x

x

Strani effetti valium e possibilità sospensione

Buonasera e un grazie in atnticipo a tutti i Dottori che mi risponderanno

Come visibile di numerosi consulti richiesti su Medicitalia sono ammalato ormai da 3 anni di una grave e molto invalidante forma di CPPS (sindrome del dolore pelvico cronico IN inglese Cronic Pelvic Pain Syndrome una volta chiamata prostatite abatterica nell' uomo e cistite interstiziale nella donna...ma è sostanzialmente la stessa maledizione) che mi ha costretto ad abbandonare le mie professioni.


Dopo due anni di letterale inferno (Con dolori perineali atroci e sintomi minzionali ancora peggio) e dopo aver provato tutte le terapie fiscihe e farmacologiche indicate per alleviare i sintomi di questa devastante patologia, con l' aiuto di un neuropsichiatra che mi sta seguendo e con un urologo di riferimento ero arrivato ad ottenere una certa remissione dei sintomi associando dei miorilassanti urologici (omnic e genurin) a dei miorilassanti muscolari valium e lioresal...attualmente prendo 5 mg di valium (in compresse divisibili) 2, 5 mg due volte al di, 25 mg di lioresal, abbastanza spesso la tamsulosina (omnic) ed al bisogno (quando mi prendono per fortuna sempre più raramente grazie a questa terapia, le crisi di minzioni dolorosissime e ravvicinatissime) l' antispatico urinario genurin...

con questa cura riesco ad uscire un paio d'ore al pomeriggio anche a stare seduto su appositi cuscini un pò di tempo (cose prima impossibili) e ad urinare in maniera quasi normale...il problema sono gli effetti collaterali pesanti (stanchezza, e stipsi in primis che mi costringe a fare uso quasi quotidiano di miniclismi evacuativi con sola acqua calda: devo seguire una dieta strettissima prevalentemente a base di verdure non irritanti cereali senza glutine e pesce lesso o carni bianche altrimenti prostata e vescica si infiammano e partono le terribili crisi minzionali e dolori perineali d'inferno...persino il diazepam devo assumerlo in compresse perchè basta l'etanolo contenuto come eccipiente nelle gocce per far impazzire la mia vescica)

Il problema attuale credo stia nel diazepam (che pure è stato fondamentale)...noto che tra una dose e l' altra (di solito lo prendo alle 8.30 e poi verso le 15.30) nel pomeriggio mi prendono delle tremende crisi di pessimo umore con pensieri molto brutti ed una debolezza tremenda...poi verso le 15 lo prendo e entro un oretta e mezza riesco ad alzarmi dal letto e ad uscire stando abbastanza bene come la sera quando rientro)

Tra qualche settimana rivedrò il mio medico e ne parlerò...mi chiedo può essere il valium a cusare questo strano effetto pomeridiano dovuto magari allo svanire dell' effetto della dose mattututina?...e come mai la sera invece non mi accade nulla dopo che è terminato l' effetto dell dose pomeridiana e dormo molto bene?


Sottolineo che i farmaci indicati per il dolore neuropatico di questa patologia (lyrica laroxyl cymbalta) li ho dovuti sospendere immediatamente per effetti devastanti anche sull' umore

Grazie
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
Il valium preso quotidianamente esaurisce il suo effetto, e possono esserci sbalzi tra un effetto sostanzialmente assente e una mancanza dell'effetto (in peggio). Può valere la pena far ricorso a composti della stessa classe con effetto meno rapido e più stabile nelle 24 ore.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore....io lo prendo più che altro come miorilassante ed è indicato assieme al rivotril in questo tipo di patologie...poi so che è un ansiolitico...ma è quello con emivita più lunga ed anche il meno potente o sbaglio ?...vorrei smetterlo a causa di questi effetti e rimpiazzarlo con dosi maggiori di miorilassanti veri e propri...in media , tenendo conto che prendo le compresse, quanto tempo potrebbe volerci per dismetterlo cercando di limitare ragionevolmente gli effetti di astinenza tipici benzodiazepine ?
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
Prenderli insieme non so che senso possa avere, proprio perché sono concorrenti in parte, e l'assuefazione ad uno neutralizza in tutto in parte l'effetto dell'altro, dipende poi dalle dosi.

Per toglierlo o calarlo bisogna che si faccia indicare direttamente dal medico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi sono spiegato male Dottore..non ho intenzione di prendere insieme valium e rivotril nè o sto facendo...dicevo solo che , in alternativa l' uno o l' altro, sono indicati per la sindrome dolorosa pelvica essendo potenti miorilassanti oltre che ansiolitici...io cercherò dieliminare il valium rimpiazzandolo con dosi maggiori di baclofen (ora li prendo assieme...esistono anche delle supposte a base di dizepam e baclofen atte allo scopo) che è un miorilassante puro e non un ansiolitico..giacchè ho letto che alla lunga gli ansiolitici peggiorano o portano alla depressione o ne fanno emergere uno stato latente
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
Da come scrive sembra che stia facendo prove da solo.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio