Sono in cura per ipertrofia prostata. ieri ho avuto feci gialle/biancastre.devo preoccuparmi?

Salve,
Sono in cura per ipertrofia prostatica con Ofuxal e Deprox supposte. Ho 45 anni.

Nel contempo, oltre alla cura farmacologica, ho iniziato dietro consiglio dell'urologo una dieta che escluda affettati, spezie, caffè e cibi fritti.

Sto mangiando vegetali, legumi, frutta secca e proteine (uova, pesce, carne bianca, formaggi freschi e non stagionati).

Ieri improvvisamente ho avuto un episodio di feci gialle/biancastre.

Devo preoccuparmi? Potrebbe essere dovuto all'alimentazione o alle medicine?

Grazie a chi rispondera'
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.1k 1.7k 17
Si tradda di una manifestazione legata all'intestino o al fegato, comuqnue apparentemente non di inetersse urologico doretto. Ne parli in primo luogo con il suo medico curante.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve,
grazie del riscontro.
Effettivamente il mio medico curante mi ha rassicurato che questo episodio sia stato collegato a una motilità intestinale elevata.
Nella cura urologica sto comunque assumendo, in associazione all'Ofuxal, probiotici e il medico mi consigliava di attendere cmq la loro efficacia sul lungo periodo per regolarizzare intestino.
Approfitto per chiederle in quanto tempo posso vedere miglioramenti.
Sono in cura da 20 giorni e noto un flusso urinario più corposo e il dolore vescicale che lamentavo è quasi del tutto scomparso.
Noterò altri miglioramenti a breve o ci vorrà ancora tempo?
La cura prescrittami è al momento di 3 mesi.
Grazie
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.1k 1.7k 17
Il farmaco alfuzosina che lei sta assumendo (Ofuxal ed altri) non ha una efficacia curativa a lungo termine, ha quindi unicamente una azione funzionale che si esercita rilassando la muscolatura involontaria delle basse vie urinarie, cosa che permette un più agevole flusso urinario. Non vi è quindi un'azione diretta sulla prostata e il suo ingrossamento. L'efficacia è limitata alla durata di azione del farmaco, che è di circa 24 ore, pertanto se si ottiene un vantaggio significativo, la terapia non deve essere interrotta. I vantagii peraltro dovrebbero apprezzarsi abbastanza velocemente, diremmo entro i primi 10 giorni di terapia. Il termine di 3 mesi viene dato solo per una giusta rivalutazione dell'efficacia della terapia prescritta.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

Prostata

La prostata è la ghiandola dell'apparato genitale maschile responsabile della produzione di liquido seminale: funzioni, patologie, prevenzione della salute prostatica.

Leggi tutto