Utente 344XXX
Salve. Vi scrivo perché volevo descrivervi i miei sintomi negli ultimi 7 mesi
Praticamente a settembre ebbi un episodio di panico e collegato prima mi ero affogato quasi con un boccone di cibo. Ho avuto panico per due notti di fila senza dormire e come mi sentissi in burnout. Praticamente avevo la mente come bloccata e da allora piano piano ho ripreso correttamente a deglutire bene perché non riuscivo più a farlo e ho ripreso a non avere attacchi di panico.
Ma da allora è stato un susseguirsi di sintomi strani.
All'inizio mi sentivo derealizzato e depersonalizzato cioe mi sentivo come in un sogno con difficoltà di concentrazione.
Da allora fino ad oggi ho sempre problemi di indigestione molto forte che praticamente quando mangio e torno a lavoro mi sento la pressione a terra.
La sensazione principale è come se avessi una qualche energia dentro di me che non riesco a sfogare oppure di stress accumulato. Sta di fatto che mi sento pieno e mi sento, ad oggi, solamente con questi sintomi.
Indigestione
Sentirsi confusi
Sentirsi male
Avere difficoltà a concentrarsi
Sentire come un peso sugli occhi
Sentire mente bloccata
E come quando ti viene un attacco di panico ma senza il panico in sé.
Non riuscire più a pensare.

Praticamente non riesco più a farmi piacere niente e non riesco più a rilassarmi da tanto. Come fossi andato in uno stato di panico ma senza attacco di panico quindi di stress. Il mio comportamento sociale è il seguente. Permalosita non saper giocare cioè prendersela sempre sentirsi impotenti e soli.
Quando esco aumentano i sintomi di come uno stress da cui voglio liberarmi non so di cosa possa trattarsi.
Secondo voi cos'è?
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
In 7 mesi presumo sia stato visitato da qualcuno, anche perché se gli episodi sono definiti attacchi di panico, deriverà forse da una diagnosi almeno sull'episodio.
Al momento sembra essersi innescato un meccanismo per cui però tende a pensare che il panico derivi dai sintomi, anziché i sintomi derivare dal panico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it