Club prive e sessualità di coppia

Buongiorno,

Spero di essere arrivata nella sezione corretta.

Il discorso che voglio affrontare è un po' particolare ma ho bisogno di un confronto.

Io ed il mio compagno abbiamo una vita sentimentale appagamente ed anche sessualmente ci riteniamo molto felici, nel tempo abbiamo imparato che solo il dialogo può rafforzarci è così abbiamo sempre parlato di ogni genere di argomento, diciamo che abbiamo capito che soli così il rapporto si rafforzava.

Diciamo che anche se a volte con timidezza, abbiamo sempre parlato anche delle nostre fantasie sessuali, ma ultimamente è nato un discorso che attira entrambi ma allo stesso tempo suscita domande.

Volevamo provare l'esperienza di un club prive, saprete bene che in questi posti altre coppie si trovano il più delle volte per fare sesso insieme o anche per scambi di coppia.

Premettiamo che la pratica non ci interessa, il nostro sarebbe solo per un discorso di esibizionismo, una nostra fantasia è sempre stata quella di essere visti fare sesso o vedere altri.

Ecco, per la prima volta ci siamo fatti domande sulla nostra sessualità, se non stiamo spingendo l'asticella sempre più in alto e se sarebbe meglio frenare le nostre fantasie ed inoltre se sia normale o patologico aver voglia di frequentare questi club, anche per un discorso di moralità.

Insomma, da una parte tentati di andare in un locale trasgressivo e lasciare che si realizzi una fantasia particolare che in altri contesti NON è accettabile realizzare, dall'altra sono e siamo pieni di dubbi.

Quello che ci spaventa è che molte coppie hanno problemi perché non si confidano le reciproche fantasie, noi per contro ci diciamo fin troppo e forse non vorrei che il tutto diventasse fuori norma.

Come analizzate il nostro desiderio di frequentare certi posti?

Spero di avere un confronto limpido e sereno su questo argomento.

Grazie
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103
Gentile utente,

1. Iniziamo dalle fantasie.

Ogni persona ne ha, in misura molto variabile dall'uno all'altro.

Alcune sono fantasie strettamente personali, che - se comunicate - "scaricano" il loro potenziale eccitatorio.

Altre, invece, possono essere condivise e diventano nutrimento condiviso per l'eccitazione della coppia.
Delle fantasie alcune sono più diffuse di altre: vedere ed essere visti, sesso a tre, sesso omo mentre il/la partner osserva..
(Una ricerca molto completa sull'argomento ed interessante la troverà riportata in "Il mio giardino segreto. Le fantasie erotiche femminili" CD audio, di Nancy Friday).

2. Il passaggio alla realtà.

Non sempre il passaggio dalla fantasia alla realtà è produttivo per la coppia,
non sempre si è in grado di "reggere" e sostenere nella realtà quanto nelle fantasie risultava così eccitante.

Possono intervenire sentimenti imprevisti e imprevedibili, nel corso dell'esperienza o dopo; gelosia, infatuazione, paura dell'abbandono, confronto, sensi di inadeguatezza, le modificazioni che le esperienze portano inevitabilmente nel rapporto.

Per cui occorre riflettere approfonditamente se e quando trasformare le fantasie in realtà
ed essere pronti a far fronte ad eventi che non si erano previsti.

E ora una domanda: quale è la molla più vera,
la motivazione più profonda che vi spinge a ciò?


Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
La sua richiesta di consulenza obbliga a più livelli di riflessione.
La fantasia
Il suo significato
La vostra coppia
Il dopo attuazione della fantasia

La fantasia ha un potere erogeno proprio perché è tale. Altrimenti diventerebbe un agito sessuale non immune da complicanze..
Non sappiamo nulla di voi, della vostra psiche, infanzia altro.. è difficile dirle come potrebbe andare.

Le allego però del materiale da poter consultare, sono certa che rifletterà su questo scritti.
Se desidera ne riparliamo ancora

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/125-scambio-di-coppie-fenomeno-in-aumento.html

https://www.valeriarandone.it/articoli/sesso-a-tre/

https://www.valeriarandone.it/tradimento/scambio-di-coppia-tra-moda-e-parafilia/

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Rispondere al perché desideriamo questa cosa non lo saprei, so solo che specialmente da parte mia, più che quella del mio lui, l'idea di essere vista a fare sesso col mio compagno mi eccita molto, come l'idea di indossare intimo provocante e sapere che altre coppie mi vedono.

La fantasia è relegata al discorso delle sole coppie, ma voglio chiarire una cosa, l'idea di essere visti fare sesso o essere spiati o spiare ci eccita tantissimo, ma mai e poi mai faremo scambi di coppia o altre pratiche sessuali con singole persone o altre coppie.

Diciamo che il discorso è nato molto per un fatto, ci siamo accorti che le scene di sesso con due coppie viste in film per adulti ci eccitavano tantissimo.

Da qui l'idea di sperimentare, ma viviamo nel blocco mentale su cosa potrebbero pensare le persone ed in un certo senso, so che forse sarà assurdo, ma la vedrei quasi come una delusione o di mancanza di rispetto per i genitori che mi hanno cresciuta con solidi valori, lo stesso discorso lo pensa il mio compagno.

Insomma, trasgredire ci va, ma non contaminino la nostra coppia con del sesso sporco?

Lo so, il pensiero sulle famiglie che ci hanno cresciuto è forse errato, in fin dei conti, ognuno deve fare sesso come meglio si appaga e credo che nessuno sarebbe deluso... o forse no?
[#4]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Ritengo che le vostre perplessità a riguardo debbano essere ascoltate perché non nascono a sproposito, tant'è che l'argomentazione "...ci siamo accorti che le scene di sesso con due coppie viste in film per adulti ci eccitavano tantissimo..." non mi pare molto forte, mi pare del tutto fisiologico e può capitare a molte persone.
Ma non necessariamente la gente decide poi di frequentare dei privè. Forse il punto è proprio imparare a leggere correttamente tutto ciò, come eventi (eccitazione sessuale) che possono capitare di fronte a determinate scene.
Passare determinati confini può avere ripercussioni sulla coppia ed è impossibile poi tornare indietro.
Su questo aspetto è fondamentale riflettere.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103

Gentile utente,

Vi chiedevo le Vostre motivazioni per comprendere se si tratta di una esigenza, oppure di una fantasia che "confina" con la reatà.
Ma online è molto difficile capirlo,

Se poi si riflette, come Lei suggerisce,
<<su cosa potrebbero pensare le persone
e la vedrei quasi come
una delusione o di mancanza di rispetto per i genitori che mi hanno cresciuta con solidi valori,
lo stesso discorso lo pensa il mio compagno.<<
non ci si muoverebbe di un millimetro, mai.
Ma sapere perchè dalla fantasia si passa all'atto, allora diventa essenziale.
Essendo pronti all'imprevedibile.

Un aiuto di persona potrebbe aiutarVi a capire e a decidere.


[#6]
dopo
Utente
Utente
Ma quini, a suo avviso, se nella nostra fantasia c'è questa esigenza di un luogo dove trasgredire in libertà, secondo il suo punto di vista non si dovrebbe pensare tanto al discorso sul deludere per esempio i propri familiari venissero mai a sapere dei nostri gusti sessuali particolari?

Il problema è che siamo realmente attratti da queste fantasie e l'unico dilemma è come gestirle.
[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Non focalizzerei l'atenzione sui genitori e sull'eventuale giudizio morale, ma sul dopo così come avrà letto nelle letture.

In sede di consulenza ci sarebbero tanti ambiti da analizzare:
Educazione ricevuta
sensi di colpa
Censura
Trasgressione
La sua coppia, ecc..

È difficile poi, tornare indietro.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Io ho avuto un educazione molto aperta , anche lo stesso il mio compagno, entrambi abbiamo vissuto molto bene la fase della crescita e ad entrambi a differenza di molti, al momento giusto le famiglie spiegarono la sessualità in modo molto semplice e chiaro, specie dando un impronta di responsabilizzazione sul tema malattie sessuali e anticoncezionali, da questo lato ho sempre stimato l'approccio con cui mi furono spiegate le cose, perché credo che ogni ragazzina o ragazzino non deva vivere nel mistero o nei tabù, ma ricevere una buona educazione anche su questa parte della vita, ovvio con tatto e intelletto.

Per il Resto, entrambi siamo persone molto aperte e interessate a tanti lati dell'esistenza che forse a volte avremmo bisogno di giorni di 72 ore, ottimo livello culturale da entrambi ed appagamento anche nelle mansioni quotidiane.

Per quanto riguarda il sesso di coppia, insomma, ci siamo tolti sempre ogni voglia che ci andava senza tanti problemi sempre con il rispetto reciproco e solo con la reciproca voglia di provare, forse a volte ci accorgiamo solo che ogni volta che si prova un piacere fisico nuovo, spostiamo la lancetta verso un piacere più mentale ed è da qui che è nata l'esigenza di provare l'esperienza del sesso nel prive.

Da quanto leggo però, sembra quasi che questa esperienza possa segnare molto la coppia e su questo voglio ragionare con il mio compagno

Però come dicevo, se non faremo scambio di coppia, in che modo possiamo essere segnati o cambiati? In realtà faremo solo venire a galla e realizzare una fantasia di sesso di gruppo vista in alcuni film e che personalmente mi eccita molto.

O forse quello che volete intendere è che una volta in quegli ambienti, sommando anche la disinibizione che ne consegue, rischiamo di Fare altri gesti di cui potremo pentirci? (Tipo interagire con altre coppie sul piano sessuale senza arrivare allo scambio), anche questo punto va analizzato in quanto a mio avviso, l'eccitazione mista al realizzare una fantasia, potrebbe spingere a fare cose non preventivate all'inizio. O sbaglio? Anche perché credo che tutti, in certe circostanze rischierebbero di lasciarsi andare per mille motivi.
[#9]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103


Non si concentri solo sul "fare", sui comportamenti, quanto piuttosto sui sentimenti ed emozioni - anche impreviste - che accompagnano e seguono.

Se rileggete con calma le risposte che - da differenti punti di vista - Vi abbiamo fornito, troverete molti spunti che poi non avete ripreso, come se l'unico dilemma fosse:
"lo facciamo o non lo facciamo?".

Più di questo online è difficile "darvi"; per questo consigliamo un aiuto di persona.

[#10]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Così come le avevo già detto nella mia precedente risposta, la sede adatta é una consulenza de visu, non online, e per di più senza coppia in studio.

La lascio con una frase che adopero spesso nei miei scritti, come ulterior spinto di riflessione.

"La sessualità è un essere non un fare"
[#11]
dopo
Utente
Utente
Credo di aver capito, il vostro dubbio è de questa esperienza può minare la solidità della coppia, inserendo dei fantasmi nella vita sessuale della coppia, sul momento in effetti potrebbe essere eccitante... ma dopo potrebbe trasformarsi diventando altro.

Però la domanda sorge anche qui, come fare a sapere quali potrebbero essere le evoluzioni senza aver provato?
[#12]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103



<<Però la domanda sorge anche qui, come fare a sapere quali potrebbero essere le evoluzioni senza aver provato?<<
"... occorre (...) essere pronti a far fronte ad eventi che non si erano previsti." (#1).

Altro aspetto: rispetto a questo progetto Lei parla più che altro di sè;
cosa pensa e SENTE il suo compagno lo accenna solo in temini di eccitazione.
Ma
"Possono intervenire sentimenti imprevisti e imprevedibili, nel corso dell'esperienza o dopo; gelosia, infatuazione, paura dell'abbandono, confronto, sensi di inadeguatezza, le modificazioni che le esperienze portano inevitabilmente nel rapporto. (#1)"
Di questo ne avete parlato tra Voi?

E' Lei che attualmente "guida" questo possibile "gioco"?







[#13]
dopo
Utente
Utente
Nella realtà anche lui desidera provare questa esperienza... anzi sostiene che è molto eccitato dall'idea di essere spiati...

Per contro in effetti dopo potrebbero nascere due situazioni, la situazione ci piace e la riproviamo... in alternativa... possono scaturire esperienze distruttive per i sentimenti
[#14]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103

Gentile utente,

Più di questo online è difficile "darvi"; per questo consigliamo un aiuto di persona.


[#15]
dopo
Utente
Utente
Grazie di tutto e buone feste
[#16]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103

Grazie, buone feste anche a Voi.


Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio