Utente 433XXX
Sono un ragazzo di 23 anni e sono circa 4 mesi che faccio controlli da vari specialisti! Tutto è partito da una tachicardia , quindi sono andato dal cardiologo che non ha riscontrato anomalie se non sporadiche extrasistoli.Il cardiologo mi consigliò di fare analisi per la tiroide, dalle quali è emersa una tiroidite di hashimoto , in cura presso l'endicrinologo. Dopo tale scoperta sono passato (per paura) alla sigaretta elettronica che uso tutt'ora a distanza di 3 mesi. Iniziai ad avvertire nausea e capogiro a 2 settimane dall'inizio del trattamento con il tiche , andai dall'otorino che non ha riscontrato anomalie e mi consigliò un consulto presso un neurologo per una sospetta emicrania vestibolare perché da bambino ebbi episodi di vertigini risolti con delle manovre. Nel frattempo feci una RM encefalo ed RM collo per paura di qualcosa di grave e perché siccome ho un'ernia lombare l5s1, pensavo che il mal di testa fosse causato da una scorretta postura, esito delle Rm: negative tranne che per un'ipertrofia adenoidea con una piccola cisti non calcolata minimamente dall'otorino.Il neurologo mi prescrive un diverso integratore di magnesio e flunagen, quest'ultimo sospeso dopo 2 settimane per attacchi di panico. Sono andato dal dentista per capire se il mal di testa fosse dovuto ad una cattiva occlusione e anche perché ho sempre alitosi e gengive arrossate e sanguinanti e mi ha dato del dentifricio per le gengive, sconsigliandomi l'uso di un apparecchio notturno per la cattiva occlusione. In seguito al consulto con il mio psichiatria, che mi ha prescritto tavor 1mg mezza compressa la sera e mezza la mattina, ho ripetuto le analisi per la tiroide dalle quali è emersa una dose eccessiva di ormone sostitutivo, tale dose è stata già corretta dall'endicrinologo da un paio di settimane. Nel frattempo ho continuato a fare analisi: vitamina D bassa, celiachia assente , ferritina normale ed anche un'ecografia collo 29/12, siccome ho dolore alla sx del pomo di adamo che non va via nemmeno con antinfiammatori; da quest'ultima ecografia, fatta per paura di avere qualcosa ai linfonodi, è emerso quello che già sapevo ovvero una tiroide ingrassata da infiammazione. Data la comparsa di puntini bianche sulle tonsille stamattina ho fatto le analisi per la mononucleosi, più un tampone faringeo. Finalmente arrivo alla domanda: quanti di questi sintomi che ancora oggi provo, ovvero dolori al collo come da pressione tra mandibola e pomo d'adamo, dolori alla deglutizione, alle spalle, tachicardia soprattutto di sera, dolori e irritazioni alla bocca, dolore sotto le coste, sonnolenza diurna, nausea che termina dopo aver mangiato, capogiro , ansia e panico, sono da imputare alla mia psiche e quali vanno ancora indagati in ambito clinico?? Ho paura sempre che abbia qualcosa di grave e tutti questi sintomi mi hanno stravolto la vita serena che avevo fino a 5 mesi fa. Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Questi esami chi li decide ? Li chiede Lei, o li decide il medico a seguito della visita ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Il cardiologo inizialmente mi consigliò le analisi per la tiroide, l'endocrinologo mi fece un' ecografia alla tiroide e mi prescrisse le analisi per la ferritina e la vitamina D, il neurologo mi consigliò di fare le analisi per la celiachia, lo psichiatra in data 14/12 mi disse di ripetere le analisi della tiroide perchè secondo il suo parere alcuni sintomi che manifesto sono portati dalla tiroide (infatti da tsh 13 di settembre sono passato a tsh 0,18 con analisi del 16/12) e poi mi ha dato tavor 1mg metà compressa la sera e metà la mattina per gestire ansia e attacchi di panico, le RM al cranio e al collo le ho fatte di mia volontà così come l'ecografia del 29/12, l'emocromo e l'indagine per la mononucleosi fatte in mattinata me le ha consigliate un medico in famiglia. Gli esiti dell'emocromo e delle transaminasi sono negativi, per gli esiti della mononucleosi devo aspettare giovedì.
Grazie per la celere risposta e la sua disponibilità

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Aveva quindi un TSH aumentato (non è sufficiente in realtà per definire la funzionalità tiroidea, bisogna vedere gli ormoni tiroidei), corretto con l'ormone (presumo che quindi siano stati dosati anche i livelli di ormone).
Dopo di che idem, che il tsh fosse basso ci sta con la presenza dell'ormone esterno, ma non è detto che solo per questo la funzione sia insufficiente

Gli esami autogestiti e autoprescritti invece non hanno senso, e creano problemi di interpretazione.

Il suo psichiatra la sta seguendo invece per che cosa, e con che cura ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 433XXX

Allora per essere più precisi le scrivo i dati della documentazione in mio possesso e gli eventi in ordine cronologico, analisi del 19/09/2016

TSH 13,7 range normalità 0,40-4,00
FT3 2,86 range normalità 2,00-4,40
FT4 8,8 range normalità 8,9-17.00
TIREOGLOBULINA (HTG) 12,1 range normalità 0,2-70,0
ANTI-TIREOGLOBULINE 58,0 range normalità fino a 100
ANTI-TPO 53,4 range normalità fino a 16,0

Con queste analisi mi reco dall'endocrinologo che mi prescrive tiche 125 microgrammi al giorno, in data 14/12/2016 mi reco dallo psichiatra descrivendo i sintomi citati sopra, il quale mi invita a ripetere le analisi della tiroide perchè secondo il suo parere i sintomi che avverto sono legati sia ad una condizione di ansia che fa da background, con episodi di attacchi di panico e sia dalla tiroidite, quindi mi prescrive una terapia che definisce "poco invasiva" con tavor 1mg orosolubile , 1 compressa la sera e 1 compressa al bisogno (quando avverto l'attacco di panico) e ha detto di risentirci dopo le vacanze natalizie. Attacchi di panico in questi 20 giorni con tavor ne ho avuti 3, mentre prima ne avevo anche 2 nell'arco della stessa giornata! La condizione di malessere generale, purtroppo, continua a sussistere, con episodi di nausea e tachicardia e dolori al collo e in generale paura di avere altre patologie (motivo per cui, consapevole di sbagliare, mi affido al dr.google, ma è anche grazie a lui che mi ritrovo a scrivere qui, dove ci sono i veri dottori) oltre a quelle della tiroide, paura di morire etc; per questa serie di fobie sono in cura presso uno psicologo che lavora in simbiosi con il mio psichiatra. Aggiungo che in seguito al consulto con il mio psichiatra, in data 16/12 ripeto le analisi dei valori indicati dal mio endocrinologo e questi sono i risultati:
TSH 0,18
FT3 3,58
FT4 16,3
FERRITINA 227 range 30-400
VITAMINA D (25-OH) TOTALE 11 insufficienza per valori compresi tra 10 e 30

Dopo tali risultati, l'endocrinologo abbassa la dose del tiche, portandolo a 100 microgrammi solo il sabato e la domenica, 125 i restanti giorni.
Ancora non mi sento bene e mi sembra un paradosso dato che ho fatto tutti questi controlli per altro negativi e ho 23 anni, questa condizione di malessere fisico è una somatizzazione della mia ansia?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi si trattava di un aggiustamento dell'equilibrio tiroideo, ma con ormoni nella norma.

Se ci sono sintomi di ansia critica, attacchi di panico, non si può dire che ci sia una corrispondenza con un eccesso di ormone, se mai in partenza oltretutto era ridotto.

Varrebbe quindi la pena di definire la diagnosi psichiatrica e iniziare una cura, anziché un ansiolitico d'emergenza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it