Per il dottor ferrarolo

Salve sono un ragazzo di 19 anni e ormai da circa due mesi vivo con la costante paura, ansia, apprensione di avere la sla.

tutto è iniziato verso la fine di febbraio quando ho iniziato ad avvertire una sorta di spossatezza/ astenia diffusa, digitando su internet questa sintomatologia le prime voci che vengono fuori sono malattie neurodegenerative come la SM o neuromuscolari come la sla e proprio il timore di quest'ultima ha scaturito in me una forte ansia: sono arrivate le fascicolazioni (diffuse in tutto il corpo, anche alle palpebre inferiori, che ho associato alla sla), sensazione di nodo alla gola (avevo il timore potesse essere un sintomo della disfagia da sla), rigidità e stanchezza alle gambe (a volte anche dei piccoli crampi alla parte esterna del quadricipite sinistro) e a volte intorpedimenti degli arti o delle dita delle mani.

Il mio medico di base ha cercato di tranquillizzarmi dicendomi di non pensare proprio alla sla a questa età e che i sintomi che avverto sono dovuti all'ansia, mi ha comunque prescritto degli esami del sangue completi, tra cui anche i CPK, ed era tutto nella norma.

Purtroppo la mia apprensione non si è placata, mi svegliavo sempre con le gambe stanche la mattina e i sintomi sopracitati non scomparivano (in particolare le fascicolazioni quando ero seduto o sdraiato), ho deciso così di rivolgermi a una neurologa, la quale dopo un esame obiettivo dove mi ha testato i riflessi, la sensibilità a gambe e braccia, la forza nelle gambe e nelle braccia, la camminata su punte e talloni, controllato la lingua e gli occhi; mi ha tranquillizzato dicendomi che i miei malesseri erano dovuti all'ansia, mi ha prescritto un dosaggio di Alprazolam, un consulto con uno psichiatra e un elettromiografia (per farmi stare tranquillo).

Ho svolto l'elettromiografia ai 4 arti una settimana fa e secondo il neurologo che me l'ha fatta era tutto nella norma e anche quest'ultimo mi ha detto di non pensare a questa malattia alla mia età e che sarebbe l'ultima cosa a cui pensare, ho girato a mia volta l'esito dell'esame alla prima neurologa a cui mi ero rivolto e mi ha detto di stare tranquillo e che l'esame è perfetto.

ora chiedo a voi dottori, visti gli esami che ho svolto, posso stare tranquillo?

è possibile che questa malattia non si veda dall'EMG?

è attendibile come esame diagnostico?

mi consigliereste una RM?

la ringrazio e saluto cordialmente in anticipo
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Ragazzo,

a parte che la visita neurologica e gli esami effettuati sono negativi, è proprio la sintomatologia che non fa pensare la sla. Personalmente non avrei nemmeno fatto fare l’EMG.
Lei deve curare il disturbo d’ansia, infatti queste domande, dopo avere escluso la malattia da parte della neurologa, rappresentano chiaramente un sintomo ansioso.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio dottore per la risposta, se possibile vorrei porle altre due veloci domande,
la prima riguarda sempre la mia paura per la SLA e, non so se è una mia percezione dovuta al mio stato ansioso o meno, avverto come se avessi perso tono muscolare nella parte di muscolatura che ricopre la tibia come se sentissi l'osso sotto la pelle, con meno muscolo rispetto a prima, dovrei preoccuparmi ?

la seconda domanda invece, siccome nella visita neurologica non è stato riscontrato nulla e nemmeno nell'EMG posso scongiurare pure l'ipotesi sclerosi multipla?

la ringrazio e saluto cordialmente in anticipo nuovamente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa