Prostatectomia

Un cordiale saluto ed un ringraziamento anticipato per la vostra cortese risposta.
Oggi mi è stato diagnosticato un ADENOCARCINOMA a basso medio grado di differenziazione (Gleason totale 7/10).
Snomed T-92000 M-81403
Mi è stata proposta una prostatectomia radicale, o diversamente una terapia ormonale con radioterapia.
Optando per la seconda, mi è stato detto che in un secondo tempo non sarebbe più possibile eseguire la prima terapia. Se optassi per la prostatectomia radicale, dovrei nel giro di un paio di mesi diminuire di almeno 25 Kg, essendo in sovrappeso (118 Kg).
Senza perdita di peso non è possibile eseguire l'intervento.
Chiedo semplicemente da cosa deriva questa impossibilità, in quanto in un paio di mesi non penso si possa perdere così tanto peso e perdere ulteriore tempo vista la diagnosi non penso sia cosa saggia.
Grazie.


[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile lettore,

una situazione di franca obesità non permette generalmente per problemi di ordine generale un intervento chirurgico complesso come una prostatectomia radicale e quindi, se vuole essere operato bisogna dimagrire... due mesi non sono nulla e con una dieta mirata si può raggiungere l'obbiettivo.

Nel frattempo comunque, se desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html,

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test