Ansia malessere e antidepressivi

Salve sono un ragazzo di 36 anni che questa estate in seguito ad un evento stressante ho iniziato ad accusare sintomi quali capogiri, dispepsia, tachicardie e dispnee la notte con dimagrimento di circa 10kg in due mesi, dopo vari consulti qui e visite che non hanno rilevato alcunché di anomalo ho intrapreso un percorso di psicoterapia senza farmaci con una psicologa/psicoterapeuta che però nn sta dando i frutti sperati: anche se i sintomi si sono alleviati continuo ad essere disturbato da eccessiva stanchezza che anche sul lavoro mi sta creando notevoli disagi dato che lavoro in un contesto stressante già di suo ma che ero sempre riuscito a gestire mentre adesso mi sta un po' sopraffando tanto che recentemente ho preso un periodo di malattia. La psicoterapeuta e anche la dottoressa psichiatra che avevo precedentemente incontrato volevano farmi partire subito con lo Zoloft ma io impaurito e sfiduciato dai sintomi che mi porto dietro da mesi ho deciso di nn assumere. Penso proprio che adesso sia il passo giusto da fare, chiedero alla psicologa di farmi partire con l'antidepressivo che lei sostiene sia la cura specifica per i disturbi ansiosi che ho... Ho un po' paura degli effetti collaterali iniziali del farmaco visto che mi ha detto che potrebbe nei primi giorni ampliare i disturbi ansiosi... Affiancato all'antidepressivo mi avevano consigliato 3mg di Tavor. Cosa mi consigliate? grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Non potrà chiedere alla psicologa di iniziare la terapia in quanto non è un medico.

La prescrizione potrà essere fatta solo da un medico.

In ogni caso dopo tanti mesi è opportuna una valutazione rinnovata per poter stabilire il tipo di terapia da intraprendere.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto