Utente cancellato
Buongiorno, sono una ragazza, anzi donna, di 24 anni quasi 25, e non ho mai avuto una vera relazione amorosa.
Faccio una premessa. Essendo stata vittima di bullismo soprattutto al liceo i primi veri amici li ho avuti verso i 18/19 anni, magari questo c'entra. Ma ormai questo è decisamente il passato, ora frequento l'università con risultati molto buoni, nell'ambiente universitario mi sono inserita molto bene, la gente mi stima e ho anche un gruppo di amici, e ho un bel po' di amicizie anche fuori dall'università. Insomma la mia vita sociale è attiva, mi relaziono in modo buono, sia coi maschi che con le femmine.
Allora perché una ragazza carina e simpatica (e non lo dico io) non è mai stata fidanzata seriamente? Ho avuto delle relazioni durate al massimo qualche settimana, ma mai una storia importante, ma la cosa che mi preoccupa di più è l'essere vergine.
Le mie relazioni passate erano relazioni a metà (primo bacio a 16 anni), sono sempre finite presto perché o eravamo incompatibili di carattere o perché il ragazzo in questione voleva solo quello oppure perché anche dopo averlo frequentato e conosciuto proprio non mi piaceva... Non sono pentita di non aver fatto l'amore con loro, perché tanto poi sarebbe finita comunque, e me ne sarei pentita si!!
Il guaio è che però penso perché a questa età sono ancora in questa condizione? 25 anni sono tanti, e la verginità non è più un valore.
Inoltre un ragazzo cosa penserà? Se magari ci piacciamo e quando scopre che di esperienza ne ho ben poca, mi vorrà ancora?
Si potrebbe pensare
1. Che non mi so relazionare con le persone, e non è vero
2. Che sono troppo legata alle tradizioni: no, perché anche ai preliminari ci sono arrivata, semplicemente fino in fondo non me la sono sentita (dopo averlo fatto mi avrebbe aggiunta all'elenco delle sue conquiste). Non ho nessun problema di libido, non ho nemmeno problemi a parlare di sesso con gli altri!!
3. Che sono troppo selettiva: io però sono uscita con diversi ragazzi, ma se anche dopo averli conosciuti proprio non mi piacevano cosa dovevo fare, accontentarmi? Oppure mi piacevano, ma loro non volevano me come li volevo io...
4. Ma soprattutto questo: se poi, essendo già così grande, in coppia non so stare e con la mia inesperienza rovino una bella storia? O il ragazzo in questione pensa che sono un'incapace e mi lascia perdere?
Se sono vergine a quasi 25 anni non è che è perché sono stata immatura, che in 25 ANNI non sono stata capace di riconoscere e di APPREZZARE le persone adatte a me, non sono stata in grado di trovare UNA persona giusta in tutto questo tempo?
Io so bene quello che voglio da una relazione, ma un ragazzo così non mi è mai capitato!!! Ho anche provato a uscire con ragazzi diversi da ciò che volevo, siamo anche diventati amici con alcuni, ma proprio non scattava nulla...
Alla mia età la normalità è avere 2 o 3 relazioni importanti alle spalle, e la prima volta un ricordo lontano...
Sono davvero troppo grande per la prima vera relazione seria?

[#1]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza, penso che Lei si preoccupa troppo, forse è casuale la sua situazione, forse Lei è' selettiva e cauta , ma non può essere un disvalore essere ancora vergine.. cerchi di essere spontanea e non troppo difesa emotivamente ed anche di allargare le sue amicizie ed i suoi interessi.. sappiamo poco di Lei e della sua storia, della sua educazione.. si racconti un po' , potremo aiutarla meglio..L'aspettiamo..!
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206

[#2] dopo  
525566

dal 2019
Grazie mille per la risposta, innanzitutto.
Cosa vuole sapere di preciso?
Sono figlia unica, io e i miei genitori siamo davvero una famiglia unita!! Ho ricevuto un'educazione normale diciamo, senza essere né troppo severi né troppo permissivi. Mi ritengo, all'oggi, una persona indipendente e pratica, nella vita quotidiana. Ormai nella mia famiglia siamo tutti adulti, anche se restano comunque i miei genitori li percepisco quasi come miei pari. Loro capiscono benissimo le mie scelte (tutte), non mi fanno pressioni sul fidanzarmi o altro, anzi!
Nella mia vita studio, ho diversi hobbies ed esco con gli amici. Una normale vita di una ragazza 24enne.
Sono appunto stata vittima di bullismo, perché ero timida e "secchiona" (mi passi il termine)... Non avevo amici da adolescente, quelli sono arrivati dopo. Ma come già detto questo è il passato.
La prima "storia" la ho avuta a 16 anni: si è presentato lui, a me è piaciuto subito (ma proprio innamorata), ma lui era snob e immaturo e alla fine mi ha lasciata in malo modo, dato che in quella scuola ero la sfigata, e ci sono stata malissimo.
Dopo qualche anno, escludendo le cotte da due ore nel frattempo, arriva un altro ragazzo. Anche di lui mi innamoro, anche lui mi desidera molto ma solo fisicamente. L'attrazione fisica era alle stelle, con lui (a 19 anni mi sembra) comincio diciamo ad andare un po' oltre il bacio. Tuttavia con me non vuole impegnarsi, perché lui non si vuole fidanzare per divertirsi con tutte (parole sue). Alla fine mi rendo conto che con lui non sarei stata mai veramente felice e mi passa.
Dopo qualche tempo conosco un altro ragazzo che mi chiede di uscire e si metterci assieme, io ci esco ma nulla da fare, frenata dal fatto che fisicamente non mi piaceva e aveva interessi diversi dai miei, non riesco a innamorarmi e tronco la storia dopo qualche settimana. Continuo da allora a farmi mille paranoie sul fatto che ho lasciato perdere l'unico ragazzo che davvero mi aveva chiesto una storia seria (anche se ho scoperto qualche tempo dopo che era già fidanzato con un'altra).
In mezzo e dopo, una serie di frequentazioni o uscite anche uniche, in cui o proprio non ero convinta, o soprattutto mi cercavano solo per fare sesso e poi sparire (anche no). Non mi sono più innamorata da un sacco di tempo.
Ho capito cosa voglio da una relazione, ma proprio non lo trovo. Io vorrei un ragazzo maturo, che sa apprezzare le piccole cose, intelligente, fine e con cui ci possa essere soprattutto un DIALOGO. E con cui ci sia amore vero, ovviamente. Vorrei tutto questo insieme, magari pretendo troppo? Per essere la prima storia a quasi 25 anni poi..

[#3]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza, comprendo i suoi desideri e le sue aspirazioni, incontrarsi subito in modo così.. totale.. non è semplice.. tutti noi ci lasciamo andare anche gradualmente.. garanzie non ce ne sono, per nessuno.. un po' bisogna fidarsi del proprio vissuto , della ..chimica.. come si dice, semplificando, e della propria sensibilità ed empatia.. non si preoccupi troppo, 25 anni.. non sono certo un problema.. cerchi di essere meno .. giudicante, però... anche gli uomini possono aver paura di sbagliare e possono ..frenare ..per questo.. qui riceviamo moltissime richieste di aiuto proprio da giovanotti perplessi.. Pensieri positivi e sorrisi intanto..!
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206

[#4] dopo  
525566

dal 2019
Si ma possibile che in 25 anni non sia mai capitata la persona giusta per una storia seria, anche se magari solo di un paio di anni? Come è normale alla mia età... Quando vedo le mie coetanee mi sento sempre in difetto!!
Non capisco dove io abbia sbagliato finora.
In che senso un uomo potrebbe frenare?

[#5]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Carissima, un uomo potrebbe spaventarsi, pensare che non è sicurissimo della scelta definitiva, anche pensare che il mondo è vasto e colorato, con tante donne, tante scelte diverse, voler subito essere, diciamo ..garantite sul futuro , la serietà , l'impegno, non è sempre una buona idea.. dipende poi dal modo con cui le cose vengono proposte.. quindi le consiglio un po' di flessibilità , di sorrisi e leggerezza, anche tenendo conto che non è semplice avere una vita professionale chiara, sicura, di questi tempi , per tutti e tutte , anche per i fidanzati.. Calma e niente fretta di garanzie.. vediamo come si mettono i rapporti, la comunicazione, i progetti e i sogni.. ci vuole coraggio certo e amore..!
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206

[#6] dopo  
525566

dal 2019
Che può spaventarsi ho capito, è proprio quello che temo!!
Allora in pratica mi sta dicendo che essere come me a 25 anni non va bene perché allontanero tutti i ragazzi? E se non è dipeso da me? Io non aspetto l'uomo della mia vita, anche perché non so nemmeno se mi voglio sposare mai, ma davvero non è mai capitata l'occasione giusta!! È una colpa questa? Forse non sono stata abbastanza capace di trovarla la persona giusta.. Nonostante sia una persona che ha tanti amici e socievole con tutti! O sono davvero un persona troppo selettiva...

[#7]  
Dr. Magda Muscarà Fregonese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
VILLORBA (TV)
VENEZIA (VE)
MESTRE (VE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Non mi sono spiegata , intendo che forse è meglio conoscersi un po' di più , e tener conto che anche gli uomini possono aver paura di sbagliare , aver paura di impegnarsi.. fidarsi non è' facile.. ma si può provare..
Dr. MAGDA MUSCARA FREGONESE
Psicologo, Psicoterapeuta,
approccio psicodinamico problemi familiari, adolescenza, depressione 348 55 00 206

[#8] dopo  
525566

dal 2019
Capisco... Eppure io non corro affatto coi ragazzi, anzi. Non mi sono mai nemmeno comportata da gelosa, possessiva o quant'altro, anche perché pure io ci tengo alla mia indipendenza.
Io ci provo davvero a conoscerli i ragazzi, anche quelli che sono lontani anni luce dal mio ideale, ma se poi non funziona... Forse non sono capace di trovare e apprezzare le persone adatte a me (nonostante ora abbia tante amicizie e rapporti sinceri).
Arrivata a quasi 25 anni comincio DAVVERO a pensare semplicemente di non essere capace... Sono tanti 25 anni!! Se riuscissi a capire semplicemente cosa non va, almeno farei di tutto per risolverlo.. È che non capisco proprio cosa sia!!