Utente cancellato
Gentilissimi medici , mi trovo a scrivere di nuovo perché il periodo che sto passando è certamente difficile. Sette mesi fa in seguito ad un trauma ho avuto una forte impennata di stati ansiosi e forti attacchi di panico. Avevo in passato fatto già una cura con Paroxetina, cura smessa circa due anni fa dopo sette anni di assunzione in cui ero stato bene.
Stavolta però la Paroxetina non sono riuscito ad introdurla, alla nona decima goccia, anche se incrementate lentamente avevo forti malori.il mio psichiatra allora ha sentenziato che era inutile provare con antidepressivi perché vista la mia ipocondria qualsiasi cosa mi avrebbe fatto male. Su consiglio suo, sono andato avanti con tavor, da 1 mg la mattina appena sveglio e 1 la sera, poi dopo un po’ 1 mg la mattina e 0,50 la sera. Visto che gli attacchi di panico non tornavano più perlomeno così forti ho cominciato a ridurre ed ora sto a 0,75 di mattina, 15 gocce. La cura di tavor è durata 6 mesi. Ma dopo un periodo di miglioramento sono dieci giorni che la mia vita si è fatta dura, una forte debolezza alle gambe accompagnata da dolori, meno la mattina, più la sera , niente mentre dormo, spesso mal di testa, bruciori pelle del viso, sintomi abbastanza invalidanti. Mi sono spaventato molto , pensando a malattie come SM ( mia moglie ha questa patologia e siamo scottati) o la SLA . Lompsichiatra interpellato ieri l’altro mi ha detto che secondo lui sono dolori ed astenia dovuto ad ansia, ma io sono scettico farò visita neurologica. Mi ha detto anche di continuare a scendere velocemente con il Tavor , alla mia domanda se potevo aiutarmi a toglierlo con altro medicinale mi ha detto no. Forse solo un antidepressivo, ma viste la mia forte ipocondria, paura e atteggiamenti ossessivi compulsivi non se la sente di cominciare la cura. Mi ha detto che la mia mente non riesce più a innescare attacchi dinpanico e allora crea altri sintomi come dolori e fiacca estrema alle gambe. Vi chiedo gentili Medici, ma non potrebbe essere una patologia grave o anche una crisi di astinenza da Tavor visto che sono 6 mesi che lo assumevo anche se non a dosi elevatissime. Poi vorrei un parere, sono disposto a sopportare,,a soffrire, ma sia nel caso fosse ansia fortissima, sia astinenza da Tavor, questi sintomi anche se forti possono danneggiarmi il fisico o la mente ? Possono essere pericolosi? Possono far morire? Alcuni momenti mi sento veramente male. Farò comunque una visita neurologica in settimana perché ho veramente paura. Ho 57 anni sempre fatto sport alto 1,82 per 81 kg. Sarei molto grato se qualcuno volesse darmi qualche consiglio. Sono molto avvilito. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Non sarebbe meglio sentire il parere di un altro psichiatra?

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
197220

dal 2018
Cortese Dott. Ruggiero, Infatti volevo un vostro parere. E anche se possibile qualche rassicurazione sulla nocività di questi sintomi.
Grazie

[#3] dopo  
197220

dal 2018
Ok , prendo atto che probabilmente la mia domanda non è meritevole di risposte e quindi tolgo il disturbo da questo portale assolutamente inutile.
Cordiali saluti