Utente 283XXX
Mia figlia di 5 anni da più di un mese ha continuo stimolo ad urinare, circa ogni 20 min, spesso fa 2 gocce o niente, non ha bruciore nè male. Dorme tutta la notte. Negli stessi giorni in cui è iniziato questo stimolo continuo ha anche iniziato a lamentare dolore in zona periombelicale, soprattutto al risveglio ed alla sera. Da allora le hanno fatto 5 volte esame urine e urinocoltura, sempre negative. Dopo due settimane da inizio sintomi, dopo aver sospettato cistite le hanno prescritto monuril e cefpodoxime e fermenti lattici, "finalmente" con ecografia le hanno diagnosticato adenomesenterite. Quindi si è fatta 2 settimane di debridat e ancora fermenti lattici. Non è cambiato nulla, stessi mal di pancia e stesso stimolo ogni 20 min di far pipì che spesso non fa, stesse notti serene senza risvegli. Possibile che lo stimolo continuo di far pipì non abbia nulla a che fare con l'adenomesenterite e che la causa sia psicologica? La bambina è serena e seguita. Che esami posso fare ulteriori per scoprire le cause dello stimolo continuo? Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

in questi casi, se la bimba è collaborante, potrebbe essere utile fare, oltre ad alcune ecografie ripetute, anche delle uroflussometrie registrate a diversi riempimenti della vescica e tenere un foglio minzioni dove deve essere segnata l'ora e la quantità di urine emesse.

Risenta ora in diretta il suo urologo di fiducia, ridiscuta con lui il problema della figlia e poi ci riaggiorni.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 283XXX

Grazie Dottore,
Non ho un urologo di fiducia, ad oggi una visita urologica non mi è stata indicata come necessaria, neppure su mia richiesta. Cercherò privatamente un urologo pediatrico in loco, cosa non facile dato il periodo di festa. Presumo che voi non possiate fare nomi. Non voglio e non posso scoraggiarmi. (Piccolo sfogo: Sentirmi dire che "il motivo sarà psicologico" e che la visita urologica non serve, è un pò come se andando dallo spicologo per dirgli che la bimba ogni volta che vede un bastone piange disperata mi rispondesse "il motivo sarà oculistico").
Le chiedo cortesemente se nel frattempo potesse ipotizzare qualche causa del problema. E se lo stimolo continuo potesse avere a che fare con l'adenomesenterite. Ad oggi l'idea che mi sono fatta, mettendo un pò insieme i pezzi è la seguente: la bambina 40 gg potrebbe aver preso un virus che le ha causato l'edenomesenterite, che ha infiammato o infettato anche le vie urinarie per cui ha questo continuo stimolo. Oppure, i linfonodi gonfiati x l'adenomesenterite premono sulla vescica provocando lo stimolo. Quindi il problema principale da risolvere è l'adenomesenterite. Se così fosse pare che non ci sia molto da fare a parte prendere i fermenti lattici come ha fatto sino ad ora. Oppure le due sintomatologie si sono presentate casualmente in contemporanea. Lei cosa ne pensa?
La ringrazio molto

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

da quello che io so, un'adenomesenterite acuta è un’infezione delle ghiandole del mesentere (la struttura anatomica che sostiene e nutre l’intestino) e questa è quasi sempre preceduta da uno stato infettivo a livello dell'apparato respiratorio.

Tutte le ipotesi ed i collegamenti eziologici che fa sono un pò "azzardati" ed è difficile darle, da questa postazione, delle indicazioni cliniche precise e corrette.

Detto questo, comunque una valutazione urologica in diretta, soprattutto se il problema permane, dovrebbe essere la corretta strada da seguire.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com