E appunto in quel periodo sono stata molto male con crisi d ansia che mi hanno costretta a gocce e

Salve avrei cortesemente bisogno di un parere,riguardo la mia storia.Sono una ragazza di 25 anni,godo di ottima salute,una persona che mi ama una bellissima famiglia e un lavoro quasi perfetto.Ho una mamma un po ansiosa che mi ha un po trasmesso questa cosa,ma non piu di tanto,diciamo che però dopo una serie di eventi negativi,negli ultimi due anni ho sofferto tanto di questa brutta bestia che ti impedisce di vivere come vorresti,chiamata appunto ansia....Nel giugno 2011 dopo una truffa dietro l altra ho chiuso la mia attività dopo solo 2 anni dall apertura,da li ho cessato una convivenza (poi mi sono pentita amaramente e siamo tornati assieme)e appunto in quel periodo sono stata molto male con crisi d ansia che mi hanno costretta a gocce e medicinali.Poi ad aprile ho deciso di prendere in mano la mia vita e con l intento di abbandonare ogni medicinale,ho iniziato a curarmi con la pnl.Ho subito eliminato le medicine con grande orgoglio e m sento meglio ma ancora,sono ansiosa,mi ritrovo dei giorni ad esser limitata,mi sento sfiduciata,paurosa e soprattutto al lavoro soffro di ansia da prestazione,quando tutto va bene cerco di rovinarmi come se fosse tutto troppo perfetto e quando devo intrattenere una coversazione mi sento meno di altri (quando sto bene anche al lavoro visto che servo,sono la tranquillità fatta persona).Ma davanti alle difficoltà mi rendo conto di aver una forza immensa,l ho avuta davanti ai debiti,e davanti a tante cose.Mi perdo in un bicchier d acqua e ci sono giorni che non riesco a parlare da quanto il respiro è corto.In sostanza sto molto meglio dopo tanti mesi di terapia (con sole 4 sedute e terapia tutte le sere a casa)però ho paura appunto che mi serva un aiutino in più per uscirne perchè non è il tipo di vita che voglio.Mi sono rivolta in passato a psicologi ma non mi sono trovata bene per questo ho preferito una terapia poco invasiva quale la pnl,vi ringrazio per i consigli che potete darmi,sono preoccupata per il mio futuro e vorrei viverlo più serenamente possibile.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 111
Gentile utente la PNL non è una terapia ma una forma di coaching che può aiutare chi, in genere, sta già bene.
Se vuole uscire dalla sua situazione una psicoterapia mirata può essere una soluzione. Il fatto che si sia trovata male con alcuni psicologi non vuol dire che la psicoterapia non fa per lei.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr.ssa Elena Grimaldo Psicologo, Psicoterapeuta 13 2
Buongiorno,
da quanto scritto, sembra che lei abbia un grandissimo bisogno di essere contenuta e guidata. Mi dà l'impressione che lei si senta come in un labirinto. Il dubbio che la PNL non sia una terapia ce l'ha anche lei, altrimenti non avrebbe chiesto un consulto qui. Rifletta.
A volte, piuttosto che girarci intorno e a vuoto, conviene fermarsi e farsi delle buone domande seduta davanti a un professionista che la può aiutare.

Dr. Elena Grimaldo
Psicologa-Psicoterapeuta Famigliare
www.psicologo-venezia-mestre.it

Dr.ssa Elena Grimaldo
Psicologa - Psicoterapeuta Familiare
cofondatrice della Re.te Amori 4.0
www.elenagrimaldo.it

[#3]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Gentile ragazza,
Se ha raggiunto la consapevolezza di un disagio non facilmente contenibile solo con tecniche che ha gia' sperimentato le consiglierei di contattare uno psicologo psicoterapeuta a orientmento psicodinamico o psicoanalitico con cui esplorare le motivazioni profonde dell'ansia, forma di elaborazine efficace stabilmente.
I migliori saluti

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve,vi scrivo per dirvi finalmente che sto molto meglio.Dal 18 gennaio sono in cura con cymbalta da 60 mg,e sto facendo una volta a settimana dei colloqui con una brava psichiatra.Vi ringrazio per i consigli vorrei chiedere però un ultima cosa,quando mi innervosisco o passo dei giorni un pò agitati,mi si riflette tutto sulle mie 3 ernie cervicali che rispondono irrigidendomi,e rendendomi più nervosa ancora.......c e qualcosa che posso fare visto che tra qualche mese la terapia cymbalta dovrebbe terminare e dovrei star bene?grazie mille

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test