Paura del futuro

Buonasera,
Sono una studentessa, fidanzata da più di 5 anni; sono molto innamorata (ricambiata) del mio fidanzato, con cui progetto una vita insieme.
Il problema che mi affligge però è legato al suo lavoro: lui è un cuoco e come tale ha orari "anormali". Per ora il problema non è tanto pesante perchè comunque ha sempre mezxza giornata libera e riusciamo a vederci tutti i giorni e dormiamo spesso insieme, o a casa mia o a casa sua. Ho però paura che se andasse da un'altra parte in cui lavorerebbe a pranzo e a cena non ci vedremmo più e ieri gli ho confessato che questo probabile orario mi fa domandare che senso avrebbe sposarci o convivere se tanto poi lui non ci sarebbe mai? Sto malissimo al pensiero, perché lui è l'amore della mia vita, voglio che sia il mio futuro e il padre dei miei figli, ma questa cosa mi fa chiedere appunto che senso ha?
Io so che poi mi adeguo, perché ci tengo troppo a lui, però ora non so come fare per superare la paura che mi fa pensare ciò; lui è stato dolcissimo, mi ha detto che ce ne preoccuperemo quanto sarà ora e che troveremo una soluzione, però sono triste e abbattuta.
Aiutatemi per favore.
[#1]
Attivo dal 2012 al 2016
Psicologo
Gentile Utente,

gli orari di lavoro di un cuoco di grandi ristoranti sono impegnativi e spesso richiedono lo svolgimento in turni.

Quindi, indicativamente il lasso di tempo "libero" sarà, secondo i turni in vigore, o al mattino o alla sera o nel giorno di riposo.

Può dirci perché ha paura di una situazione senz'altro scomoda, ma piuttosto comune?

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile ragazza,
Mi associo al collega nella risposta.

Sembra trattarsi di un' ansia anticipatoria di quello che verrà...
Sente che il suo rapporto non è saldo?
Teme di percpeirlo lontano e distante affettivamente?

Turni a parte, una coppia si fonda su tantissimo altro....

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
Dr. Magda Muscarà Fregonese Psicologo, Psicoterapeuta 3,7k 146 11
Gentile ragazza,con i Colleghi trovo che ora non è il momento di preoccuparsi in anticipo di quello che non è detto che accadrà..tra l'altro i buoni cuochi sono pregiati e quindi il suo fidanzato , caso mai, prendera' un lavoro con orari compatibili,..
Come mai ha questi vissuti abbandonici ? potrebbe riflettere sulla sua storia forse..perchè ora mi sembra che il vostro rapporto sia caldo, affettuoso , leale.. stia serena , il nostro futuro dipende in buona misura da noi, non crede ?

MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta psicodinamico per problemi familiari, adolescenza, depressione - magda_fregonese@libero.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori,
Innanzitutto Vi ringrazio per le Vostre risposte.
Per quanto riguarda il rapporto con il mio fidanzato è senz'altro saldo e ben avviato verso un futuro insieme, lui nonostante il suo lavoro, che oltre ad orari particolari comporta anche molta stanchezza fisica e tensione, non mi fa mancare attenzioni e affetto, anzi! Spesso e volentieri io tendo a "respingere" i suoi approcci quando sono molto stanca, mentre lui no, è sempre molto dolce.
La mia paura più grande però è che questo suo lavoro logori il nostro rapporto, portandoci a litigi (e in passato ce ne sono stati molti proprio perchè i suoi orari non mi permettevano di vederlo nel weekend mentre tutti i miei amici/amiche potevano vedere i loro partner) che potrebbero portare a una rottura. E io non voglio assolutamente che questo accada.
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Gentile ragazza,

secondo me stai costruendo un problema prima ancora che possano verificarsi condizioni per le quali valga la pena preoccuparsi.
Non è più semplice vivere il presente?
Non è detto nemmeno che le cose andranno sempre così (potrebbe ad esempio cambiare lavoro, orari, ecc...) e soprattutto una coppia affiatata in genere si autoregola su basi diverse.

Se la tua paura è che questo lavoro possa logorare il rapporto, parlane apertamente con lui solo se vedi indicatori del genere, ma non prima ancora che la cosa sia un problema, perchè non è detto che debba diventarlo.

In fondo ci sono molti lavoratori che hanno orari strani o impossibili; non sempre la coppia scoppia :-)

Saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#6]
dopo
Utente
Utente
È vero, ha perfettamente ragione. :-)
Seguirò il suo consiglio!!
Grazie mille!
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Prego.
Saluti,
[#8]
Dr. Gerry Grassi Psicologo, Psicoterapeuta 18
Gentile Utente, oltre alle giuste considerazioni dei colleghi mi permetto di proporre anche il mio pensiero. Io credo che se una paura, per quanto apparentemente giustificabile, diventa invalidante vada trattata. Senza addentrarci nei meandri della struttura della vostra relazione (che è vostra e che riguarda solo voi) mi sembra invece necessario pensare che in questo momento quel tipo di contenti hanno il potere di perturbarla. Detto questo vanno modificati anche in visione dei vostri progetti futuri. Non sono sempre necessari anni di terapie per problemi di questo tipo, mi permetto di suggerire la visione di un video che ho realizzato con il Centro di Ricerca che dirigo e nel quale ci sono anche testimonianze di pazienti che hanno trattato in tempi brevi le loro problematiche relazionali o le loro paure inerenti alle proprie relazioni. il video può essere visualizzato a questo indirizzo:
http://www.youtube.com/watch?v=Cg9L7sV5bw0
Cordiali saluti.

Dr. Gerry Grassi Psicologo & Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Breve Strategica e Ipnosi
www.gerrygrassi.com

[#9]
dopo
Utente
Utente
Grazie molte dottor Grassi!
[#10]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Sembra trattarsi della paura della paura che qualcosa possa accadere, una sorta di ansia anticipatoria......si goda il suo legame e se dovesse succedere qualcosa, lo affronti soltanto in seguito
[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottoressa!
Oltretutto, ragionando poi a sangue fredd,o mi sono resa conto che molto probabilmente andremo a vivere vicino ai suoi genitori, quindi anche la mia paura di essere sola la sera e non avere compagnia è infondata! :-)

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test