Sniffato amisulpride

Buongiorno dottori, io ero da anni che soffrivo di ansia e attacchi di panico però quando i medici me lo dicevano non ci credevo stavo troppo male poi ho iniziato una cura con lo psichiatra 1 anno fa che sarebbe citalopram 40 mg e amisulprise 1/4 la mattina e 1/4 la sera quello da 200 mg ma facendo 100 mg al giorno, ora sto molto bene e quindi stando bene ho iniziato a bere alcool ieri dopo aver bevuto alcol ho provato ad assumere amisulpride sniffandolo essendo ubriaco secondo voi ho rischiato qualcosa?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Che cosa cambia a questo punto ? Certo che ha rischiato.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua risposta, cosa ho rischiato e cosa dovrei evitare ? Secondo lei quindi ora devo preoccuparmi dovrei andare in ospedale ?
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Reazioni alle componenti che non sono fatte per essere assunte per quella via, in generale. Non ho capito per cosa deve andare in ospedale

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#4]
dopo
Utente
Utente
Intendevo di andare in ospedale perché lei mi ha detto che rischiavo, oggi alle 2 di notte ero con amici e come già 2 o 3 volte avevo provato la cocaina, ho fatto pure oggi una riga di cocaina sniffandola però dopo un po' mi sono sentito agitato con formicoli alle mani, tachicardia, nausea e paura di morire mentre le scorse volte che avevo fatto l'uso non era successo infatti ho pensato che fosse attacco di panico ho cercato di calmarmi ed ho pure vomitato, poi dopo 1 ora mi sono ripreso e stavo bene però con la paura che magari non fosse un'attacco d'ansia ma qualcoss di grave, non sono andato in ospedale perché quando ci andavo durante gli attacchi di panico mi dicevano che era ansia e mi dicevano che ero sano come un pesce, secondo voi devo fare qualcosa?
Ho paura che fosse qualcosa di grave?
Sono passate 2 ore ma per adesso non é più successo nulla, non lo farò mai più davvero...
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Ecco, siamo arrivati al dunque che spiega un po' la domanda. Soffre di disturbo di panico. Ma come mai però fa queste cose che mettono poi la preoccupazione di aver prodotto degli effetti ?
Che non lo farà mai più non lo sa.
Mi farei rivalutare dal medico, evidentemente cerca degli effetti euforizzanti o qualcosa del genere, dopo di che scatta la reazione di panico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, ero impegnato con il lavoro comunque la ringrazio per la sua risposta e per il suo tempo, adesso non fumo più cannabis e non faccio uso di cocaina, sto facendo la mia solita cura di citalopram e amisulpride e fumo le sigarette e ogni tanto bevo alcool,comunque dottore da quando avevo iniziato la cura ormai da 1 anno stavo bene anzi benissimo però dopo aver fatto uso di cannabis e cocaina ora mi sento un po’ in ansia forse perché ho fatto uso pochi giorni fa e non lo farò mai più infatti faccio fatica anche a dormire la notte come prima che iniziassi la terapia secondo lei è perché ho fatto uso pochi giorni fa di queste sostanze e ci vorrà tempo ? Poi prima ero sempre stato un ragazzo magro e in forma e pesavo 65 kg da quando faccio la terapia con questi farmaci sono aumentato di 10 kg e mi sono gonfiato e sembro un cicciotto ci può essere qualche rimedio ? Attendo una sua risposta
[#7]
dopo
Utente
Utente
Attendo una sua risposta
[#8]
dopo
Utente
Utente
Appena ha tempo mi faccia sapere poi non la disturbo più
[#9]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
La risposta l'abbiamo già data prima, non cambia niente.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#10]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi scusi ancora per il disturbo, mi sembra che lei non ha letto la mia risposta #6 perché non ho avuto la risposta che volevo, comunque secondo lei se sono in cura per ansia e attacchi di panico con citalopram 40 mg e amisulpride e bevo alcool e fumo sigarette ci sono gravi problemi ? Cosa potrei rischiare ?
Poi secondo lei se insieme a questi farmaci oltre le sigarette e alcol ho fumato canne e sniffato cocaina può essermi causato un danno ? Volevo fare alcuni esami magari per essere sicuro di essere sano.
Se insieme a questi farmaci fumo sigarette e alcol posso provare a fumare erba legale o non potrei ?
[#11]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
A me non sembra che il problema sia quello di stabilire cosa succede a bere (non si sa quanto, ovvio che in generale è di prassi raccomandato di non farlo). A me sembra che si stia ponendo dei problemi di tipo ipocondriaco. Faccia migliorare la cura sotto questo aspetto. D'altra parte però poi mi pare che faccia anche domande o abbia comportamenti tesi a prodursi degli effetti, non si sa con quale aspettativa, presumo euforizzante. Quindi scelga una linea.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#12]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, la ringrazio ancora di cuore per la sua risposta, ha ragione sono ipocondriaco infatti sto curando pure questa cosa insieme alla psicologa, però non ho capito le ultime righe cose intendeva dire volevo sapere quello, poi dottore sabato ho bevuto tanto alcool e poi fumato cannabis e sniffato ketamina e stavo in un’effetto di sballo e sono in cura con citalopram e amisulpride, però da domenica ho questo dolore al petto che quando muovo il braccio aumenta e avevo paura che fosse qualcosa al cuore però mi sembra una cosa muscolare perché al tatto fa più male
[#13]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Intendo dire che le domande che pone non hanno una logica di chi ci tiene a sapere se può riportare dei danni, ma quelle di chi a momenti si spaventa e vuole delle risposte rassicuranti.
Anche perché sul piano logico invece corre il rischio di produrseli dei danni, e non sembra quindi che sia un interesse stabile e di fondo questo.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#14]
dopo
Utente
Utente
Infatti dottore ha ragione, ieri sera era ad una festa e ho bevuto alcol, fumato cannabis e sniffato cocaina e sono stato malissimo dopo tachicardia, respiro affaticato ecc. sono tornato a casa non riuscivo a dormire ed ho pure vomitato, poi sono andato al pronto soccorso dove mi hanno fatto esami del sangue e urine e poi elettrocardiogramma e mi hanno fatto delle flebo e il medico mi ha detto di non bere più alcool e fumare cannabis e lasciare anche la cocaina perché peggiorano i miei problemi con ansia e attacchi di panico e mi ha detto di seguire bene lo psichiatra e la psicologa e continuare la cura, quindi ora posso stare tranquillo dopo aver fatto controlli in ospedale o ancora rischio di avere qualcosa al cuore perché ho ancora tachicardia ogni tanto però mi hanno cambiato la cura dal 40mg di citalopram sono passato a 60 mg e al posto di amisulpride mi hanno messo olanzapina e tavor oro al bisogno
[#15]
dopo
Utente
Utente
Attendo una sua risposta, la ringrazio e le auguro un buon finesettimana
[#16]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Sì, e quindi rimane da capire perché continua a far uso di sostanze. Può darsi che il medico abbia intuito il meccanismo e mettendole farmaci antibipolari la cosa si fermi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#17]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore, oggi pomeriggio dopo aver preso citalopram 40mg dopo un’ora ho bevuto 4 bicchieri di jackdaniel mischiati con coca cola e poi la sera ho fatto due righe di cocaina sniffandola e alla seconda riga ho iniziato avere tachicardia, senso di morire, agitazione,fitte al cuore, nausea ecc. come un attacco di panico, tutto questo è passato dopo 1 ora, e ora dopo mangiato ho preso tavor oro 1mg da sciogliere sotto la lingua, ora l’unica cosa che mi è rimasta è un po’ di mal di testa alla parte sinistra della testa, secondo lei devo andare in ospedale o posso stare tranquillo ? Posso morire o devo stare tranquillo e dormire ? Mi aiuti davvero
[#18]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Non deve assolutamente usare lo spazio per queste richieste paradossali. Ha paura di morire e aspetta una risposta su una bacheca di un pronto soccorso.
Vada urgentemente a farsi visitare, ha dei problemi di abuso evidenti, e mischiando le cose i rischi li corre eccome.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#19]
dopo
Utente
Utente
Sii dottore sono andato in ospedale e mi hanno fatto esami del sangue, ecg e due flebo per il lavaggio e mi hanno detto di non toccare questa schifezza, quindi ora posso stare tranquillo ? Ma dottore come essendo capodanno posso bere un po’ di alcol non troppo giusto per fare festa ? Tenendo conto che ho fatto due flebo
[#20]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
No, non può stare tranquillo, ha la tendenza a fare questi gesti. E probabilmente a compiacersene raccontandoli.
Credo che Lei stia scherzando a chiedere come se niente fosse se può bere o non bere, e non è una questione di proibizione, ma di capire come funziona un sito come questo, in cui non siamo certo qui a dire quanto uno può bere a una festa.
E lasciamo perdere di compiacersi di discorsi tipo che non deve toccare questa schifezza, non so neanche riferito a cosa. Lei lo fa e se ne compiace, dopo di che gioca con la richiesta di informazioni a posteriori.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto