Utente 421XXX
Salve a causa di un disturbo di ansia generalizzato e di panico il mio medico di base mi ha prescritto escitalopram 10 mg,sul web leggo che fa sia ingrassare che puo portare a insonnia...quali sono i concreti effetti collaterali di questo farmaco? C e forse di meglio per trattare questo distubro? Il mio medico è un medico di base e anche dentista,mi posso fidare della sua scelta?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
L'escitalopram è indicato sia per il Disturbo da Ansia Generalizzata che per il Disturbo da Attacchi di Panico.
Tanto l'insonnia che l'aumento di peso sono eventi non frequenti. Tenga comunque conto che, in molti casi, l'aumento di peso non è dovuto direttamente al farmaco, ma ad una modificazione del metabolismo e dell'assetto neuro-vegetativo che spesso si verificano quando si ottiene il miglioramento dell'ansia. In questo caso occorre ridurre l'apporto calorico.
Se non ha troppa fiducia nel suo medico di base può consultare uno specialista, non c'è nulla di male...
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 421XXX

Grazie mille...dal suo punto di vista di psichiatra per l'appunto reputa questa terapia idonea quindi ad un disturbo di ansia generalizzato? Ho anche letto di "appiattimento delle emozioni", di tutto di piu...nel frattempo che mi informo su un bravo specialista della mia zona (provincia teramo) gradirei quanti piu pareri in merito. Quale trattamento di prima scelta utilizzate per un classico disturbo di ansia generalizzata e occasionali crisi di panico con evitamento eccetera eccetera? grazie mille per la disponibilità

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
S'ì, l'escitalopram può essere idoneo per il GAD (Disturbo da Ansia Generalizzata).
L' appiattimento emozionale può manifestarsi dopo un certo tempo di terapia con gli SSRI, per una riduzione dell'attività dopaminergica. Però non bisogna confondere questo effetto collaterale da un effetto primario-curativo di questi farmaci, che è il distanziamento (non appiattimento) emotivo per le situazioni tensiogene o sgradevoli.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#4] dopo  
Utente 421XXX

Scusi non ho capito,quindi quello che viene chiamato appiattimento emotivo sarebbe in realtà un fraintendimento della azione curativa? Ovvero il distacco dalle emozioni ansiose? Ad un dosaggio di 10 mg c e meno rischio di andare incontro a spiacevoli effetti collaterali? Il mio medico mi ha spiegato molto poco...ho ancora la scatola intatta perché vorrei capire bene quali sono i rischi prima di addentrarmi in una cura che va intrapresa per mesi...la mia paura é che distorca il mio modo di percepirmi e di percepire la realtà nel totale,e non solo sul piano della percezione dell ansia e della paura. Ci sono farmaci piu recenti anche del 2016 ho letto , lei che farmaco utilizza come prima scelta per i disturbi fobici ansiosi? Gentilissimo nel rispondermi

[#5] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Tutti i farmaci possono dare effetti collaterali. Anche l'aspirina. Lei deve chiedere a se stesso se vuole curarsi con la possibilità di avere effetti collaterali, o se preferisce non curarsi.
Se lei ha timore dell'appiattimento emozionale tenga conto che questo può verificarsi (e non sempre accade) solo dopo molti mesi di terapia.
Tenga comunque conto che il farmaco che le è stato prescritto è tra i è i più utilizzati al mondo.
Esistono farmaci più recenti, ma non per questo sono migliori.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#6] dopo  
Utente 421XXX

Io voglio curarmi certamente,ma ecco, non vorrei che risolto un problema ne vengono fuori altri mille. In caso gli effetti collaterali si presentino sono reversibili nel momento in cui si stoppa l assunzione?