Utente 586XXX
Buongiorno, sono qui a chiedere un Vs parere in merito alla mia storia
Sono una ragazza di 31 anni e da circa 7 soffro di ansia e attacchi di panico che negli ultimi 5 anni mi hanno invalidato molto la vita nel senso che non mi hanno permesso di uscire da sola di casa e non rimanerci da sola in casa.

Considerando che convivo la persona che mi mi accompagna e sempre stata al mio fianco.

Adesso pero e circa un mese che l'ansia e diventata insopportabile al punto che ho dovuto chiamare mia madre per stare con me in casa mia e ho delle crisi di ansia e panico lo stesso ma meno violente... Quello che mi preoccupa di più però è che ultimamente mi arrivano all improvviso delle sensazioni di nervosismo fortissimo che mi fanno pensare di voler esplodere e magari fare del male a qualcuno e di impazzire completamente... Sono così forti da farmi venire i brividi fino a dietro al collo... Per questo 14gg fa sotto controllo del mio medico di base ho iniziato una terapia con 4gocce di citalopram la mattina e 5 gocce di EN tre volte al giorno... Devo dire che rispetto ai primi giorni dove l'ansia e l'irrequietezza erano insopportabili al punto di non dormire non mangiare e pensare di suicidarmi ora va meglio pero sento ancora tanto tanto nervosismo e tanta paura di esplodere e fare qualche casino...poi non ho voglia di sentire nessuno mi innervosisco moltissimo se qualcuno mi si avvicina per parlare e non ho pace da nessuna parte cioè non ho un luogo dove mi sento sicura al 100% secondo voi la terapia è adeguata oppure no?
Aiutatemi ve ne prego che non ne posso più.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La terapia è corretta come scelta, ancora insufficiente come dose, riferito al citalopram, considerando che l'effetto del citalopram lo giudica a 1 mese, quindi quello di ora non è niente di definibile, presumibilmente quello dell'en.
La cosa strana è che in 7 anni si sia arrivati solo adesso ad una proposta di cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 586XXX

Lo so ho sbagliato ad aspettare tutto questo tempo ma avevo paura dei farmaci e quindi mi sono fatta andare bene una cosa che in realtà mi stava logorando dentro... Comunque prima ho dimenticato di scrivere che da circa un anno e mezzo si è aggiunto un altro sintomo che mi spaventa molto... Praticamente è come se stessi vivendo dentro un sogno cioè è tutto un po' irreale... Secondo le è un altra faccia Dell ansia oppure sto impazzendo davvero? E comunque dovrei alzare le gocce di citalopram secondo lei?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è che le deve alzare Lei, la cura la guida il medico. Semplicemente, 4 gocce può essere una dose iniziale, ma non è la dose minima efficace.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 586XXX

Grazie mille dottore infatti proprio mezz'ora fa ho parlato con il mio medico che mi ha detto che è arrivato il tempo di portare la terapia a 8 gocce anziché 4 l'unica cosa che non mi ha risposto sul fatto che sia tutto strano tipo sogno e che mi vengono attacchi di ira fortissima all improvviso è dipeso dall ansia sempre e scomparirà una volta che faranno effetto i farmaci? Grazie per la pazienza

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non le ha risposto perché domande sul futuro di per sé non hanno risposte. Si tende a ripetere quello che già si sa delle proprietà delle cure, e che è ovvio (ce le hanno date per i sintomi di partenza) ponendo la domanda al futuro, ma questo rimane appunto da vedere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 586XXX

Ha ragione io volevo solo rassicurazioni sul fatto che non sto impazzendo e che gli attacchi di rabbia così forti da farmi venire e brividi e farmi mettere paura di impazzire e o picchiare qualcuno siano solo sintomi Dell ansia e non di altro, so che il futuro non si può prevedere ma appunto sapendo che la terapia che mi è stata prescritta è per l'ansia se qualcuno mi rassicurasse su questi sintomi dicendomi che sono una sfaccettatura Dell 'ansia sarei molto molto più tranquilla.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, starebbe tranquilla per due minuti e poi reinizierebbe da capo con ulteriori domande, che a quel punto troverebbe sensate e giustificate. E' come se uno leggesse le previsioni del tempo e poi telefonasse al meteo per chiedere se pensano che siano vere o no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it