Ansia e tachicardia

Buongiorno a tutti,
sto vivendo un periodo decisamente stressante, lavoro, casa, figli, penso di essere arrivata al limite delle mie energie.
Circa dieci anni fa ho sofferto di attacchi di panico, curati con omeopatia e sedute dallo psicologo. Il tutto è stato superato in maniera ottimale, ho ripreso in mano la mia vita e ho iniziato a vivere come una persona normale... Circa dieci giorni fa, inizia il problema, attacco di panico, ero stanca, dormo poco la notte (ho bimbi piccoli) e da li iniziano i miei problemi... Ogni giorno mi sveglio con ansia e tachicardia, ho difficoltà ad affrontare le giornate, ho un peso sul petto che mi impedisce di mangiare e iniziano le mie paranoie, paura di rivivere quello che ho visstuto dieci anni fa... Paura della paura... Continuo a chiedermi: e se dimagrisco ancora tanto, e se non riesco ad affronatare la giornata, e se rivivo quello che ho già passato ecc... ecc... tutti queste negatività mi peggiorano ancora di più la mia tachicardia... Volevo chiedervi, come posso riuscire a vedere la positività delle cose e capire che quello che mi è successo una volta non puo accadere ancora oggi ma che sarà diverso... Ho gia contattao lo psicologo ma lo vedo tra 15 gg...Nel frattempo vorrei un consiglio, ho dei bimbi piccoli e devo affrontare la giornata.. Grazie a chi vorrà rispondermi..
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4.3k 101 45
<<Il tutto è stato superato in maniera ottimale>>

Gentile Signora,
il percorso psicologico effettuato negli anni passati dovrebbe averle lasciato in eredità un bagaglio di strategie e competenze atte a "difendersi" da questa ricaduta. Ha provato a metterle nuovamente in pratica?

In questo periodo particolarmente stressante e stancante ha la possibilità di farsi aiutare da qualcuno nelle faccende di casa, in modo da alleviare un po' le sue fatiche?

Ha qualche hobby, qualche interesse a cui potersi dedicare di tanto in tanto, così da potersi rilassare e svagare un po' dai pressanti impegni quotidiani?

Saluti.

Dr.ssa Paola Scalco, Psicoterapia Cognitiva e Sessuologia Clinica
ASTI - Cell. 331 5246947
https://whatsapp.com/channel/0029Va982SIIN9ipi00hwO2i

[#2]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6.3k 119 9
Gentile Utente,
ha fatto benissimo a ricontattare il suo psicologo dato il malessere che lamenta.
Troppo oberata di fatiche, poco sonno, dovrebbe intanto cercare di ridurre il carico e trovare un po' di tempo per sé.
C'è qualcuno che la possa un po' aiutare in questo periodo?
Quanto tempo hanno i suoi bimbi? Hanno problemi nel dormire?
Ha sostegno da parte del suo partner?

<Continuo a chiedermi: e se dimagrisco ancora tanto, e se non riesco ad affronatare la giornata, e se rivivo quello che ho già passato ecc... ecc... tutti queste negatività mi peggiorano ancora di più la mia tachicardia...>proprio così, un circolo vizioso tra paure, preoccupazioni, ansia, sintomi che si autoalimenta e che andrebbe spezzato attraverso un intervento diretto.


Durante il percorso passato ha avuto modo di apprendere tecniche per gestire l'ansia? Che tipo di percorso ha svolto?


Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#3]
dopo
Attivo dal 2008 al 2017
Ex utente
buongiorno dottoresse e grazie per il vostro aiuto.
Per quanto riguarda la Dottoressa Scalco: - si ho provato a mettere in pratica i consigli e l'aiuto che mi avevano dato, ma anzichè vedere la parte positiva delle cose, vedo solo quella negativa e cioè quando stavo male e non riuscivi piu a toccare cibo e a vivere con serenità la mia vita - per quanto riguarda l'aiuto, ho chiesto ad una persona se mi puo aiutare nelle faccende domestiche e per quanto riguarda hobby, ho poco tempo, ma quando riesco vado in piscina (ultimanete vivo come un peso pure questo anzichè un relax) es: solo andare dal parrucchiere è un peso, non vorrei più programmare le mie giornate e fare le cose quando mi sento di farle, senza imposizioni.

Per la Dottoressa Rinella:
- Come dicevo sopra ho una persona che mi aiuta nelle faccende domestiche
- I bambini hanno 2 e 5 anni, il grande dorme, ma il piccolo è da quando è nato che non dorme, ha un sonno molto disturbato e si sveglia in continuazione di notte, il mio compagno non l'ha praticamente mai gestito perchè si alza molto presto la mattina e fa tardi la sera, quindi solo io mi occupo di loro, lui solo un'oretta / due la sera..
- tecniche particolari per gestire l'ansia non ne ho mai utilizzate, più che altro mi è stato insegnato a vedere la vita in modo diverso, ad essere più sicura in me stessa e a non pensare solo al negativo...

Vi ringrazio di avermi scritto, spero di ricominciare ancora a stare bene, inizierò ancora con l'omeopatia, non voglio psicofarmaci, voglio superare i miei problemi e non soffocarli...




[#4]
dopo
Attivo dal 2008 al 2017
Ex utente

Utente 83846


Invia un messaggio a questo utente invia msg
buongiorno dottoresse e grazie per il vostro aiuto.
Per quanto riguarda la Dottoressa Scalco: - si ho provato a mettere in pratica i consigli e l'aiuto che mi avevano dato, ma anzichè vedere la parte positiva delle cose, vedo solo quella negativa e cioè quando stavo male e non riuscivi piu a toccare cibo e a vivere con serenità la mia vita - per quanto riguarda l'aiuto, ho chiesto ad una persona se mi puo aiutare nelle faccende domestiche e per quanto riguarda hobby, ho poco tempo, ma quando riesco vado in piscina (ultimanete vivo come un peso pure questo anzichè un relax) es: solo andare dal parrucchiere è un peso, non vorrei più programmare le mie giornate e fare le cose quando mi sento di farle, senza imposizioni.

Per la Dottoressa Rinella:
- Come dicevo sopra ho una persona che mi aiuta nelle faccende domestiche
- I bambini hanno 2 e 5 anni, il grande dorme, ma il piccolo è da quando è nato che non dorme, ha un sonno molto disturbato e si sveglia in continuazione di notte, il mio compagno non l'ha praticamente mai gestito perchè si alza molto presto la mattina e fa tardi la sera, quindi solo io mi occupo di loro, lui solo un'oretta / due la sera..
- tecniche particolari per gestire l'ansia non ne ho mai utilizzate, più che altro mi è stato insegnato a vedere la vita in modo diverso, ad essere più sicura in me stessa e a non pensare solo al negativo...

Vi ringrazio di avermi scritto, spero di ricominciare ancora a stare bene, inizierò ancora con l'omeopatia, non voglio psicofarmaci, voglio superare i miei problemi e non soffocarli...

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto