Utente 398XXX
Egregi Dott, mi chiamo Pina e vorrei chiedervi qualche informazione se è possibile:
Sono stata operata di quadrantectomia il 18 Novembre 2015
Risultati
Carcinoma duttale infiltrante
pT1b N(mi)
linfonodi esaminati 3:
linfonod sentinella con micrometastasi
linfonodo parasentinella negativo
altro linfonodo negativo
Dimensioni del tumore (10mm)
Grado istologico G2
(Ki67) circa 10%
Invasione vascolare peritumorale: presente( non è specificato se ematica o linfatica come previsto per gli standard di refertazione)
HER-2 - Neg
Stato dei recettori ormonali
ER 95%
PgR 95%
Età 45

Proposta cura con radioterapia + Tamoxifene - Enantone siringa ogni 28 giorni
Vorrei chiedere se questi fattori possono essere valutati con cauto ottimismo,
e se l' invasione vascolare invece è il fattore piu importante da considerare, e se la cura proposta e quella standar in questi casi o era piu utile una chemio , visto l'invasione vascolare.
Il referto completo arrivera tra 30 giorni quindi scusatemi se manca qualcosa ma , questo e tutto quello che mi ricordo.
Certo che risponderete con la solita gentilezza e solerzia, sentitamente ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' una situazione bordeline e riguardo alla terapia ci sono diverse scuole di pensiero (bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto ??).

http://www.senosalvo.com/terapia%20medica.htm

Si fidi del suo oncologo e senz'altro confermo il cauto OTTIMISMO sulla base del fattori predittivi che allega.

Oltre alla terapia prescritta ed i controlli di follow-up clinico strumentali (=Prevenzione secondaria) i rischi possono essere sensibilmente ridotti tramite la PREVENZIONE SECONDARIA

Legga

Prevenzione
https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/2253-fermi-dieta-anticancro-rimangia-regole.html

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

https://www.medicitalia.it/news/oncologia-medica/5739-franco-berrino-nuovo-libro-cibo-uomo.html

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/90-attivita-fisica-riduce-rischio-morire-prematuramente-tumore.html

Tanti saluti


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Gentilissimo Professor Catania, la ringrazio per la sua risposta, vorrei solo chiederle un altro chiarimento. Ho letto in un altro consulto che lei diceva che in caso di metastasi dei linfonodi l' invasione vascolare non ha valore prognostico indipendente e di scarso valore, questo riquarda anche il mio linfonodo con micrometastasi?
C'è una possibilità che io possa guarire con questi fattori ?
Grazie per la sua gentilezza e del suo tempo, le auguro un natale ricco di pace e benedizioni.