa prendere 0,5 mg ogni sera senza conseguenze?
E poi ,dovro' scalarlo?
Da quanto capisco esistono sostitutivi del Tavor per una terapia a vita dell'ansia. Sono altrettanto efficaci?
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
12% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
0,5 mg di Tavor al giorno sono innocui. Al termine del periodo critico può scendere a 0,25 mg ( 1/4 di compressa da 1 mg) per qualche giorno ancora.
Alla domanda se esiste una terapia a vita dell'ansia preferisco non rispondere. E' una cosa che va discussa personalmente e direttamente con lo specialista.
Auguri
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-