Utente cancellato
Buongiorno. Vorrei un consulto. Assumo fluoxetina da 1 anno e mezzo. Andando dallo psichiatra ogni 15 gg. E facendo emdr da lui.
Nell anno abbiamo visto che ci sono stati miglioramenti. Così a luglio abbiamo deciso di scendere di dosaggio. Dai 60 ai 40,poi a inizio agosto 30mg per una settimana e poi 20.dopo pochi gg che assumevo 20 mg ho iniziato a riavere ansia forte. Così nn essendoci più il mio psichiatra andato in ferie.. E andando anche io dopo un paio di gg ho chiamato il centro e mi hanno detto di tornare a dosaggio pieno. Farmi le vacanze e a settembre tornare con il solito appuntamento dallo psichiatra. Le ferie le ho fatte abbastanza bene.. Ma nonostante il tutor o del. Dosaggio pieno avevo sempre un filo di ansia. Tornato a casa il 10 settembre avverto ansia sempre più forte. Calcolando che sono stato un mese dalla mia compagna che abita in un altra regione. Ciò che mi chiedo.. E possibile che anche se ora sono a 60 mg quindi dosaggio pieno come 2 mesi fa.. Per il mio corpo non è più abbastanza? O meglio.. Il fatto di aver calato è stato male mi ha dato lo scossone... E tornando a 60 mg non è più come prima... E magari c'è bisogno di aggiungere qualcosa.. Anche solo un 20 mg.. Ovviamente chiedo allo psichiatra.
Perché è strano che dal momentoto che togli i farmaci stai male.. E non tira i più a stare bene.. Viene spontaneo pensare che i farmaci. I coprivano.. E che adesso Ve domi tolti o. o meglio scalati.. E poi riportati a dosaggio pieno..e cambiato qualcosa avendo toccato il dosaggio? Io. A fine ottobre dovrei andar a convivere a Reggio Emilia.. E in queste situazioni farei molta fatica.. Sto andando dallo psichiatra. Ma al momento sono andato una sola volta 15 gg fa. E devo andare mercoledì.. Ma è possibile che il toccare. Il dosaggio della fluoxetina è poi tornare a dosaggio pieno possa nn bastare più per coprirmi l ansia che ho dentro? Calcolando che ormai sono più di un mese a dosaggio pieno. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Le dosi sono variabili, per cui quella che risolve l'episodio è, per molto tempo, quella che mantiene l'effetto. Bisogna vedere anche quale è la diagnosi: depressione, doc, panico etc, perché alcune diagnosi rispondono a dosi maggiori.
Calando le dosi, quando si verifica una ricaduta, può darsi che per riavere l'effetto siano necessari i tempi iniziali.
Questi temi sono di 1-3 mesi.
Non è chiaro perché da un anno una terapia ogni 15 gg se sta meglio, forse per l'emdr ? Ma quando dice che in un anno " ci sono stati miglioramenti" non si capisce se è stato bene, e in 1-3 mesi, oppure se in capo a un anno ha avuto semplicemente dei miglioramenti, il che sarebbe strano (ovvero le cure si cambiano se dopo 3 mesi circa in quelle diagnosi classiche non si registrano grossi miglioramenti).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
107946

dal 2018
Ho preso fluoxetina da un anno .. E durante l anno ogni 15 gg andavo per l emdr. Nell arco di un anno complessivo ho avuto piano piano miglioramenti fino a stare abbastanza bene. La diagnosi è ansia.. E nata come dap nel 2006.poi piano piano e diventata ansia cronica.. Tutto il gg. E con la fluoxetina che mi è stata data al posto della paroxetina è con emdr ho avuto miglioramenti.. Le paure sono andate via.. Ho iniziato a guidare a far ciò che non facevo prima. Adesso da quando ho scalato e ripreso a dosaggio pieno la fluoxetina l ansia. I e tornata... E non va più via...

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La diagnosi non mi pare definita. "Ansia" non è neanche un termine sempre patologico.

I migliormenti non si verificano in un anno piano piano, in genere anche se non completi, miglioramenti significativi ci sono da subito (1-3 mesi), per poi magari progredire.

Certo, se scalando ricompaiono, la logica vuole che si tratti di una ricaduta legata alla avvenuta riduzione.

Però sarebbe il caso di definire meglio la diagnosi, anche per avere prognosi e dosaggi di riferimento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
107946

dal 2018
Io parlo di ansia. Perché in realtà una diagnosi mi è stata fatta 12 anni fa che era di attacco di panico. Poi ne ero uscito prendendo la paroxetina.
Nel 2011 e mancata mia mamma.. Ho reagito con una forza particolare.. Non ero io.. Bevevo e fumavo molto. Poi nel 2013,ik crollo totale. Peggio che all inizio.
Ho girato tanti psichiatri ma purtroppo senza risultati. Poi tramite il centro di igiene mentale del mio paese, mi ha preso in cura uno psichiatra.. Che togliendo mi paroxetina e dandomi fluoxetina.. Con emdr. Iha dato dei miglioramenti. Si i miglioramenti li ho visto Nell arco di pochi mesi.. Poi ovviamente più passava il tempo meglio stavo. Tutto questo Nell ar o fi 1 anno e mezzo. Vedendo i miglioramenti si è deciso di provare a ridurre i farmaci.. Ma arrivato a 20 mg da 60 iniziali.. Sono stato di nuovo male. Così li ho ripresi.. Ma l ansia non è andata via. Dico ansia perché ciò che sento è proprio la. Classica ansia fisica. E ovviamente anche mentale perché vivo con delle. Paure. Non ho più attacchi di panico.. Ma un ansia perenne tutto il gg.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora il tutto torna già di più. Semplicemente può trattarsi di una recidiva dopo sospensione, però la diagnosi appunto andrebbe a questo punto chiarita.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
107946

dal 2018
Quindi a questo punto sarà opportuno prendere dei mg in più in accordo con lo psichiatra.. Perché L mia paura era quella di una ricaduta così.. Senza motivo.. E. Avevo paura di questo. Anche se effettivamente è arrivata nel momento in cui sono passato a20 mge questo non è un caso. Mi stupisce solo che io non ho Mi tolto il farmaco. Ma mi sono fermato a 20 mg. Per poi risalire a 60.e a distanza di un mese Sembra essere peggiorato.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, chieda allo psichiatra.
Se una dose è portata ad un valore inefficace, non sarà forse come portarla a zero, ma può essere sufficiente per una ricaduta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it