Utente 178XXX
Buon giorno, sono una ragazza di 33 anni che sta perdendo il sonno per il seguente problema: ad ottobre faccio una ecografia al seno e mammografia; l'ecografia rileva, al seno destro, un nodulo di 16 mm proprio dietro il capezzolo destro e microcalcificazioni diffuse su un'area di 3 cm nei quadranti esterni destri. Faccio ago aspirato sul nodulo e mammotome sulle calcificazioni. L'ago aspirato riporta referto c3-c4 (formazione nodulare disomogeneamente ipoecogena, abbondante componente stromale, numerosi nuclei nudi e cellule mesenchimali isolate, aggregati talora tubuliformi i cellule epiteliali dismetriche con nucleoli evidenti e tendenza alla disaggragazione. Si consiglia ectomia); preciso che il nodulo era stato già rilevato, nella stessa misura, 4 anni fa e "liquidato" come fibroadenoma. Il mammotome dà esito negativo: B2, frustoli agobioptici di tessuto mammario con focolai di mastopatia obliterativa associata a epiteliosi ed ectasia cistica duttale, non evidenza atipie.
Fino a qui, devo dire, ero cautamente "ottimista", ma da dieci giorni a questa parte mi sembra tutto cambiato: avverto ipersensibilità al capezzolo (quasi mi dà fastidio il reggiseno a volte), a tratti dolore al capezzolo e, il peggior sintomo di tutti, quando alzo il braccio destro compare una fovea, non in corrispondenza del capezzolo, ma più in basso ed esterno, in pò dolorosa (come se sentissi tirare). Ora, il chirurgo (perchè il nodulo lo devo togliere, anche se qui stanno già parlando di "intervento in due tempi", e penso di aver capito cosa significa purtroppo), quando gli ho fatto notare questa novità, mi ha guardato in un modo che mi ha gelato...ho capito che la questione, nonostante inizialmente tutto deponesse per la benignità (così mi dicevano) sta rapidamente cambiando. Io mi vedo già con l'ago della chemioterapia in vena, sono sincera, ma non è questo che mi preoccupa, posso farcela; quello che mi preoccupa sul serio sono la fovea e il dolore/prurito/fastidio al capezzolo: vuol dire che la malattia sta avanzando?
Chiedo scusa per il lungo papiro, ma quando chiedo qualcosa ai miei medici (che pure sono una nutrita équipe, stanno tutti sul vago e non si capisce mai un granché..).
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si vede addirittura con l'ago della chemioterapia ??????? (^_____^)

I sintomi che ha rilevato recentemente hanno scarso significato, mentre di certo c'è un esame istologico NON sospetto.

Purtroppo da quanto allega non c'è una diagnosi definitiva, ma la sua ansia, pur se comprensibile, mi sembra eccessiva e pertanto Le auguro

BUONE FESTE (^____^)

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com