Utente 193XXX
Buongiorno, mia madre da molti anni soffre di disturbo bipolare di tipo I, dopo un ricovero avvenuto nel 2008 per grave psicosi e dopo un successivo periodo complicato è riuscita a riprendersi totalmente e a condurre una vita normalissima (ormai da anni)con una terapia di 10mg di Abilify, qualche mese fa però è subentrato il problema dell’ipertensione e il medico di base ha prescritto Zopranol 30mg. Il farmaco regola perfettamente la pressione ma lei ha cominciato a non avere più un equilibrio dell’umore, diciamo che è in una fase di umore alto e molto irritabile. Ora la mia domanda è questa: il farmaco per l’ipertensione prescritto può in qualche modo interferire con Abilify facendo perdere efficacia?Cerchero’ di contattare al più presto i medici che la seguono ma purtroppo in questo momento sia lo psichiatra che il medico di base sono in ferie. Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Salve..un consulto online non può sostituire la visita di controllo.
In generale zopranol (anti-ipertensivo ace inibitore ) può dare come effetti indesiderati, anche se raramente, alterazioni dell'umore e confusione.
L'aripiprazolo in generale è sconsigliabile in caso di ipertensione e altre malattie cardiovascolari...
Poi se sua madre ha un disturbo bipolare I ci sono altri strumenti a disposizione ..
Il consiglio è dunque di approfondire la diagnosi con specialista psichiatra e con cardiologo..e coinvolgerli affinché collaborino nelle scelte terapeutiche più opportune.
Cordiali saluti
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 193XXX

La ringrazio per la risposta, ho letto i bugiardini dei due farmaci e ho visto che Abilify può causare ipertensione, può quindi essere questo farmaco che dopo 10 anni di assunzione può avere causato ipertensione? Sono un po’ preoccupata perché si è rivelato un ottimo farmaco e ha permesso a mia madre una vita normale per molti anni ... cambiare terapia significherebbe provare nuovi farmaci sperando nell’efficacia che non è sempre scontata

[#3] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Svariati sono i tipi d'ipertensione arteriosa
L'ipertensione essenziale (o primaria) è tra le più frequenti .
Poi ci sono le ipertensione secondarie.
È poco probabile che un singolo farmaco possa da solo essere causa di ipertensione...più spesso è una concausa assieme ad altri fattori: familiarità per ipertensione, diabete, sovrappeso, sedentarietà, problemi tiroidei, sale, fumo ecc ., ecc....
Quindi il consiglio che le posso dare è di rivolgersi a un medico specialista in cardiologia o medicina interna per inquadrare la situazione facendo le opportune indagini strumentali e di laboratorio.
E mettere in contatto tra loro psichiatra che cardiologo/internista ....Perché collaborino per il bene comune di sua madre.
Come le scrissi nel precedente consulto.
Ricordando che il disturbo bipolare I per sua caratteristica è mutevole nel tempo anche dopo anni di relativo benessere ...Per cui va sempre monitorato...
E monitorata va anche la pressione arteriosa .
Grazie per la valutazione positiva
Buona giornata
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta