Utente 467XXX
Ho effettuato una ecografia a reni, vescica e prostata. La prostrata e' ingrossata, e l'urologo mi ha dato una cura. Reni e vescica dalla ecografia non sembrano presentare problemi.
La cosa che più mi preoccupa e' avere trovato tracce di sangue nelle urine, a seguito di analisi. L'urologo mi ha detto che potrebbe trattarsi anche di un tumore, per cui dovrò sottopormi ad altre analisi anche invasive.
Mi chiedo: una ecografia a reni, vescica e prostata, non avrebbe già evidenziato una patologia tumorale?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

un'ecografia è già un esame che orienta ma bene sempre seguire le indicazioni di chi la sta seguendo in diretta.

A questo proposito è stata comunque fatta anche una valutazione citologica sulle urine per l'eventuale ricerca di cellule tumorali su tre campioni diversi, procurati in tre giorni differenti?

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Dottore la ringrazio tantissimo per avere risposto. La valutazione citologica sulle urine non mi è stata consigliata. Potrebbe essere utile eseguire una TAC? e di che tipo? Inoltre le emazie potrebbero essere conseguenza dell'ingrossamento della prostata, o le cause sono da ricercarsi altrove?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

per evitare comunque indagini ed esami inutili e, a volte, anche costosi bene porre questi quesiti particolari in diretta al suo urologo di riferimento.

Noi, da questa postazione, le possiamo solo dare un generico e non preciso "sì".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 467XXX

Dottore la ringrazio per la pazienza ed i consigli. La presenza del sintomo e l'eventualità di una cistoscopia mi lasciano molto preoccupato.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Risenta ora il suo urologo e poi, se lo desidera, ci riaffiorai.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 467XXX

Grazie mille Dottore per avermi risposto!

[#7] dopo  
Utente 467XXX

Salve, vi volevo aggiornare sulla situazione. Parlando con l'urologo ho esposto le mie paure sulla cistoscopia, chiedendo magari di iniziare con un esame meno invasivo. Mi dirotta sulla Uro Tac.
Vado al centro da lui consigliato per prenotare. L'anestesista viene a sapere che talvolta mi viene qualche attacco di asma e che due volte nella mia vita mi è venuta una orticaria, oltre al fatto che sono allergico ad un farmaco di cui non faccio il nome per non fare pubblicità. A questo punto mi fa presente che eventuali reazioni avverse derivanti dal mezzo di contrasto sono controllate dalla terapia di preparazione ma....mai dire mai.
A questo punto mi sono del tutto bloccato psicologicamente. So bene che le mie paure sono ingiustificate.
Giusto oggi ho consegnato in ambulatorio tre campioni di urine per esame citologico ed il referto mi sarà dato tra quindici giorni.
Vi aggiornerò.

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Molto probabilmente il radiologo teme una risposta allergica al mezzo di contrasto.

Comunque mi aggiorni sul citologico.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 467XXX

Dottore lei è gentilissimo. Premesso che non voglio assillarla con domande continue, vorrei chiedere una cosa se me lo permette. La TAC alle vie urinarie è efficace solo con la somministrazione del mezzo di contrasto? Una TAC alle vie urinarie ma senza mezzo di contrasto non rileverebbe la presenza di formazioni sospette?

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il mezzo di contrasto definisce meglio le immagini ricevute da tale indagine!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 467XXX

Buongiorno, ecco il referto dell’esame citologico delle urine.
“Sedimento poco cellulato con presenza di rare cellule squamose e uroteliali parzialmente degenerate. Negativa la ricerca di cellule neoplasiche.”
Mi potreste dire, Dottore, cosa pensate del referto? Grazie.

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'indagine citologica sembra tranquillizzante, soprattutto per questa frase: "Negativa la ricerca di cellule neoplasiche."
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 467XXX

Grazie mille per la risposta, Dottore. E' il caso che mi tranquillizzi? Perché della Tac con mezzo di contrasto ho molta paura.

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si tranquillizzi e faccia la TAC come indicatole!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#15] dopo  
Utente 467XXX

Dottore vi ringrazio per la pazienza e la disponibilità. Sempre grazie.