x

x

Psicosi e problemi sessuali

Gentilissimi Dottoresse/Dottori,

sono tanti anni che soffro di disturbo bipolare, ho periodici scompensi paranoici corroborati da una voce cinica e cattiva.
Tra i numerosi problemi che ho ho difficoltà a fare sesso, quando devo farlo mi prende un senso di panico, di profondo disgusto, lo vivo come un'aggressione anche se non lo è.


Devo dire che negli episodi di paranoia ho molta paura che mi aggrediscano non semplicemente perché gli piaccio, ma in senso degradante.
Adesso molti dei sintomi psicotici non li ho più ma il sesso rimane qualcosa che mi da molto fastidio.
Ho un compagno che lavora molto e non mi chiede nulla, mi domando se debba sforzarmi o il nostro rapporto sia destinato a finire per questo e in definitiva, se sia giusto che prosegua con queste premesse!

Vi ringrazio sentitamente
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15,5k 502 107
Gentile utente,

nella sua situazione è sempre difficile capire quanto i disturbi collegati alla sfera della sessualità siano frutto della patologia psichica, dei farmaci che si assumono, oppure siano semplicemente problemi che la persona avrebbe ugualmente anche se non sofferente di problematiche psy.
Intendo dire che leggendo il suo consulto ho pensato che molte persone non bipolari si esprimono nella Sua identica maniera, e che forse se anche Lei non lo fosse avrebbe le stesse difficoltà sessuali.

È difficile riuscire a districarsi, però La invito caldamente a consultare di persona una psicologa che sia anche psicoterapeuta e pure sessuologa clinica (v. Registro in fissonline.it); una specialista con tali caratteristiche è in grado sia di mettere in atto una diagnosi differenziale, sia di cogliere -all’interno dei disturbi sessuali di cui ci parla- le varie componenti, e di proporre una terapia specifica.

Perché accontentarsi di una vita a metà?
Perché mettere a rischio una relazione per dei motivi che magari potrebbero essere risolti?

Non è semplicissimo trovare il bandolo nel caso di concomitanza tra disturbi sessuali e patologia psichica curata farmacolpgicamente; ma è possibile! Per questo la incoraggio a fare il passo di persona.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregia Dottoressa Brunialti,
La ringrazio per la risposta che mi rassicura del fatto che problemi come il mio sono comuni, d'altronde il mio compagno è stimato nel suo lavoro, è una persona senz'altro equilibrata eppure non sembra disturbato dalla cosa.
Rispondendole mi sono resa conto che ho poche energie e tante resistenze, spero che nel tempo troverò la motivazione
Buon pomeriggio

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio