Utente 494XXX
Buon Giorno ho 33 anni
nel febbraio 2017 ho cominciato il mio percorso con gli psicofarmaci a causa di una depressione di stampo ipocondriaco ho assunto efexor ,olanzapina,en, carbolitium a vari dosaggi in base a come mi aggiustavano la terapia gli psichiatri .
Ad Ottobre a seguito di un ricovero ospedaliero in SPDC la terapia è stata ridefinita in olanzapina 5mg carbolitium 300 X 3, Anafranil 75 mg x 2 poi ho cominciato un percorso di psicoterapia che mi ha fatto stare meglio. di testa mia (sbagliando) visto che ero aumentato di peso e vista la mia diffidenza verso i farmaci ho deciso di scalare i farmaci (l'ho fatto abbastanza velocemente...verso Marzo 2018 non assumevo più nulla ...lo scalaggio è cominciato circa un mese prima . emotivamente sono stato bene per circa 20/30 giorni ma a livello fisico dopo 15 giorni circa dalla dismissione dei farmaci ho avuto un attacco di colite che mi ha fatto rientrare nel vortice ipocondriaco e ho perso di botto 4 kg.
dopo vari esami effettuati anche invasivi sembra che io abbia il colon irritabile (dolori addominali,sporadiche scariche di diarrea, gonfiore, turbe dell'alvo etc...).
La sindrome mi è stata diagnosticata pochi giorni fa.
attualmente prendo solo olanzapina 5mg che mi aiuta a dormire, lo stato emotivo è buono ma un po preoccupato(ipocondria-credo di avere problemi più seri) sto cercando di gestire la situazione.

la mia domanda è aver sospeso i farmaci (sopratutto anafranil) potrebbe essere correlato a questi problemi intestinali che a quanto pare hanno anche origine psicosomatica?

cosa consigliereste ?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Questa cura è per un disturbo bipolare, potrà anche essere associato ad una ipocondria, ma sta di fatto che non è l'unico problema evidentemente presente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Grazie dottore della risposta ma forse non mi sono espresso bene nella domanda che non riguarda l'adeguatezza della terapia che tra l'altro non assumo più ma piuttosto

Se la sospensione di tale terapia (sopratutto anafranil) può in qualche modo aver scatenato la sindrome del Colon irritabile.

Spero di essere stato chiaro ora.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La risposta significa che al di là dell'interpretazione dei sintomi che si scatenano, il senso complessivo del malessere deve tener conto della diagnosi. Ed è stata sospesa una terapia non per il colon irritabile, ma per il disturbo bipolare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it