Utente 699XXX
Mia suocera ha 90 anni e da circa 1 anno è preda di allucinazioni ed e convinta di vedere nella sua casa i genitori e le amiche di infanzia che invece sono morti da molti anni, E' seguita da una geriatra che tra le altre cose le ha prescritto il cipralex per curare l'ansia e che ora, visto che queste allucinazioni sono addirittura aqumentate, le vorrebbe prescrivere degli antipsicotici. E' normale che una persona di 90 anni abbia questi disturbi oppure possono essere dovuti all'assunzione del cipralex che come effetti collaterali annovera anche le allucinazioni? Secondo lei comunque dovrebbe continuare ad essere seguita da una geriatra oppure sarebbe meglio uno psichiatra per curare le allucinazioni? Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Le allucinazioni sono un sintomo, del quale occorre ricercare la causa, o le cause. Di solito le allucinazioni visive hanno una causa organica: un deterioramento cognitivo, data l'età, un'alterazione circolatoria, uno squilibrio elettrolitico, come pure l'effetto collaterale di farmaci (e gli anziani di solito ne assumono molti), o di alterazioni metaboliche. Gli antipsicotici a basse dosi sono ben tollerati nell'anziano, molto più delle benzodiazepine. Una consulenza psichiatrica può essere utile per valutare le condizioni mentali, sempre che non ci sia già una diagnosi di deterioramento o demenza che spieghi il quadro clinico.
Franca Scapellato