Utente 486XXX
Salve dottori, mi presento. Sono un ragazzo di 21 anni , ipocondriaco, figlio di due vostri colleghi dottori, e che non riesce più a vivere in modo tranquillo. Scrivo qui per chiedere: è un anno che ho paura della leucemia e per questo ho fatto miliardi di analisi penso almeno 6/7 all’anno, fino ad arrivare a questo mese che ne ho fatte ben 3. La prima del tutto normale, dopo due settimana poiché mi sono venuti a sbattere con la macchina un’altra (in cui risultava linfociti in % 16.5 mentre la media è tra 20-40% e il resto tutto nella norma) e poi dopo una settimana terrorizzato da questo parametro di nuovo analisi dove tutto era nella norma compresi i linfociti in % che erano tornati al 30% ——-> i linfociti valori assoluti, leucociti, piastrine, globuli rossi a tutti e 3 nella norma. Tutto ciò per dire che è più di un mese che ho sanguinamento gengivale anche spontaneo (dura circa un secondo) da due gengive nell’arcata superiore e da una settimana ho tosse con raffreddore e 3 volte soffiando il naso ho notato una macchia rossa. I miei dicono che assolutamente non è leucemia che ha dei sintomi ben diversi e che le analisi non sarebbero state cosi “perfette” , che il sangue da gengive sicuramente è dato da gengivite (lavandomi i denti una volta ogni 3 giorni) e la goccia di sangue dall’infiammazione della mucosa. Sono arrivati persino a dire che l’importante è il valore assoluto non il % che è solo una percentuale di quanti linfociti ecc sono stati trovati in quella provetta di sangue.ma io non mi fido e vorrei avere un consulto Esterno. Vorrei fare di nuovo analisi ma non me lo permettono. In tutto ciò prendo abilify 5mg al di, e citalopram 10 gcc al di. Aspettando un vostro consulto distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Se lei non si fida dei suoi genitori medici che escludono la leucemia, il consulto dovrebbe chiederlo alla sezione di Ematologia.
Visto però che l'ha postato in Psichiatria, evidentemente anche lei si rende conto che il suo è un problema mentale. Del resto sta eseguendo una terapia con farmaci psicotropi.
Se lei sa che il problema è mentale la smetta di rovinarsi la vita facendo continuamente analisi.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 486XXX

Lei ha ragione. Io SPERO con tutto me stesso, che ciò sia tutta un’invenzione della mia mente. Ma ad oggi mi chiedo... forse i miei genitori non sono obiettivi perché volendomi troppo bene hanno gli occhi tappati.
Ho chiesto anche ad una biologa del centro analisi e mi ha detto “le sue analisi sfiorano la perfezione” ——> ma come ? Linfociti bassi in % e sfioriamo la perfezione?
La mamma di una mia amica mi dice Che non è nulla e cosi mio fratello e la ragazza studenti di medicina al 6 anno.
Io ho solo paura che facendo a lupo a lupo da anni, comunque nessuno più mi prenda sul Serio.
È vero che è un anno che dico di avere la Leucemia, ma questa volta sono troppi i senti a suo favore, e non so cosa fare. Appunto scrivo a lei, anche se in reparto di psichiatria, per avere un consiglio come se fossi suo figlio.
La ringrazio di cuore e distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Mi dispiace che lei stia così soffrendo. Lo so che le parole in questi casi servono a poco. Non può star dietro a piccole alterazioni dei valori delle sue analisi. Non è possibile che vengano sempre uguali, e la perfezione in materia di medicina e biologia non esiste. Stia tranquillo, non è malato di leucemia, assolutamente.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-