Sono brutto sfigato, avrò 4 amici veri se va bene, e non sono mai stato fidanzato e ora sto iniziand

sono un ragazzo di 19 anni, purtroppo non ho il cristallino quindi per vedere porto degli occhiali abbastanza spessi e rotondi, quando vado in giro tutti mi guardano come se fossi un mostro, purtroppo ho pochi amici esco poco per paura di essere preso in giro, non sono mai andato in discoteca, in poche parole sono uno sfigato!!! non sono mai riuscito ad avere una ragazza tutte mi guardano come un mostro mi evitano e se la ridono, ora iniziata l'uni la situazione nnon è cambiata, anzi c'è gente che ti ride proprio in faccia fuori dall'ambiente universitario, ( tipo in stazione ecc....) e come se non bastasse non ci capisco nulla in una materia che mi piace (analisi mat. 1 ), mi chiedo se mai riuscirò ad avere una ragazza o dovrò rimanere solo tutta la vita??Io uscire esco perche qualche amico che se ne frega di sta cosa c'e l'ho, solo che quello che più mi da fastidio mi fa incazzare e mi fa anche star male è vedere che quando vai da qualche parte, o sei che cammini in giro la gente soprattutto i giovani ti fissano e si fanno una risata come se vedessero uno schifo pensando che uno non se ne accorga.
Io non voglio diventare un depresso, iniziare a prendere farmaci, perchè tanto non servono a nulla, non è che mi fanno diventare bello, o cos'altro.
però ora come ora vedo un futuro nero, a causa di questo mio problema, con la paura anche di non riuscire a realizzare i miei sogni, (diventare un ingegnere, avere una vita, una famiglia....) anche perchè in ambienti di lavoro piu decorosi, non saresti accettato dato che si cerca la persona di bella presenza, anzichè di vedere se è veramente competente o meno.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazzo,

è come se tu volessi ricevere una conferma dallo sguardo degli altri e da quanto piaci agli altri.
Molte persone funzionano così. Fin da piccolini ci specchiamo negli occhi della mamma, che ci guarda ammirata.

Ma tu ti vedi così, come ti vedono gli altri?

Oppure, semplicemente, ti stai lasciando influenzare dalle reazioni altrui, sentendoti di conseguenza "uno sfigato"?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Un buon numero di ragazzi alla tua età soffre d'insicurezza, sia che abbia problemi fisici, sia che non ne abbia. Segno che l'insicurezza può essere influenzata dall'aspetto fisico che si ha, ma il fisico di per sé non ne è la causa. Come saprai, ci sono tanti uomini brutti che hanno al loro fianco donne attraenti. Come uomini, abbiamo la fortuna (ma occorre saperlo ed esserne convinti) che l'aspetto fisico non è poi così determinante per il successo con l'altro sesso. Ti suggerisco di rivolgerti a uno psicologo e parlare di queste cose, vedrai che ci sarà ampio spazio su cui lavorare, per rafforzare la tua autostima e metterti in condizione di ottenere ciò che ti spetta.

Cordiali saluti

Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#3]
dopo
Attivo dal 2011 al 2013
Ex utente
io non è che mi vedo come mi vedono gli altri, io stesso mi guardo allo specchio è penso perchè per colpa di uno stupido paio di occhiali devo esser visto cosi, essere trattato male, non avere una vita come quella di tutti gli altri? perchè ti devono giudicare per quello? perchè non hai una possibilità? perchè non posso neanchè migliorare con un intervento che si potrebbe anche fare, ma potrebbe andar male? perchè devi esser umiliato? Io sono consapevole che di sicuro non sono il george clooney della situazione, però perchè devo restare solo?perchè con qualsiasi ragazza io provi a conoscere e andare oltre si ritirano tutte schifate, o direttamente non ti considerano più o fanno finta di non conoscerti? cosa devo fare? io non trovo risposte, magari se fossi ricco sfondato avrei una vita normale?però sarebbe una vita falsa, perchè mi starebbero vicino solo per i soldi e non per altro.
Grazie per le vostre risposte
[#4]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Ti stai concentrando troppo sulle domande e troppo poco sulle cose da fare per ottenere risultati. Il primo passo però è sapere cosa fare, cioè iniziare a comportarti in modo diverso, affinché gli altri ti VEDANO in modo diverso.

Quando si è convinti di qualcosa, si tende a mostrarlo anche all'esterno. Nella stragrande maggioranza dei casi quando gli altri restituiscono feedback negativi, significa che noi per primi stiamo mostrando che non abbiamo una grande opinione di noi stessi.

Puoi leggere, puoi informarti, ma a distanza o sui libri è molto difficile cambiare. Dovresti chiedere un parere a uno psicologo, per esempio uno che si occupi di consulenza e terapia breve.

Cordiali saluti
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Probabilmente sono state sufficienti poche esperienze di rifiuto per farti memorizzare un modello interno di questo tipo, tanto che sembra che lo schema si stia ripetendo sempre.
Statisticamente non è possibile incappare sempre in persone del genere!
Ma se, come ti ha ben spiegato il Collega, sei tu a mettere in atto dei comportamenti coerenti con il senso di inadeguatezza che provi, gli altri li tieni a distanza e anche con un certo successo.
E probabilmente, per evitare di soffrire, conosci bene un repertorio di comportamenti che ti spingono a stare lontano dalle relazioni più intime e profonde, dove il rischio di soffrire è maggiore.

Uno psicologo potrebbe aiutarti ad intercettare questi schemi e a correggerli.

Saluti,
[#6]
dopo
Attivo dal 2011 al 2013
Ex utente
Io le dico che sono felice ogni giorno all'inizio della mia giornata, ma poi gli eventi me la rovinano.
Lei pensa che sia bello salire su un treno per andare all'università e vedere la gente che ti osserva che ti ride in faccia (e non fa altro solo perchè c'e gente ). Cosa dovrei fare? Vado da quei ragazzi e gli dico c'è qualche problema? li devo insultare? o me ne sto buono per evitare di peggio?
Pensa che per me è stato bello andare in gita a praga l'anno scorso, dove la gente e le ragazze del posto se la ridevano e chissa cosa dicevano e non capivo?
Io esco perchè come ho detto qualche amico che per ora si comporta correttamente con me c'e l'ho, però pensate che sia piacevole andare in giro e vedere gente che ti fissa, bambini che ti guardano come se non fossi normale, ragazzini che se la ridono? cerco di passarci su e far finta di nulla, restare tranquillo e indifferente. Ma quanto posso andare mai avanti?
[#7]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
Ora lascia che ti faccia io una domanda.

Ti aspetti seriamente di ricevere qui le risposte ai tuoi problemi?

Cordiali saluti
[#8]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
E' ovvio che tu sia arrabbiato. Ed è anche giusto e sano riconoscere ed esprimere questa rabbia.
Però, oltre ad arrabbiarti, dovresti cercare di spostare la visione che hai del problema. E mi rendo conto che da solo, senza l'aiuto di un professionista, può essere difficile.

I tuoi amici non si stanno comportando correttamente con te; non sono tenuti a farlo. Non credi che probabilmente ci sono altre ragioni? Magari ti trovano simpatico, una compagnia piacevole, divertente, ecc... magari sono interessati alla tua vita.

Se l'equazione è: chi mi sta vicino=corretto, ti metti la zappa sui piedi!!

Le persone si scelgono: sono certa che tu non vorresti trascorrere il week end con persone che non sopporti solo perchè devi essere corretto! Vorresti trascorrere il tuo tempo cpn le persone con cui stai bene.
[#9]
dopo
Attivo dal 2011 al 2013
Ex utente
Cero che no. però volevo avere un aprere.

Dottoressa mi sono forse espresso male, esco con loro perchè mi accettano, e perchè gradiscono la mia compagnia, e dunque non si vergognano di farsi vedere in girop con me, e come io sto bene con loro, loro stanno bene con me.

Sa cos'è? E che io, magari anche da diffidente e anche sbagliando, non riesco a capire il vantaggio che mi darebbe andare da uno psicologo, e magari farsi dare farmaci, che magari ti fanno stare peggio, perchè non è chi io cambi.
Ho visto persone in depressione a cui sono stati dati farmaci, e come stavano, e di certo non voglio anche quel problema.
[#10]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 13,6k 298 182
>>> E che io, magari anche da diffidente e anche sbagliando, non riesco a capire il vantaggio che mi darebbe andare da uno psicologo
>>>

Ma se non vuoi andare dallo psicologo, come ti spieghi il paradosso che ti rivolgi a degli psicologi (noi) per fare a meno degli psicologi?

Lo psicologo non si occupa di farmacologia, a proposito, quello è lo psichiatra.

Cordiali saluti
[#11]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Lo psicologo infatti non prescrive farmaci, anche perchè non potrebbe farlo (è il medico psichiatra che può e deve, se lo ritiene opportuno, prescrivere l'antidepressivo).

Qui ti stiamo dicendo che un percorso psicologico può semplicemente farti vedere il problema in un'altra prospettiva, togliendoti dalla passività cui ti senti destinato.

Il problema non è non piacere (nessuno di noi può piacere a tutti; eppure mediamente le persone convivono con questo dato di realtà discretamente); il punto è comprendere cosa succede a livello relazionale e cosa succede a te.

Ad es. provarci con una ragazza: ma tu hai certamente dentro di te lo schema e la memoria che se ci provi verrai rifiutato e deriso. Anzi, prima ancora di provarci, sai già che succederà. Uno psicologo psicoterapeuta ti può aiutare a vedere questi schemi e a modificarli.

[#12]
dopo
Attivo dal 2011 al 2013
Ex utente
giusto, mi sono fatto ingannare dal fatto che c'è scritto specializzato in psicoterapia!!
Potrebbe essere anche che io pensi preventivamente che vada male, ma le dico questo, io erada molto tempo che mi ero rassegnato e non avevo più provato a stare con una ragazza.
Però recentemente ( neanchè un mese fa ) dopo che a ritrovato una amica che mi piaceva, aver ripreso i rapporti di amicia, ci ho provato a conquistarla e le dico che io ero per l'unica volta, fermamente convinto di poter aver una possibilità, come è andta a finire? Non mi considera più, non mi risponde nemmeno più ad un sms, e non la vedo più.
Io sono del piemonte in provincia di torino, se ero piu in zona avrei fatto un salto volentieri
[#13]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Come vedi la profezia si avvera puntualmente!

Se hai bisogno, posso segnalarti validi Colleghi a Torino: per questo puoi scrivermi privatamente.

Oppure puoi consultare il sito http://www.ordinepsicologi.piemonte.it/albo/

Saluti,
[#14]
dopo
Attivo dal 2011 al 2013
Ex utente
E si!!come faccio a scriverle privatamente?Grazie!!
[#15]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio