Ansia da prestazione ?

Buongiorno Dottori e grazie mille per il supporto che date,
Premetto che qualche anno fa dopo una "cilecca" avevo passato un brutto annetto circa con una forte ansia da prestazione che poi e' stata curata con un psicologo specializzato in sessuologia con circa 10 incontri e naturalmente dei farmaci pro erettili prescritti dal miuo andrologo.

Quindi tutto risolto e rapporti senza nessun problema ne utilizzo di farmaci come prima di quella famosa cilecca.

Arriviamo ad oggi dove con una nuova compagna di cui sono veramente felice stanno iniziando a tornarmi cattivi pensieri legati ancora a quello che avevo passato in precedenza anni fa con la mia vecchia compagna, allora devo dire che non sono guarito del tutto?
e ho paura che tutto possa succedere di nuovo riportandomi in uno stato catastrofico di ansia da prestazione con tutte le conseguenze e dubbi del caso.
Con lei non ho ancora avuti rapporti, ma facendo un po di petting (ero in piedi e in un luogo non sicuro) ho notato di non avere nessuna erezione e allora mi sono tornati tutti quei pensieri negativi.

Naturalmente l'ansia che avevo anni fa non e' assolutamente paragonabile ad oggi quindi sono molto piu' sereno, devo anche dire che le volte precedenti anche con dei semplici baci avevo delle erezioni quindi ero molto positivo sul fatto che nessun intoppo sarebbe successo.

La cosa che continua a turbarmi di piu' e' il mio calo (presunto) della libido che ho da un po' di tempo, specialmente da quando ho sospeso la cura con Finasteride (ormai 6 anni fa) per alopecia, ho la paranoia che mi abbia creato danni permaneti neurologici ai ricettori della libido, cambiandomi per sempre, o forse e' solo l'eta che avanza quindi la sessualita' non puo' essere quella di 10 anni fa (ora neho 35).

Detto cio' dovrei tornare dal mio sessuologo dopo 4 anni per la stessa identica ansia da prestazione curata anni fa o tentare qualche rapporto e valutare poi se chiedere il suo supporto?

Non mi sento sotto stress, non sento ansia in altri fattori della mia vita, va tutto molto bene, lavoro, amici, famiglia, pero' mi rimane questo tarlo in testa dalla prima cilecca che in fondo sara' capitata a tutti ed era forse da gestire con un sorriso e non come una catastrofe quando capito'.

Grazie mille e buona giornata.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

alla Sua domanda:
".. dovrei tornare dal mio sessuologo dopo 4 anni per la stessa identica ansia da prestazione curata anni fa
o tentare qualche rapporto e valutare poi se chiedere il suo supporto?.."

suggerisco di non attendere,
dato che nel frattempo si possono instaurare meccanismi inconsci di evitamento dell'esperienza sessuale,
che si possono manifestare già ora nella diminuzione del desiderio sessuale.

Naturalmente da curare sono l'ansia e i pensieri ingombranti, non la sessualità..; ma di questo Lei ne sarà già consapevole.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa Brunialti la ringrazio molto avermi risposto,
Chiarissimo quello che mi consiglia e sono d'accordo.
Ma se poi nel primo rapporto quando succedera' dovesse andare tutto bene (non sono andato dal sessuologo nel frattempo) ?
Il problema e' se andasse male perche' piomberei nell'ansia da prestazione come anni fa,
meglio evitare che succeda di nuovo perche' e' stato un anno difficile da superare mi creda.
Questo mio calo della libido puo' essere solo una mia fissazione o dopo 4 anni dagli ultimi esami sarebbe meglio fare una visita in andrologia per controllare ormoni e prostata ?
Come faccio a capire se la libido c'e' o non c'e' in realta',o se e' solo l'ansia che la azzera?
Se una persona si masturba 2 volte a settimana vuol dire che non ha un calo della libido?
E chiaro che i pensieri negativi persistenti durante il rapporto distraggano e quindi e' come se quella persona fosse estranea a tutto non provando eccitazione e quindi non puo' lasciarsi andare e godere di quel momento,e quei pensieri sono da escludere.
Grazie mille Dottoressa per il suo tempo,e' sempre molto disponibile.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

noi abbiamo espresso un motivato parere,
che peraltro la Sua replica rimuginante conferma.

Sarà poi Lei a decidere come agire.
Le consiglio però di rileggere il Consulto di cinque anni fa: https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/534933-ansia-da-prestazione-persistente.html .


Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dott. Bruialti,
Effettivamente il consulto di 5 anni fa potrebbe essere attuale ma con l'esperienza di sapere come agire.
Grazie del suo tempo e Le auguro una buona serata.
La aggiornerò se non Le ruberò del tempo.
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Certamente.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dottoressa,
Ecco come sospettavo dopo essere stati in auto a fare un po di petting ma da vestiti non ho avuto nessuna erezione...forse può essere normale in quelle condizioni ma in quel momento zero eccitazione e zero libido...come se fossi preoccupato...questa è ansia lo so bene...
Sentirò ìl mio sessuologo e vedremo cosa dirà...
Lei non da peso ma dentro di me percepisco che doveva esserci un erezione e quindi cè un problema...che forse in realtà non cé.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio