Utente 240XXX
Buonasera.
Spiego il mio problema.
Circa 3 mesi fa credevo di avere la cistite poichè quando urinavo sentivo un bruciore interno molto forte (siprattutto durante le ultime gocce di urina) e un forte odore di ammoniaca. Poichè il Monuril risultava risolutivo solo per poco, ho fatto gli esami delle urine e mi è stata trovata l Escherichia Coli. Mi sono curata con Uniquin e tutto è finito. Circa un mese fa sono tornati bruciore e dolore e ho ripreso Uniquin (mi avevano detto che l Escherichia era recidiva quindi non ci ho fatto troppo caso). Da circa una settimana mi sono tornati bruciore e odore di ammoniaca e questa volta ho anche un nuovo sintomo: mi sembra avere lo stesso sapore di ammoniaca anche in bocca.
Non capisco di cosa si tratti e, soprattutto, perchè a volte mi brucia e fa puzzo e a volte no.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

tutti i sintomi da lei indicati fanno pensare che si sia ripresentato un problema infiammatorio a livello delle vie urinarie.

Si ricordi che, in presenza di queste problematiche, oltre a seguire attentamente tutte le indicazioni del suo urologo, è importante osservare anche alcune indicazioni dietetico-comportamentali come:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)tenere d'occhio la bilancia infatti, se obesi , spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com