Utente 506XXX
salve dottori dopo aver risolto il mio precedente episodio depressivo durato da agosto 2018 a dicembre 2018 sono stato bene dicembre febbraio e marzo 2019 cura 37,5 zarelis,lamictal 50 e mutabon mite 1 compressa la sera siono a marzo tutto bene poi tolto del tutto lo Zarelis
sono rimasto con lamictal 100 e mutabon mite e da aprile 2019 sono nuovamente in depressione acuta credo sia una ricaduta perchè mi è tato tolto lo zarelis lo psichiatra voleva lasciarmi solo con il lamictal e il mutabon la sua diagnosi e stata disturbo depressivo bipolare non so di che tipo ma io nella mia storia clinica non ho mai sofferto di crisi maniacali o ipomaniacali ho avuto 6 episodi depressivi maggiori tutti risolti con antidepressivi dopo circa 5-6 mesi.
ora vorrei chiedervi adesso o cambiato psichiatra e la cura attuale è zarelis 75 e olanzapina da 2,5 lo zarelis lo assumo già da 15 giorni senza nessun miglioramento per ora io capisco il rinserimento dello zarelis
ma ho molta paura a assumere l'olanzapina da 2,5 mg perchè è un antipsicotico e non mi sono mai stati prescritti antipsicotici per il mio disturbo depressivo maggiore ricorrente,credo che il medico me lo abbia dato perchè ho riferito di svegliarmi alle 5 e di avere molta agitazione alle gambe, gambe senza riposo e angoscia per la paura di non guarire più che questo ennessimo episodio mi porta
faccio questa domanda perchè avendo letto varie esperienze con questo farmaco non mi sembra sia cosi fantastico pieno di effetti collaterali anchè grandi e seri vorrei chiedervi secondo voi questa medicina mi può aiutare a risolvere la mia depressione o rischio solo di peggiorare la situazione assumendola grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

La Venlafaxina è al dosaggio minimo terapeutico e la assume da 15 giorni tempo non adeguato ancora per una valutazione dell'efficacia del farmaco.
L'Olanzapina è anch'essa ad un dosaggio non terapeutico, l'associazione è razionale in un quadro clinico dello spettro bipolare,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 506XXX

grazie dottor Nicolazzo, ma io come le avevo descritto in precedenza non ho mai sofferto di crisi maniacali o ipomaniacali appunto per questo chiedevo se l'olanzapina
possa servire nel mio caso ho forse il medico a visto dei possibili tratti di spettro bipolare grazie
ho sempre sperimentato nei miei precedenti episodi depressivi la mancanza di memoria concentrazione e attenzione secondo lei come mi auguro questi sintomi posso ancora migliorare con l'auspicato miglioramento del tono dell'umore?

[#3]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Al primo quesito la risposta è: presumo di sì, ma su questo dubbio può tranquillamente chiedere delucidazioni direttamente al medico.
Disturbi dell'attenzione e della concentrazione possono fare parte di un disturbo depressivo, se migliora il quadro generale miglioreranno anche questi sintomi,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 506XXX

grazie dottor nicolazzo da quando il 2 maggio o iniziato la cura 6 gg zarelis 37,5 poi dall'8 maggio 75mg mi sento molto più agitato senso di gambe senza riposo testa confusa pelle d'oca brividi e la depressione mi sembra peggiorata ora io so che inizialmente i sintomi possono anche peggiorare ma questo peggioramento mi sembra un po troppo evidente e volevo chiederle solitamente quanto può
durare questa fase di peggioramento 2-3 settimane?
per quanto riquarda l'olanzapina 2.5 mg ho molta paura ad assumerla vorrei ma ho paura di stare peggio secondo la sua
esperienza a questa dose mi può provocare danni di una certa rilevanza grazie della sua cortesia buon lavoro

[#5]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
gentile utente,

mediamente gli effetti collaterali degli antidepressivi tendono a ridursi proseguendo la terapia fino a scomparire, ma questo succede con modalità soggettive; se le risulta intollerabile la terapia è giusto che lo riferisca al medico, lo stesso per la paure ad assumere l'Olanzapina tenuto conto che la maggior parte degli effetti indesiderati sono dose dipendente e l'Olanzapina le è stata prescritta ad un dosaggio molto basso,

saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#6] dopo  
Utente 506XXX

grazie dottore, con lo zarelis a 75mg die potrei avere una sindrome serotoninergica? stasera provo con l'olanzapina
secondo lei mi può togliere l'effetto delle gambe senza riposo e dell'angoscia questo farmaco? grazie mi scusi ma sto in un momento molto particolare di agitazione e depressione ho molta paura nonostante questo sia il mio 6 episodio depressivo

[#7]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sindrome serotoninergica in sè è rara e correlata ad un eccesso di serotonina secondario all'assunzione di vari tipi di farmaci, se lei ha fiducia nel medico che la sta curando deve ovviamente assumere la terapia che le è stata consigliata,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#8] dopo  
Utente 506XXX

salve dottor nicolazzo, e grazie per il suo appoggio in questo particolarre momento,
volevo chiederle un chiarimento sull'olanzapina la dottoressa me la dato per dormire meglio e per l'angoscia ,può agire anche sulle gambe senza riposo?

[#9]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
La sindrome delle gambe senza riposo, se di questo si tratta nel suo caso, è una patologia particolare da non confondere con altre condizioni, la terapia di prima scelta prevede in teoria altri farmaci,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#10] dopo  
Utente 506XXX

salve dottore volevo chiederle come sa io ho avuto molti episodi depressivi circa 6 oltre quello attuale negli episodi precedenti ho avuto sempre buone riprese nei peridoi interepisodici, secondo la sua esperienza clinica volevo chiederle se a mai avuto pazienti con 6 episodi depressivi o più e come hanno continuato a stare e se posso continuare a avere riprese buone dagli episodi depressivi o posso attendermi anche sintomi residui interpisodici come tipo sintomi anedonia o cognitivi insomma solitamente come avviene il decorso e la progniosi a lungo tempo di questa mallattia io ho paura di incorrere in problemi cognitivi gravi tipo demenza ecc. grazie per la sua gentilezza e onesta nei post precedenti

[#11] dopo  
Utente 506XXX

ha scusi quali farmaci sono indicati per la sindrome delle gambe dicamo agitate senza riposo grazie

[#12]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile dare indicazioni terapeutiche su questo sito, la terapia della sindrome delle gambe senza riposo la trova facilmente, ma ha un valore teorico in quanto la terapia dovrebbe essere nella pratica personalizzata, altrimenti la medicina sarebbe solamente una tecnica.
Non ci sono pazienti del tutto uguali ad altri, c'è chi ha un solo episodio depressivo, chi ne ha parecchi nel corso della vita, chi con periodi intercritici senza alcun sintomo apparente chi invece no, quello che ha importanza è principalmente la diagnosi e secondariamente la necessità, dopo il secondo episodio, di valutare una terapia preventiva,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#13] dopo  
Utente 506XXX

grazie dottore, un consiglio se possibile secondo lei nel mio caso la terapia cognitivo comportamentale potrebbe essere
utile?
inoltre non ho capito lei a avuto pazienti con più di 6 episodi depressivi?
se si come sono stati in seguito?
credo che siano domande in linea generale a cui può rispondere gli ne sarei grato saluti
inoltre non ho capio se la depressione maggiore può portare alla demenza?

[#14]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
La psicoterapia è di fatto una terapia che come tutte le altre ha delle indicazioni e controindicazioni, lo psichiatra che la sta curando può valutare se lei sia o meno un soggetto che può trarre benefici da una psicoterrapia cognitiva, bisogna prendere in considerazione una serie di variabili, la diagnosi, l'età, le capacità di comprensione e altre.
Ho avuto pazienti con più episodi depressivi e maniacali o ipomaniacali o misti nell'arco della loro vita, anche più di sei, se stiamo parlando di Disturbo Bipolare.
Le correlazioni tra demenza e depressione sono oltremodo complesse nel senso che alcuni sintomi nel soggetto anziano possono essere comuni, ma che un soggetto con una storia di depressioni bipolari o unipolari sia un candidato all'Alzheimer personalmente non mi risulta almeno dalla mia pratica quotidiana,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#15] dopo  
Utente 506XXX

grazie dottore cosa intende con capacità di comprensione
è riferità in corso di episodio o in generale?
il mio medico mi a detto che una volta passata la crisi attuale dovrei fare psicoterapia.
e come disturbo depressivo maggiore unipolare non bipolare a avuto pazienti con più di 6 episodi nella sua esperienza clinica e se sono sempre poi stati bene nei periodi interepisodici?
mi scusi ma sto cercando di farmi un idea di quello che può essere eventualmente una prognosi del mio disturbo? un medico che ho avuto tempo fà mi disse che con il passare degli anni gli episodi solitamente durano di piu e gli spazi
interepisodici eutimici sono sempre più brevi io per esempio o letto il contrario cosa le risulta?
ok lasciando perdere la demenza sicuramente questi episodi colpendo i neurotrasmettitori un qualche danno lo faranno pure credo o no?
domanda delle cento pistole il mio medico di base mi dice che un episodio depressivo passa sempre e finora a avuto ragione ma perchè allor in giro si vede gente che sta male da anni e anni.
scusI se le faccio tutte queste domande ma io o paura di
non poter più lavorare io sono libero professionista e ho dei dipendenti quindi il danno sarebbe anche per loro se non c'è la dovessi fare a superare questa crisi depressiva ormai sono troppi anni che mi trascino questa patologia prima o poi mi darala botta finale e ora sto sperando che non sia proprio questa grazie MM.