Utente 327XXX
Buona sera,
ho 33 anni e ho eseguito una ecografia mammaria come ultimo step prima di iniziare a cercare un bimbo. Il referto è stato:
Mammella dx e sin con quadro di displasia microcistico-micronodulare. Presenza al QSI sin in sede periferica di sfumato nodulo ipoecogeno di 7,4 mm. Non altri noduli bilateralmente. Non linfoadenopatie ascellari.
La dottoressa mi ha quindi segnato una mammografia urgente per nodulo sfumato in area displasia.
L'esito è stato il seguente:
Primo esame mammografico. Mammelle dense. Non evidenti nel contesto dell'opacità di fondo noduli con scuri caratteri mammografici si sospetto. Non evidenti nuclei di microcalcificazioni sospette.
Venivo quindi rimandata alla valutazione del medico che ha richiesto l'esame.
Il dottore mi fissa un appuntamento per un altra ecografia tra due mesi.
Sono comunque in attesa di altro incontro presso un centro specializzato in senologia perche non riesco a stare serena.
Il fatto che un nodulo sia ipoecogeno e a giudizio del medico che ha fatto l'ecografia sfumato mi preoccupa. La mia ginecologa alla palpazione della visita di routine di tre mesi fa non aveva sentito niente, e adesso che sono tornata da lei per questo nodulo dice che alla palpazione sia mobile.
Devo preoccuparmi?
Un saluto
La ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Non c'è da preoccuparsi, ma in considerazione che il nodulo sia dubbio (NON SOSPETTO) Le consiglieranno una agobiopsia ecoguidata precauzionale.

Tanti saluti
Annoni Andrea, MD

[#2] dopo  
Utente 327XXX

Oggi nell attesa della visita ho eseguito una ecografia con un altro ecografo ed id referto è completamente diverso:
Lo studio comparativo rileva corpi ghiandolari distrofici per la prrsenza di mastopatia fibrosa xon placche mastosiche nei quadranti esaminati.
Bilateralmente sono presenti piccole aree adenosiche superficiali del QSI di sinistra e del QSE di destra di dimensioni massime di 5mm che nn presentano caratteristiche patologiche al color doppler.
Nn si rilevano formazioni cistiche bilaterali.
Nei cavi ascellari sono presenti piccoli linfonodi flogistici.

Mi sento sinceramente rassicurata ma non capisco come possano essere tanto diverse due ecogragie fatte a distanza di pochi giorni. Come se il primo medico si fosde soffermato solo su una piccola parte del mio seno senza considerarne la complessita.
Proseguiro comunque con ulteriore visita specialistica.
Saluti.

[#3] dopo  
Utente 327XXX

Oggi nell attesa della visita ho eseguito una ecografia con un altro ecografo ed id referto è completamente diverso:
Lo studio comparativo rileva corpi ghiandolari distrofici per la prrsenza di mastopatia fibrosa xon placche mastosiche nei quadranti esaminati.
Bilateralmente sono presenti piccole aree adenosiche superficiali del QSI di sinistra e del QSE di destra di dimensioni massime di 5mm che nn presentano caratteristiche patologiche al color doppler.
Nn si rilevano formazioni cistiche bilaterali.
Nei cavi ascellari sono presenti piccoli linfonodi flogistici.

Mi sento sinceramente rassicurata ma non capisco come possano essere tanto diverse due ecogragie fatte a distanza di pochi giorni. Come se il primo medico si fosde soffermato solo su una piccola parte del mio seno senza considerarne la complessita.
Proseguiro comunque con ulteriore visita specialistica.
Saluti.

[#4] dopo  
Utente 327XXX

Buongiorno a tutti.
ho svolto la visita specialistica e mi è stato detto che il nodulo nn presenta caratteristiche maligne ma dato che sono andata con piu referti discordanti tra loro hanno prefertito fare l ago aspirato.le risposte saranno pronte a metà gennaio..
Mi è stato detto che probabilmente è una cisti xke con l aspiratura si è sgonfiato. Effettivamente toccandomi lo sento molto piu piccolo. Secondo voi è possibile stare sereni?
E vorrei sapere se da un ecografia si capisce o meno se il nodulo è una ciste.
mi scuso per le domande ma sono molto ansiosa e l idea di aspettare tanto mi fa star male.
grazie mille a chi gentilmente risponderà e buone feste.

[#5] dopo  
Utente 327XXX

Buongiorno a tutti.
ho svolto la visita specialistica e mi è stato detto che il nodulo nn presenta caratteristiche maligne ma dato che sono andata con piu referti discordanti tra loro hanno prefertito fare l ago aspirato.le risposte saranno pronte a metà gennaio..
Mi è stato detto che probabilmente è una cisti xke con l aspiratura si è sgonfiato. Effettivamente toccandomi lo sento molto piu piccolo. Secondo voi è possibile stare sereni?
E vorrei sapere se da un ecografia si capisce o meno se il nodulo è una ciste.
mi scuso per le domande ma sono molto ansiosa e l idea di aspettare tanto mi fa star male.
grazie mille a chi gentilmente risponderà e buone feste.

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive mi sembra che la situazione sia quasi chiarita nel migliore dei modi. Se il nodo è diminuito di volume è confermata la diagnosi favorevole.
Ad ogni buon conto aspettiamo l'esito definitivo del citologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 327XXX

La ringrazio per la risposta dottor Catania. Vorrei chiederle se da un ecografia è possibile capire che il nodulo è una ciste.non riesco a capire il fatto che fosse stato considerato ipoecogeno nella prima ecografia.non dovrebbe essere solido?è possibile confondere solido e liquido?

[#8] dopo  
Utente 327XXX

La ringrazio per la risposta dottor Catania. Vorrei chiederle se da un ecografia è possibile capire che il nodulo è una ciste.non riesco a capire il fatto che fosse stato considerato ipoecogeno nella prima ecografia.non dovrebbe essere solido?è possibile confondere solido e liquido?

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'ecografia è l'esame che meglio di altri distingue il contenuto solido o liquido.

Ma una cisti a "contenuto denso" può essere vista come a contenuto solido
(es per problemi flogistici).
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 327XXX

Buona sera dottore.
Ho ritirato il referto dell ago aspirato. Questa la diagnosi:
Esame obiettivo: Non aree nodulari sospette.
Ecografia mammaria bilaterale: parenchima ghiandolare con modesta iperplasia dutto-lobulare e alcune microcisti sparse.
Il reperto piu significativo al QSI Sinistro ipo-anaecogeno.
Non aree focali sospette.
Non linfoadenopatie ascellari.
Esame istologico: si repertano adipociti ed occasionali macrofagi.
CD: iperplasia dutto lobulare e displasia mocrocistica U2. Verifica con esito C2 (macrofagi) di un reperto preso a campione a morfologia U2 a sinistra.
Si consigliano controlli clinici ed ecografici periodici.

L incubo è finito!mi sembra tanto strano che medici professionisti possano commettere errori tanto grandi. Mi riferisco chiaramente alla prima ecografia che ho fatto.. e il primo pensiero è quello da persona ignorante come sono in materia che sarebbe potuto capitare anche il contrario e cioè che mi fosse stato detto che questo nodulo non aveva caratteristiche sospette ed invece poi le avrebbe potute avere..
non sono certo qui per fare polemica, ma mi sento sinceramente molto confusa. Ho passato due mesi nel terrore per l incompetenza di un medico. Per fortuna nonostante la lunga attesa nel ricevere le risposte la cosa si è risolta nel migliore dei modi...

sono a chiederLe, dato che non ho avuto possibilità di parlare con il medico senologo dell ultima visita se ritiene giusto il semplice controllo clinico ecografico e periodico e se si in quali tempi.
E se secondo Lei posso fare una cura di progesterone per la gravidanza che stavo cercando e che chiaramente, dato gli eventi, avevo temporaneamente sospeso.

Un cordiale saluto e grazie per le sue parole rassicuranti.

[#11] dopo  
Utente 327XXX

Buona sera dottore.
Ho ritirato il referto dell ago aspirato. Questa la diagnosi:
Esame obiettivo: Non aree nodulari sospette.
Ecografia mammaria bilaterale: parenchima ghiandolare con modesta iperplasia dutto-lobulare e alcune microcisti sparse.
Il reperto piu significativo al QSI Sinistro ipo-anaecogeno.
Non aree focali sospette.
Non linfoadenopatie ascellari.
Esame istologico: si repertano adipociti ed occasionali macrofagi.
CD: iperplasia dutto lobulare e displasia mocrocistica U2. Verifica con esito C2 (macrofagi) di un reperto preso a campione a morfologia U2 a sinistra.
Si consigliano controlli clinici ed ecografici periodici.

L incubo è finito!mi sembra tanto strano che medici professionisti possano commettere errori tanto grandi. Mi riferisco chiaramente alla prima ecografia che ho fatto.. e il primo pensiero è quello da persona ignorante come sono in materia che sarebbe potuto capitare anche il contrario e cioè che mi fosse stato detto che questo nodulo non aveva caratteristiche sospette ed invece poi le avrebbe potute avere..
non sono certo qui per fare polemica, ma mi sento sinceramente molto confusa. Ho passato due mesi nel terrore per l incompetenza di un medico. Per fortuna nonostante la lunga attesa nel ricevere le risposte la cosa si è risolta nel migliore dei modi...

sono a chiederLe, dato che non ho avuto possibilità di parlare con il medico senologo dell ultima visita se ritiene giusto il semplice controllo clinico ecografico e periodico e se si in quali tempi.
E se secondo Lei posso fare una cura di progesterone per la gravidanza che stavo cercando e che chiaramente, dato gli eventi, avevo temporaneamente sospeso.

Un cordiale saluto e grazie per le sue parole rassicuranti.

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lei mi chiede di prevedere il futuro. Accontentiamoci dei dati tranquillizzanti allegati al presente.

E se si vuole incrementare il vantaggio di una buona Prevenzione oltre ai controlli (=PREVENZIONE SECONDARIA) occorre occuparsi dello stile di vita per ridurre i rischi soprattutto se sono in programma terapie ormonali

PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com