Svenimento notturno

Salve
cercherò di essere breve.A luglio di quest'anno ho avuto episodi di tachicardia probabilmente perchè in quel periodo mangiavo poco , fumavo tanto e bevevo parecchi caffè.La cosa mi ha spaventato molto a tal punto da smettere di fumare e bere caffè.Sono anche dimagrita parecchio in poco tempo ( anche a causa di problemi familiari) e l' ansia e lo stress sono aumentati.Ho iniziato , dopo un mese dagli episodi di tachicardia ad avvertire delle extrasistole che non hanno fatto altro che destare in me ancora più preoccupazioni poichè in vita mia non ne avevo avvertita mai nemmeno una.Così con la paura di avere qualcosa al cuore ho fatto una visita dal cardiologo che mi ha fatto una ecocardiografia riscontrando tutto nella norma e un holter 24 ore riscontrando 200 extrasistole ventricolari singole e niente di più significativo.Fatto sta che il cardiologo mi ha detto di non preoccuparmi.
Ho cercato di farmene una ragione anche se l'ansia non è mai andata via del tutto.Fatto sta che una settima fa dopo una giornata nella quale mi sentivo molto agitata , mi è capitato di svegliarmi nel cuore della notte e sentendo il cuore che ha iniziato ad aumentare il ritmo mi sono di nuovo fatta prendere dall' ansia e sono quasi svenuta.Solo grazie al mio compagno che mi ha fatto bere un bicchiere d' acqua mi sono ripresa.Son andata al pronto soccorso e mi sono sentita dire che è stato un attacco di panico.Leggendo un po' su interne, fra i sintomi riferiti ad un attacco di panico ho trovato " senso di svenimento" che di solito non avviene poichè l' attacco si accompagna ad un aumento di pressione.Io invece stavo proprio avendo un calo di pressione poichè ero sbiancata tantissimo e avevo le labbra blu.Ora vorrei chiedere a voi specialisti se è possibile che un attacco di panico provochi un " vero" svenimento?Tutto questo perchè da quella terribile notte non riesco più a stare tranquilla , poichè nella mia testa i pensieri di avere problemi al cuore si sono riaccesi.Il mio dottore però lo esclude visto che ho fatto anche degli accertamenti e mi ha dato xanax 0,25 mg da prendere per cercare di calmarmi un po'.Voi cosa ne pensate ?
[#1]
Dr. Francesco Mori Psicologo, Psicoterapeuta 1,2k 33 33
Gentile utente,
l'"attacco di panico" può provocare degli svenimenti. La paura intensa, così come quella che accompagna il panico può far svenire. Non è serio fare delle diagnosi on line, ma da ciò che racconta sembrerebbe proprio una patologia ansiosa. Infatti sembra essere stato quest'ultimo, un periodo di forte stress e spesso l'insorgenza del panico è riconducibile a periodi stressogeni.
Ritengo opportuno che si rivolga ad un professionista della salute mentale, psicologo o psicoterapeuta.

Restiamo in ascolto

Dr. Francesco Mori
Psicologo, Psicodiagnosta, Psicoterapeuta
http://spazioinascolto.altervista.org/

[#2]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
Gentile utente

Non esiste attacco di panico che possa provocare uno svenimento.

Di fatto, l'attivazione neurovegetativa che deriva da un attacco di panico non porta mai a svenimento ma alla paura che possa giungere.

Dalla sua valutazione cardiologica emergono diverse extrasistole che possono derivare dalla riduzione improvvisa di nicotina e caffeina, come fenomeno paradosso, oppure essere presenti indipendentemente è valutate separatamente.

L'utilizzo di xanax dovrebbe essere limitato nel tempo per un periodo massimo di 8 settimane compresa la sospensione.

Una valutazione psichiatrica potrebbe essere utile per l'ulteriore approfondimento dei suoi sintomi e la proposta di un concreto aiuto ai suoi disturbi.

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#3]
dopo
Utente
Utente
Per prima cosa volevo ringraziarvi per la velocità nel rispondere.
In effetti da quando ho iniziato a sentire le extrasistole ho iniziato un po' ad andare in paranoia e tuttora quando inizio a sentirne alcune non nascondo chemi agito parecchio.Questo anche perchè fino a due mesi fa non sapevo neanche cosa fossero.
Mi sono rivolta alla vostra attenzione poichè quando parlo con il mio medico di base e con il cardiologo tendono molto a mininmizzare le mie " paure" relative al cuore. Anche quando parlo dello svenimento che ho avuto.Ora leggendo le due risposte sembra che non combacino.Se è come dice il dott.Ruggiero allora non ho avuto un attacco di panico. E ciò mi riconduce a problemi di cuore.Forse perchè ho 34 anni e mi ritengono "esente" da certe patologie?
[#4]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
Gentile utente

Se dalla visita cardiologica non ha avuto risultati patologici, la sua preoccupazione è completamente irragionevole e ciò configura la possibilità di un disturbo ipocondriaco e non di un attacco di panico.

Inoltre, l'orientamento su un disturbo d'ansia è legato anche all'uso di xanax prescritto che, comunque, non può essere mantenuto per tempi prolungati.

Secondo il mio parere deve sentire il parere di uno psichiatra.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore.
In effetti stavo proprio pensando di rivolgermi ad uno specialista.
Voglio solo precisare che è solo da due settimane che sto prendendo xanax e cerco anche di limitarne il più possibile l' uso ( 2 al giorno).Penso anche che quella notte stavo per svenire poichè in effetti sono una tipa soggetta a mancamenti :Mi è già successo in passato a causa di forti spaventi o dolori fisici.
La saluto ringraziando di nuovo.
[#6]
dopo
Utente
Utente
volevo ringraziare tanto anche il dott. Mori.La sua risposta mi ha rassicurata tanto.Cercherò di farmi aiutare.
[#7]
Dr. Francesco Mori Psicologo, Psicoterapeuta 1,2k 33 33
Gentile utente,
ho riaperto solo ora il consulto.
Mi dispiace se è scaturita un po' di confusione...
Si faccia coraggio.
Saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott Mori per il suo interesse al mio problema.Anche il mio compagno dice che il mio svenimento e stato causato dall enorme paura che ho avuto risvgliandomi forse anche nella fase profonda del sonno.mi ricordo anche di essere andata a dormire molto agitata .cerchero di essere piu positiva e magari farmi aiutare da un dottore.ho letto anche il suo articolo sui sogni e la fase REM del sonno e penso possa essermi capitata una cosa simile.di nuovo grazie mille
[#9]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
Gentile utente

Le ribadisco che un episodio lipotimico così come avvenuto non può dipendere da fenomeni psicologici di qualsiasi genere.

Piuttosto, anche solo alzarsi dal letto velocemente ed in agitazione può essere responsabile di un calo pressorio che può dare svenimento.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Gent. Dott voglio precisare a questo punto che l episodio si e verificato rimanendo sdraiata.allora lwi con la sua insistenza mi porta a pensare che ho seri problemi di aritmie che possono sfociare in tachicardie.ora girero il consulto a un cardiologo.g
razie per le sue RASSICURAZIONI
[#11]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
No guardi non c'è nessun problema cardiologico né tantomeno un singolo episodio è significativo di attacchi di panico o problematiche cardiache.

Se effettivamente ci fosse una problematica cardiologica dovrebbe farsi visitare non ripetere un consulto, ma nel suo caso è stato assodato che non ha nulla.

Non si può parlare neanche di svenimento da sdraiata a questo punto...perché lo svenimento avviene dalla posizione in piedi o altra da valutare caso per caso ma non da sdraiata.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio