Utente 410XXX
Buongiorno,
Scrivo per chiedere un consulto relativo a questo problema. Quattro anni fa mi è stata prescritta una cura con Entact 10 mg a causa di una fortissima ansia accompagnati da qualche sintomo depressivo. Col tempo mi sono ristabilito completamente e ho continuato sempre la cura di entact 10 mg, e seguendo un percorso psicoteraupetico. Purtroppo quest'anno l'ansia è tornata sottoforma di doc, prima a dicembre con un episodio durato circa una settimana, poi completamente risoltosi e nuovamente a metà aprile. Mi sono rivolto a un altro psichiatra, causa trasferimento, che mi ha aumentato l'escitalopram a 20mg da assumere insieme all'anafranil 10 mg. Ora da quando prendo l'anafranil, ho una sonnolenza molto forte oltre che sentirmi apatico, l'ansia si è ridotta molto ma questi effetti sono davvero molto forti. In più la notte mi sveglio frequentemente e sono molto sudato. Non è che magari l'accoppiamento di questi due farmaci risulti esagerato? questi sintomi li ebbi a suo tempo con l'entact, ma poi non li ho più avuti. Magari devo togliere l'entact e passare all'anafranil solamente?
Stamattina non ho assunto l'anafranil e al momento la forte sonnolenza non è comparsa, a parte una forte emicrania.

La ringrazio per il tempo dedicatomi

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Come mai questo tipo di indicazioni non le chiede al suo medico ? Qui non è possibile darle.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 410XXX

Buongiorno ho chiamato ma ha detto che preferisce vedermi e ci vuole purtroppo un pò di tempo. Più che altro vorrei sapere se è possibile avvertire questi sintomi in questo cambio di cura diciamo. Non vorrei ricapitare nella spiacevole situazione di anni addietro.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Certamente, specie a inizio cura (o variazione) si tratta di effetti possibili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 410XXX

La ringrazio per la gentile risposta. A suo parare come cura è corretta? sono preoccupato da dover assumere due farmaci simili di cui uno al dosaggio massimo. Grazie di nuovo

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E uno al dosaggio minimo...

Lei ha però un curante. A lui si affida, per cui una volta avuta l'indicazione perché porsi genericamente il problema dell'adeguatezza della cura ?

Associare due farmaci indicati per un disturbo, di cui uno a dosaggio pieno. Cosa ci sarebbe di strano ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 410XXX

In linea di massima nulla, solo che l'intensità degli effetti collaterali è stata terribile, nella quale ho passato due giorni letteralmente come uno zombie e con un incredibile senso di stanchezza addosso, oltre che di vuoto mentale se non emotivo che non ho mai avuto. A memoria non ricordo che una cosa del genere con l'entact non è mai successa. Pur aspettandomi qualche effetto collaterale dato la tipologia di farmaco, non mi sarei mai aspettato una cosa del genere. Senza contare le continue vampate di calore.
Non voglio mettere in dubbio l'efficacia del farmaco, ma forse non è quello adatto a me. Ora sono due giorni che non lo prendo e a parte un pò di ansia mi sento decisamente meglio e riesco ad affrontare tranquillamente la giornata.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Stiamo però parlando dei possibili effetti iniziali, di cui presumo fosse stato in generale informato, e che di fatto sono durati un paio di giorni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 410XXX

Buongiorno

Scusi se torno a scrivere. Volevo solo aggiornarla. Dopo aver interrotto l'anafranil mi sono sentito decisamente meglio. Ora sono circa 2 settimane e mezzo che assumo l'entact a 20mg. L'ansia è andata via però paradossalmente va pure peggio. Ci sono giornate in cui mi sveglio con un senso di pianto imminente, dolore agli occhi e alla testa che persistono tutto il giorno e difficoltà a dormire. Ho contattato il mio medico in Italia che mi ha detto che forse il passaggio da 10 a 20 è stato effettivamente brusco. Mi ha consigliato di resistere e al massimo di scalare a 18 mg, perchè è possibile avvertire degli effetti collaterali. il fatto è che è frustrante perchè il mio umore va anche bene, ma è questo sintomo orrendo che mi butta giù. Se scalassi a 15 gocce, so che forse mi torna l'ansia ma la preferisco di gran lunga a questa situazione, si può fare? Grazie

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non deve chiedere qui cosa assumere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 410XXX

Buonasera
Scusate se torno a disturbare. Ho solo una domanda. Premesso che ho preso appuntamento con lo specialista, non posso andare prima di metà agosto. Sentendomi meglio, dopo circa un mese a 20-18 gocce ho scalato a sedici .
I primi giorni ho avuto una sonnolenza tremenda che negli ultimi giorni è migliorata, però la mattina cè molta stanchezza e ora è comparso anche un nodo allo stomaco che provoca leggeri e rari conati.
Può essere che aver calato di soli 2mg possa provocare ciò?
Purtroppo non posso contattare lo specialista e vederlo prima di agosto. Nel mio caso conviene ristabilire il dosaggio a 18 mg?

Grazie

Non sto chiedendo cosa prendere, chiedo solo consiglio a uno specialista in quanto non ho alternativa.

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

capisco , ma la risposta al di là di un "può essere", come può tornarle utile ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 410XXX

Più che altro dottore sapere che avendo anche solo tolto 2mg e avere questi sintomi, ritornerei a questo punto a 18mg in attesa di vedere lo specialista. Purtroppo è quello con la lista di attesa più corta. Il può essere diventa utile nel momento in cui riesco a capire che è dato da uno scalare del farmaco avvenuto probabilmente in momento opportuno. So che è possibile avere questi effetti ma solo con 2 mg mi è sembrato molto strano. Tutto qui. Non ho sfiducia nella cura, anche perchè non ho mai preso la posologia massima nei 4 anni di cura, ma la minima.

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" ritornerei a questo punto a 18mg in attesa di vedere lo specialista. "


Oh, eccoci al punto, e le è stato già detto che il sito non serve per prendere decisioni come queste. Vedo che ci riprova per altra via.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 410XXX

Non è mia intenzione. Leggendo altri consulti, avete risposto ad altre persone che magari lo scalaggio è stato veloce o non corretto e quindi di rivalutare la posologia. La mia domanda è la stessa. Non sto chiedendo quale farmaco assumere, ma semplicemente se è possibile avere questi effetti collaterali in seguito a uno scalaggio minimo. Grazie ancora

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

No, lei ha chiesto un commento che in realtà non poteva andare oltre il "può essere", per poi dire che in base alla risposta prende decisioni sulla cura prima di vedere il medico.

Assolutamente no, non può trovare risposta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it