Utente cancellato
DA tempo, come da primi consulti presso questo portale, soffro di dolori senza spiegazioni plausibili. Dapprima le gambe, una sensazione di bruciore dei nervi all'altezza del gluteo o del ginocchio o della gamba, a destra o a sinistra. Ne soffro più spesso d'estate. Antiinfiammatori, fino alla volta successiva. Il referto dell'ultima RMN rachide lombare dice: "Regolari per morfologia e intensità di segnale i metameri in esame. Lieve protrusione anulo-discale mediana e para-mediana bilaterale dei dischi intersomatici compresi tra L4-L5, L5-S1 e bulging anulo-discale globale di L3-L4 condizionanti modesti fenomeni compressivi sulla parete anteriore del sacco durale. Nella norma le faccette articolari interapofisarie e i ligamenti gialli e il canale midollare". Ortopedici e neurochirurghi mi dicono che non ho niente.
Tre anni fa, in curiosa concomitanza con un urto alla fronte, con conseguente colpo di frusta, cominciò un dolore ai gomiti. Ecografia non ha evidenziato niente. Ho effettuato diversi cicli di fisioterapia, assunto farmaci, ma niente. Anche questo dolore me lo porto dietro.
Negli ultimi mesi il dolore al gomito sx è molto aumentato e mi ha portato a rivolgermi ad un osteopata di cui tutti mi parlavano bene; ma il dolore dall'ultima seduta è aumentato, moltissimo. Sto malissimo, in più la mia stanchezza continua è sempre presente, come se il sonno non mi ristorasse, mi sento sempre assonnata e non riesco a concentrarmi, sono depressa, mi alzo al mattino che mi sento spezzata e così rimango tutto il giorno, soprattutto a livello lombare. Ora il dolore dei gomiti lo sento esteso anche ai muscoli e mi dolgono anche i muscoli delle gambe, forse per la passeggiata di domenica in campagna? Non lo so. Mi sono rivolta ad una reumaloga che pensa che sia tutto causa del mio stress, mi ha assegnato nuovamente analisi per anticorpi anti nucleo, due anni fa negativi, leggo dal referto "algie gomito in fibromialgica".
Nel frattempo, in attesa dell'esito delle indagini ematochimiche, mi chiedo se tutto sia collegato, incluso una fitta periodica al piede destro, questa sì chiaramente "ossea", o le periodiche apnee notturne o parestesie notturne, le fauci secche la notte, la nocturia.
E soprattutto mi chiedo se tutto sia di competenza reumalogica o se debba rivolgermi ad un neurologo prima che il quadro peggiori ancora.
Spero mi possiate consigliare, grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

probabilmente i Suoi problemi sono al confine tra reumatologia e neurologia. Le hanno fatto una diagnosi di fibromialgia che a me sembra verosimile ma Le hanno prescritto una terapia?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
15267

dal 2017
La ringrazio per la sua risposta. Ho consultato un neurologo di mia conoscenza che è d'accordo sulla fibromialgia con annessa depressione, mi ha consigliato attività fisica quotidiana aerobica e Laroxyl da 3 fino a 10 gocce da aumentare molto gradualmente...
Il problema più grosso al momento è l'uso delle braccia. Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

da quanto tempo fa questa terapia? Che effetti ha avuto?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
15267

dal 2017
Appena quattro giorni. Dunque 3-4 gocce a sera. Effetti di sollievo dal dolore al gomito o dalla rigidità alla zona lombare e del collo nessuno. Ho avuto un sonno profondo e maggiori difficoltà di risveglio - mi son riaddormentata dopo la sveglia cosa mai successa se devo andare al lavoro - anche se forse negli ultimi due giorni un pò meno sonnolenza durante la giornata...

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

all'inizio di tali terapie potrebbe vedere solo gli effetti collaterali ma gradualmente si andranno riducendo spesso fino a scomparire. Gli effetti benefici vengono raggiunti in alcune settimane (da 3 a 5 in media).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
15267

dal 2017
Bene.
La ringrazio molto.
Cordiali saluti.