Utente 130XXX
gentili dottori,
sono anni oramai che convivo con un disturbo molto fastidioso al quale vorrei davvero porre rimedio..
tutto è cominciato anni fa quando ho avuto un forte episodio di dolore alla vescica,ma senza bruciore all'atto di urinare...in concomitanza avevo anche dolori intestinali..
quindi niente bruciore e neanche batteri perchè l'urinocultura era negativa.
il medico di famiglia e l'urologo a quel tempo mi dissero che poteva essere stato un episodio procurato dalla sindrome del colon irritabile,di cui comunque soffro,unita da una forte somatizzazione,in effetti ero stata presa dall'ansia...
per anni ho convissuto con il sintomo che non mi passava..ma poi,dopo una cura mirata con antispastici,ansiolitici ed antinfiammatori la sintomatologia si è attenuata fortemente,ma ci sono voluti mesi..
non ho mai fatto esami urodinamici da un urologo per vedere il corretto funzionamento della vescica,ne' la cistoscopia perchè appunto mi era stato riferito che la causa era intestinale...
ora da quella volta io accuso spesso una frequenza minzionale con pesantezza al basso ventre,senza bruciore,che si accentua con le defecazioni e appare comunque parallelamente a gonfiore intestinale..in questi giorni io devo alzarmi di notte per
urinare anche due volte,poi di pomeriggio spesso vado ogni ora o due fino a sera..
Tutto questo per sapere da voi se anzichè un disturbo intestinale possa essere invece vescica iperattiva..ripeto che non ho mai fatto esami urodinamici perchè comunque quando ho la frequenza minzionale ho anche meteorismo e gonfiore all'intestino..
ma puo' il colon irritabile dare frequenza minzionale cosi' fastidiosa?
e se si cè una cura oltre agli antispastici?se fosse auspicabile un disturbo da vescica iperattiva dovrei fare esami invasivi?la colite puo' provocare, anzichè solo frequenza minzionale ,anche problemi al muscolo detrusore o non coinvolge
la vescica nel suo interno?ci sono rischi per la vescica se la colite continuamente interferisce?
Vi ringrazio anticipatamente per una cortese e precisa risposta in merito che possa rasserenarmi..

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
se sono state escluse cause di infezioni urinarie, la diagnsoi di colon irritabile può essere correlata ad uno stato di ipersensibilità vescicale considernado che possono avere origine in comune nel senso che possono essere causate da una aumentata eccitabilità delle fibre nervose periferiche che innervano l'intestino e la vescica. Tale stato di ipereccitabilità può determinare un'aumetnata frequenza minzionale correalta a minimi stimoli esterni (es. distensione vescicale, variazioni di temperatura, percezione di scorrimento di acqua, lavarsi le mani con acqua fredda ecc.). Comunque è necessario verificare quanto sopra esposto anche con esame urodinamico come già propostole.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#2] dopo  
Utente 130XXX

Grazie dottor Salese per la sua gentile risposta,
quindi questa ipersensibilità vescicale si puo' diagnosticare tramite esami urodinamici?
Esiste una cura per diminuire questa sensibilità o basta curare l'intestino irritabile?
Lei esclude la vescica iperattiva,cosi' valutando i sintomi che le ho descritto?
Questo mio disturbo puo' danneggiare la vescica in futuro?
Le assicuro che è un disturbo davvero fastidioso,invalidante e insopportabile che mi pregiudica a volte anche una normale vita sessuale,per questo gradirei davvero un suo più preciso chiarimento in merito a queste mie ultime definitive domande,grazie!

[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
1)Si
2) Certo ma la si assegna dopo l'esame di cui sopra
3) Se non corretto e ci sono alterazioni eccessive della contrattilità vescicale la risposta è si.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#4] dopo  
Utente 130XXX

okay grazie mille,il suo consulto mi è stato utilissimo altrimenti avrei continuato ad assumere antispastici per un problema che invece va valutato anche a livello vescicale...è che il medico di famiglia ha dato sempre la colpa al meteorismo i cui gas premono sulla vescica,non mi ha mai consigliato nè esami urodinamici,nè cistoscopia.
Procederò come lei dice..
ah un'ultima cosa..non mi ha detto se secondo lei puo' essere implicata anche la vescica iperattiva..
grazie ancora per la sua disponibilità,arrivederci,questa è la mia ultima domanda

[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Potrebbe anche essere come dice il suo curante, ma senza appositi esami non è possibile verificarlo. La diagnosi di vescica iperattiva la si fa proprio con l'esame urodinamico ed è una delle possibili cause dei suoi fastidi, ma come detto in precedenza è necessario confermare o meno la diagnosi.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#6] dopo  
Utente 130XXX

grazie mille per la su cordialità e disponibilità...saluti

[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prego!
Cordiali saluti
Gino Scalese