Utente 483XXX
Salve volevo porre la mia domanda mi sono sempre curato con antidepressivi con risultati molto modesti tanto che alcuni medici hanno pensato che soffrissi di bipolarismo ma ho provato anche la cura che si dà ai bipolari cioè con antipsicotici e stabilizzatori ma ne sono stato peggio così tra le due diagnosi da una parte disturbo misto dell umore e dall altro depressione cronica e disturbo d ansia generalizzato ho scelto di curarmi per quest ultima. Ultimamente la mia psichiatra del centro salute mentale della mia zona mi ha prescritto la Fluvoxamina e ne ho presa 25mg per 6 giorni e 50mg per 12 giorni ma l ansia è andata peggiorando la sento molto forte non ho somatizzazioni ma sento ansia mista un po’ a depressione un bruttò miscuglio. Essendo qualche mese fa presi la Sertralina e già nei primi 10 giorni L ansia era molto calata mi chiedevo se la Fluvoxamina fosse equiparabile oppure no per i disturbi d ansia alla Sertralina. Perche è una situazione molto difficile da sopportare e sto pensando di contattare la mia psichiatra per tornare alla Sertralina. Un po’ mi dispiacerebbe perché la Fluvoxamina non mi dava nessun problema sessuale cosa che mi avevano dato tutti gli altri. So che 18 giorni sono pochi ma leggendo su internet l ansia dovrebbe essere già calata nei primi 20 giorni mentre qui vado peggiorando. Solo la corsa che pratico al pomeriggio riesce a darmi un po’ di sollievo. Se potete darmi qualche consiglio grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Una terapia corretta discende da una diagnosi corretta. Non mi sembra che sia il suo caso. Da quello che capisco la diagnosi è incerta. Forse dovrebbe sentire altri pareri.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Grazie della risposta. Io è da quando avevo 15 anni ora ne ho 31 che mi curo per depressione con scarsi risultati prima, ora da 3 anni sto vivendo un inferno i farmaci fanno poco veramente poco, intendo gli antidepressivi. Oltre a farmi poco a volte sembra mi peggiorino sotto alcuni aspetti. Così è nato il giro dei dottori ne ho passati 5 o più nel giro di mesi. Già negli anni passati ne avevo cambiati diversi. Sta di fatto che è emersa questa nuova diagnosi "disturbo misto dell'umore" ho scritto anche un consulto dove un vostro collega mi ha risposto molto cortesemente. Io ho provato a curarmi in base a questa diagnosi ma non ho avuto miglioramenti o forse sotto alcuni aspetti. Comunque ero curato come un bipolare e senza antidepressivo. Proprio qui nasce il mio problema senza antidepressivo sento una sofferenza estrema. Faccio fatica a esprimerlo scrivendo l'antidepressivo lo voglio ma quando lo prendo poi vorrei cambiarlo o non capisco perché mi faccia questo effetto. Nella diagnosi di disturbo misto non mi sono nemmeno visto molto nel senso che non percepisco oscillazioni dell'umore importanti, se ce le ho sono nella stessa giornata e ho un'ansia mostruosa che però non somatizzo e tengo tutta dentro diventando una specie di sensazione depressione mista ad ansia come se fossero una sensazione unica. Ora mi ritrovo nel dubbio su quale strada scegliere se provare a curarmi con chi mi ha diagnosticato questo disturbo oppure con chi mi ha diagnosticato una depressione normale chiaramente resistente ai farmaci e quindi posso aspettarmi solo scarsi risultati però meglio che niente. Grazie per l'attenzione e mi scuso se ho aperto un altro consulto ma mi considero un caso disperato e non ci capisco più nulla, un parere da qualche altro medico mi farebbe piacere intendo online. Devo decidere se farlo fisicamente anche perchè mi sono stancato di girare di qua e di la forse poi anche per colpa mia non mi fido delle diagnosi che non apportano un sollievo in tempi brevi

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Vede, la caratteristica del Disturbo Misto non è tanto l'oscillazione quanto la compresenza, nello stesso momento, di elementi depressivi e di elementi contropolari.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Quindi già la compresenza di depressione e ansia insieme darebbero forma a questo disturbo?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Non tanto l'ansia, quanto l' agitazione (eccitamento motorio), i pensieri che non si fermano, l'irritabilità.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-