Utente 490XXX
uonasera sono un ragazzo di 19 anni,sono sempre stato sano e soddisfatto dalla vita ma ormai da un anno e mezzo sono in uno stato depressivo:tutto comincia l'autunno 2016,quello che era preceduto era stato un periodo fantastico tuttavia poi cominciarono tutta una serie di pensieri negativi legati principalmente all'esistenza di dio, il senso Delle cose ma comunque in uno stato di profonda tristezza .In questo stato di malessere psicologico con problemi fisici di intestino irritabile e ernia iatale con conseguente reflusso e acidità arrivo fino all'estate senza altri problemi fisici ,un periodo migliore per la psiche ma non per il fisico,iniziano infatti dolori articolari in tutto il corpo e rigidità molto accentuata .sono andato dal mio medico di famiglia e gli raccontato tutto,lui si preoccupa più dell'acidità gastrica e dell'intestino irritabile che del mio stato psicologico passandolo come crisi adolescenziale normale.Dopo una gastroscopia completa si nota la presenza di un' ernia iatale è una forte gastrite e mi sono stati prescritti inibitori di pompa(fino a quel momento prendevo gaviscon o ranitidina).il peggio non era tanto la gastrite ma il dolore articolare che peggiorava andando in palestra che era una Delle mie più grandi gioie infatti qui avevo molti amici . Di conseguenza mollai la palestra e cominciai a correre per muovermi un poco.dopo l' estate lo stato che definisco depressivo è peggiorato e alla tristezza ora si era aggiunto un forte senso di irrealtà a tutta la vita oltre alla persistenza Delle domande sulle questioni ultime. arriva Natale e qui comincio ad avere forti sbalzi di umore mai avuti così forti ho cominciato ad avere crisi di pianto,rabbia fortissima e peggio di tutto un senso di vuoto devastante .ho cominciato quindi un percorso con una psicologa ma che non è riuscita a capire il mio problema,continuo ad andarci e a spiegarle la situazione ma non vedo grandi passi in avanti anche perché si concentra troppo sul mio passato e non sulla salute ma questo è un mio pensiero.a gennaio di quest'anno comincio anche a sentirmi molto stanco anche se dormivo 9 ore infatti da 5 mesi non riesco ad avere un sonno ristoratore:mi sveglio più volte e di mattina quando mi alzo mi sento le gambe pesantissime come se avessi corso la maratona.il medico mi ha fatto fare esami per fattore reumatoide e altri kndici del sangue per malattie reumatiche.tali test risultamo negativi ma io ho voluto fare anche quelli del sangue si notano piastrine e monociti leggermente bassi .il medico mi ha detto di non preoccuparmi ma oggi quindi ho un sonno pessimo articolazioni doloranti e tensione muscolare continua morale a terra né il mio medico né la psicologa sembrano capirmi,le emozioni sono fuori controllo sono perennemente stanco è arrabbiato della mia situazione
inutile autocommiserarsi a questo punto ora pensavo di andare da un psichiatra in modo da avere un parere diverso e magari qualche farmaco per dormire o antidepressivo cosa pensate?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Sarebbe utile che si rivolga ad uno specialista in psichiatria.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it