Utente 429XXX
Buongiorno , per ansia generalizzata mi era stata prescritta la seguente cura
Cipralex , 10 mg poi portati a 15 mg dopo un mese e mezzo per assenza di risultati
Zolpidem 10 mg , tutte le sere .
La cura con Cipralex non ha dato effetti positivi , in 3 mesi di assunzione ho notato piu' effetti avversi che positivi , anche lo Zolpidem , assunto continuativamente per 3 mesi al dosaggio di 10 mg mi faceva si addormentare velocemente ma poi mi svegliavo alle 2 o alle 4 del mattina senza piu' riuscire a prendere sonno .
Sfinito dall assenza di sonno ho chiesto un cambio di cura , dato il fallimento con il Cipralex e prima con altri anti depressivi mi è stato prescritto il Lyrica 75 mg 2 volte al giorno e per dormire il rivotril , 10 gocce al bisogno .
Mentre la cessazione del _Cipralex è stata graduale quella dello Zolpiderm è avvenuta di botto
Sono passate circa due settimane dall assunzione delle nuova cura , il Lyrica funziona , l ansia è sparita ma di notte le cose non vanno altrettanto bene , se non prendo il rivotril non riesco a dormire , con il rivotril mi addormento ma poi mi risveglio di continuo a mezzanotte, alle 2 , alle 4 .
In pratica è un sonno tutt altro che ristoratore , di giorno sono mezzo addormentato .
Mi chiedo , l aver cessato di botto l assunzione del -Zolpiderm assunto per 3 mesi di fila al massimo dosaggio potrebbe centrare qualcosa con la mia attuale insonnia ?
Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il sonno fa parte dell'insieme dei sintomi per cui lyrica è indicato, ma non è un sonnifero. Il funzionamento avviene quindi in ritardo e ad una certa dose, ma non per un'assunzione serale, necessariamente.
La sospensione brusca dello zolpidem produce un'astinenza che ha una scia, anche oltre l'insonnia iniziale, ma lo zolpidem, se assunto a lungo prima, non stava producendo nessun sonno, era neutro.

Il medico può decidere di aggiungere qualcosa per farla "spegnere" la sera, inducendo qualcosa che non è sempre assimilabile al sonno fisiologico, ma non necessariamente è richiesta una cura "la sera, per il sonno".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 429XXX

La Ringrazio Dottor Pacini , il fatto è che lo Zolpidem gli effetti li ha prodotti anche al 3 mese di assunzione , provocava un rapido sonno dopo 10-20 minuti dall assunzione anche se dopo qualche ora , 4-5 mi risvegliavo .
In pratica anche dopo la lunga assunzione gli effetti li produceva , ecco perche' temo che averlo bruscamente interrotto mi stia dando problemi al livello di sonno ( dipendenza ? )

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, dopo tre mesi questa azione non sussiste più, semplicemente si instaura un'astinenza da zolpidem, che è la ragione per cui si sveglia dopo poche ore. Il sonno invece inizia perché dorme come normalmente accade, lo zolpidem dopo un po' non è più in grado di indurlo. Se il sonno torna normale, è per la terapia antidepressiva iniziata magari un mese prima, che funziona e lo rimette a posto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 429XXX

La ringrazio e mi permetto un ultima domanda , gli effetti da astinenza da cessazione dell uso di Zolpidem dopo quanti giorni / settimane spariscono in genere ?
Ho cessato di usarlo da 2 settimane circa , è possibile che produca qualche sintomo da astinenza oppure dopo 2 settimane l organismo lo ha dimenticato ?
Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si è possibile, lo strascico è un po' più lungo di quel che teoricamente è calcolato, perché di mezzo c'è poi l'insonnia di partenza che ricompare, quindi non è mai "solo" l'astinenza se uno lo assumeva per un problema che è ancora irrisolto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 429XXX

Grazie mille , le auguro un buon week end