Disturbo d'ansia?

Buongiorno e grazie in anticipo ai gentili medici che risponderanno.
Sono una ragazza di 19 anni, in passato ho avuto gravi problemi di ansia e ipocondria, mai curati, che però sembravano essere spariti fino a qualche mese fa.
Premetto che quest'ultimo periodo non è stato affatto facile per me, ho avuto tanti problemi in famiglia e non solo.
Sembrava però che io mi stessi riprendendo, quando un pomeriggio casuale mentre cammino per strada comincio a sentire la sensazione di non respirare bene e il tutto sfocia in un attacco di panico.
Cosi ricomincia il mio circolo vizioso ansiogeno e di somatizzazione dei sintomi che ahimé riconosco perfettamente, e sono arrivata al punto di dovermi sforzare di non avere un attacco di panico ma questo mi fa sentire constantemente come una bomba ad orologeria pronta ad esplodere.
Ieri sera però mi è capitato un episodio strano, ovvero mi ero leggermente preoccupata per una sudorazione inusuale e quindi mi stavo cercando di rassicurare per non far sfociare il tutto in un attacco di panico (e ci ero riuscita!) quando improvvisamente comincia una tachicardia assurda, accompagnata da una deglutizione continua (dovuta ad un eccesso di salivazione) che oltretutto mi dava la sensazione di un apnea momentanea e avvertivo anche uno strano fastidio retrosternale, che continua ancora adesso a distanza di ore.
La mia domanda è, è possibile che tutto questo sia causato dalla mia sola ansia? È possibile che queste somatizzazioni si protraggono per l'intera giornata?
Mi consiglia comunque di fare accertamenti nel caso ci fosse una qualche patologia più seria dietro questi miei sintomi?
[#1]
Dr. Emanuele Petrachi Psicologo 29 1
Gentile utente,
I sintomi che riporta sono tipici dei forti stati d'ansia che, seppur lei è stata molto brava a frenare nel tempo, stanno evidentemente tornando con prepotenza.
Il mio consiglio è quello di rivolgersi a uno psicologo della sua zona che possa aiutarla a trovare le radici di questo suo disagio e superarlo nel miglior modo possibile, non soffocandolo.
Nel frattempo, a scanso di equivoci, può consultare il suo medico di base o cardiologo di fiducia per un consulto medico.

Saluti,

Dr. Emanuele Petrachi
Psicologo (Lecce)

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa