Utente 444XXX
Salve, come ogni anno ho effettuato ecografia mammaria bilaterale, ecco il referto:

Esame eseguito con sonda ad elevata frequenza.
Normale aspetto ecografico del parenchima mammario bilaterale, in assenza di lesioni focali ETG apprezzabili.
Ai cavi ascellari presenza di alcune formazioni linfonodali (diam. Max di 1,6 cm a sinistra e 1,6 cm a destra) con indice di rotondità ben conservato e buona rappresentazione ilare.
Necessaria integrazione diagnostica preventiva mediante mammografia

Il mio medico curante mi ha consigliato di fare immediatamente la mammografia, cosa che ho fatto nello stesso giorno..

Ecco esito mammografia:

Mammelle in trasformazione adiposa con residuo ghiandolare ai QE.
Non evidenza di distorsioni x-graficamente apprezzabili.
Calcificazione di tipo benigna a destra.
Eseguito in data odierna ETG negativo ed esibiti precedenti ETG negativi.
Si consiglia controllo integrato (mx-etg) periodico annuale.

Ora sinceramente sono molto spaventata per questi linfonodi ascellari, il mio curante non sarà reperibile in questi giorni (ci sarà il sostituto) e io non so bene come procedere.
Possono essere spia di un qualche tumore?
Premesso che questa settimana ho anche fatto esami del sangue di routine e le uniche cose evidenti erano colesterolo e trigliceridi leggermente alti (ho iniziato già dieta)
Non so se è rilevante ma circa 4 giorni fa ho depilato le ascelle (con epilatore) e quando ho messo il mio solito deodorante ho avvertito un forte bruciore..le cose possono essere collegate?
Come devo comportarmi?
Grazie per la vostra cortese risposta

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive sino linfonodi REATTIVI che hanno scarso significato patologico.
Stia assolutamente tranquilla.

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 444XXX

Grazie per la risposta Dott. Catania!