Utente 358XXX
Buonasera sono un ragazzo di 26 anni,
vi scrivo perché sono seriamente preoccupato per mio padre (54anni).
Da circa un mese a un rigonfiamento alla mammella sinistra il nostro medico ci ha consigliato una mammografia.
il referto della mammografia dice questo:
rx mammografia bilaterale
bilateralmente cute integra con capezzoli normoestroflessi.
A sinistra in sede retroareolare neoformazione radiopaca densa e disomogenea di aspetto ovalariforme a margini sfumati e frastagliati con il circostante parenchima, da cui si dipartono numerose strie dense e tralci fibrotici, taluni confluenti alla sede capezzolare e non immagini da riferire a linfonodi iperplastici lungo il pilastro mammario; il quadro radiografico depone per lesione etereoplastica e comunque necessita di consulenza chirurgo oncosenologica.

ecotomografia:
L'indagine ecotomografica della mammella sinistra eseguita con sonda ad elevata frequenza ha messo in evidenza in sede retroareolare ai piani medi, formazione nodulare ipoecogena del diametro longitudinale massimo di 2 cm circa, a margini sfumati con il parenchima circostante ai cui poli sono altresì apprezzabili microareole anaecogene da riferire ad aree di microcolliquazione e da cui si dipartono alcune strie iperecogene con estasia di qualche dottoendogalattoforo, meglio apprezzabile in sede anteriore.
all'integrazione ecocolor doppler detta neoformazione mostra perifericamente un vivace pattern vascolare e scarso in sede intralesionale.
Il quadro ecotomografico, da ascrivere verosimilmente a lesione eteroplastica necessita di consulenza chirurgo oncosenologica.
cavo ascellare indenne da linfonodi iperplastici.

Questo è il referto, ora vi chiedo la gravità della situazione e in base alle vostre esperienze la pericolosità.
In attesa di una vostra risposta vi porgo Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Effettivamente il quadro clinico-strumentale è molto sospetto.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

Dal punto di vista prognostico non si può dire nulla perché i fattori prognostici si evincono dalla stadiazione della malattia (Esami strumentali + esame istologico definitivo.)

Non è stata richiesta una microbiopsia con ago prima dell'intervento ?

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 358XXX

gentile dottore grazie per la tempestività nell'avermi risposto.
non è stata prevista una microbiopsia, c'è stato detto che in fase d'intervento faranno un esame istologico.
l'agoaspirato non vogliono farlo per paura di andare a toccare tessuti indenni.
Quindi con la mammografia non possiamo essere certi che sia di tipo benigno o maligno?
Il radiologo ci ha tranquillizzati dicendo che il quadro clinico non è tanto negativo.
Dottore io ho tanta paura.
Grazie dottore per la sua risposta.