Ansia, farmaci, effetti indisiderati

Salve, sono un ragazzo di 33 anni che soffro di disturbi di panico e ansia, soprattutto anticipatoria, agarofobia, ansia che mi viene se devo fare un viaggio, ansia se non sono con un mio mezzo per uscire di casa per andare a mangiare fuori con amici, soprattutto per paura di andare al bagno, sia per defecare che per urinare...La prima cosa che guardo e' dove trovo un bagno come se fosse una mia sicurezza in caso di ansia forte che mi causa tachicardia e chiusura totale dello stomaco, ansia e paura di fare pessime figure...
Sono gia' stato da un psicoterapeuta con scarsi risultati e allora sono passato dallo psichiatra con i farmaci.

Lo psichiatra dove sono adesso mi ha prescritto Cipralex 5mg per poi portarlo a 10mg successivamente, pero' dopo l'assunzione x circa 15 gg, mi sono comparsi strani fastidi ai reni come quando si ha renella e vescica piena soprattutto la notte

Parlando con lo psichiatra mi ha detto che il farmaco non porta disturbi urinari e quindi di effettuare visita urologica per eventuale calcoli renali.

Nel frattempo che i sintomi peggioravano, alzandomi la notte almeno 3-4 volte a notte con la vesciva piena e non riuscivo ad urinare con un normale flusso come se avessi una restringimento uretrale, e i dolore ai reni aumentavano..., sono andato dall'urologo che mi ha consigliato di parlarne con lo psichiatra e sospendere il farmaco perche' a livello urinario non vi erano presenti calcoli o infiammazioni di nessun genere, ma un po di ristagno di urina probabilmente derivato dal farmaco.

Ho sospeso il farmaco parlandone con lo psichiatra e dopo 2-3 giorni non avevo piu' nulla a livello urinale.

Dopo un periodo di pausa, mi ha prescritto brintellix gocce, prima 5 gocce per poi passare a 10.

Adesso dopo 15 giorni dall'assunzione, sono comparsi nuovamente dolori ai reni, riesco ad urinare bene questa volta ma i dolori ai reni, sono giornalieri e me li porto gia' da 10 giorni.
Sembra di ritornare allo stesso problema come lo era per il cipralex.

Non capisco il perche' debbo avere questi grossi fastidi urinari, Anche la eiaculazione e' un po tardiva come lo era anche il cipralex, ma questo non mi causa un problema anzi me lo migliora essendo che solitamente e' precoce, ma i dolori ai reni come se dovrebbe venire una colica renale mi sembra esagerato.

Chiedo a voi un parere importante sul perche' io debba essere cosi sfortunato ad avere dei problemi
Esiste un antidepressivo che non crea questi grossi problemi su di me, magari di altre categorie?
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,2k 443 103
Gentile utente,

non sempre nella prescrizione dei farmaci lo Psichiatra avvisa degli effetti secondari, iatrogeni.
In questo caso è compito del pz. farlo presente al curante, al fine di poter valutare se introdurre eventuali modifiche.
Questo riguarda sia la sua richiesta relativa alla minzione, ma anche all'eiaculazione. Riguardo alla prima vedo altri Suoi consulti di qualche anno fa a causa di una prostatite auspico risolta; eventualmente una visita urologica.

Chiedo se per l'ansia Le è stata anche consigliata la psicoterapia. Se sì, valuti l'opportunità della stessa, al fine di apprendere strategie opportune.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa