Utente 181XXX
Salve
ho 35 anni e l'anno scorso ho avuto una prostatite-vescicolite batterica da eschericchia coli
risolta con terapia antibiotica Ciproxin e supposte.
2 spermicolture successive negative
1 tampone uretrale anch'esso negativo

all'epoca feci anche una ecografia trans rettale che mostrava l'infiammazione e una formazione cistica di 2mm sulla prostata oltre ad una calcificazione di circa 10 mm

dopo di tutto questo ho eseguito un controllo dallo specialista curante che 3 mesi fa mi ha assicurato che la prostata è guarita e assolutamente normale.

il mio problema è che ultimamente dopo aver eiaculato sento una sorta di ipersensibilizzazione del pube, una sorta di fastidio leggerissimamente doloroso
una sorta di formicolio che dura diverse ore dopo aver eiaculato.
non ho sanguinamenti ne bruciori anomali e tale fastidio sembra avvolgere anche il pene ed i genitali.

vorrei sapere a cosa può essere dovuto tale fenomeno e aggiungo che in condizioni di riposo non avverto nulla e tutto si percepisce dopo l'orgasmo.
non ho preblemi erettili, il getto urinario è normale, ed il getto eiaculatorio pure.

grazie




[#1] dopo  
Caro signore,
i suoi sintomi sono compatibili con una modesta recidiva di prostatite. Consulti un collega dal vivo per diagnosi definitiva e per intanto eviti thè, caffe, alcoolici, piccanti, insaccati, fumo e stress.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 181XXX

grazie Dottore
cosa intende per recidiva di prostatite??????

intende prostatite cronicizzata????
pensa sia più riconducibile alla prostata oppure di più alle vescichette seminali????

posso anticipare prendendo qualche farmaco????

in merito ai consigli dietologici faccio presente che non bevo, non fumo
e non prendo caffè

per lo stress non è facile da eliminare di questi tempi
..................bastasse dirlo sarebbe un sogno..............!!!!!

per la visita dal vivo cercherò di farla a breve

grazie saluti

[#3] dopo  
Mi pare si stia facendo prendere dalla "fifa". Eviti, tutte le prostatiti, a meno che non abbia 40 di febbre, sono "croniche", tranquillo. Dai sintomi direi robetta,
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 181XXX

egregio dottore
le scrivo per dirle che periodicamente soffro ancora di dolori nella zona perianale dietro ai testicoli, ogni tanto mi rimane un senso di ipersensibilizzazione del pene dopo l'eiaculazione, un piccolo fastidio come un formicolio.
i dolori aumentano nello stare seduto oppre nei piegamenti in avanti
vorrei capire se questi dolori associati allo stare seduto, al guidare o al piegarsi in avanti possono essere associati a patologia prostatica

la visita dallo specialista che mi ha seguito nella prostatite non ha mostrato nulla di particolare. la prostata è dura e compatta tranne un piccolo puntino leggermente più morbido, il medico sostiene che sia il residuo della prostatite, ma per il resto nulla di serio, mi ha prescritto 7 giorni di top ster (già finiti) unitamente a pastiglie Proposta

faccio presente che dopo la sospensione del topster i sintomi sono riapparsi, vanno e vengono, quasi fosse diventato un ciclo ben determinato, giorni di benessere, poi un piccolo fastidio, poi un acuto che dura un giorno al massimo 2 poi tutto sparisce per poi ricominciare da capo....

nel caso lo specialista mi ha detto di eseguire una nuova spermiocultura anche se ne ho già 2 negative e tampone uretrale negativo quindi sono 3 esami negativi....

l'eco transretale ha mostrato una cicatrice di un cm ed una ciste di 2 mm nel centro della prostata.
cosa ne pensa?

esitono ulteriori esami per chiarire se trattasi di prostatite cronica ??
oppure altra patologia?

grazie










[#5] dopo  
Segua le indicazioni del collega, che è importanbyte distiguire da prostatite con infezione e prostatite con infiammazione senza infezione. Per intanto eviti thè, caffè, alcoolici, piccanti, insaccati, fumo e stress.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org