Utente 184XXX
Buon giorno
mio padre ormai da 12 anni sta seguendo una cura con blocco androgenico, dato che all'incirca dodici anni fa quando lui aveva 42 anni gli è stato diagnosticato un carcinoma prostatico con metastasi ai linfonodi locali...GS (3+4), purtroppo quando gli è stata diagnosticata la malattia non è stata asportata la prostata, ma hanno asportato solo i linfonodi locali toccati. Ultimamente il PSA è salito a 4, 35 e mio padre sta facendo numerosi esami: PET, scintigrafia...Lunedi andrà a fare anche la tac, e a novembre anche la scintigrafia penso con colina...gli hanno anche consigliato HIFU per trattamento locale della prostata. Vorrei chiedere se in questi casi, dopo un trattamento ormonale cosi lungo, mio padre potrebbe farsi asportare la prostata, anche per laparoscopia e se questo intervento potrebbe dargli beneficio in qualche modo, anche perchè mio padre ora sta bene ma come lei ben sa l'ansia è tanta e non ci siamo abituati a vivere con questo pensiero...

la ringrazio in anticipo per la risposta...cordiali saluti

[#1]  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)
ACRI (CS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
argomento delicato. la presenza di ( ex metastasi ) non autorizzerebbe all'intervento di prostatectomia radicale. Spesso in questi casi si ricorre a terapie integrate di ormono-radio terapia.
Lascio la parola ai colleghi del portale che si dedicano in maniera elettiva a tali problematiche
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 184XXX

Lei dice di girare la domanda alla sezione oncologia?
la ringrazio per la risposta...

[#3]  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)
ACRI (CS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No, no. Abbiamo esperti in questa sezione di oncologia urologica. Sicuramente troverà indicazioni più tecniche. Come le dicevo è un argomento delicato, sicuramente nelle forme come quella di suo padre ( sino adesso ben circoscritta ) va valutata bene la stadiazione prima di aggredire con interventi maggiormente demolitivi
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#4] dopo  
Utente 184XXX

La ringrazio per la velocità della risposta...aspetto eventuali consigli

[#5]  
Prof. Bernardo Rocco

32% attività
0% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
gentile lettore,
insieme al dr Militello volevamo sapere se ci sono novità sugli esami di stadiazione che ha effettuato suo padre.
In particolare la PET.
Sarebbe inoltre importante conoscere il valore della testosteronemia per capire come stiamo procedendo dal punto di vista della terapia ormonale.

Le sconsiglio vivamente, in questa fase, di procedere con un intervento di HIFU.

aspettiamo di conoscere i dati rischiesti per poterle dare eventuali ulteriori suggerimenti,

cordialmente,
prof. Bernardo Rocco
Università di Modena e Reggio Emilia
www.bernardorocco.it

[#6] dopo  
Utente 184XXX

Buona sera...
mio padre ultimamente ha fatto una risonanza magnetica transrettale..e non ha evidenziato evoluzioni della malattia...per il dato di testosteronemia non lo conosco perchè sono cartelle che ha mio padre...domani andrà a fare la PET speriamo che vada tutto per il meglio...quindi lei consiglia il trattamento HIFU? ma il trattamento è esteso su tutta la prostata comprese le vescicole seminali? o per una porzione di essa?

la ringrazio in anticipo per la risposta..cordiali saluti