Utente 427XXX
Ho fatto già una domanda su questo ma purtroppo nessuno mi ha risposto...

Ora sarò molto più coinciso:
DIAGNOSI: Prostatite cronica batterica, oppure sospetto collo vescicale stretto.
CURA: Ciproxen 500mg e Bromiser, per 6 settimane. Nel caso di bisogno Xatral. E in più un altro urologo mi ha prescritto anche Mictalase.

Ok arriviamo al presente, non ho ancora cominciato la terapia perché mi sono operato e sto ancora in riabilitazione, sto prendendo per l’intervento antibiotici intramuscolo, ho preso un sacco di cortisone (adesso sospeso). Quindi penso non sia il caso di cominciare a prendere il Ciproxen adesso...

Il punto è questo: da dopo l’intervento ho una forte difficoltà ad urinare, dalla prima sera perché non riuscivo ad urinare nel pappagallo e mi si è infiammato tutto (tant’è che ho dovuto mettere il catetere).
Ora sono passati alcuni giorni, ma mi brucia moltissimo l’uretra, e soprattutto la notte vado a fare pipì in continuazione (con poche gocce).

Non ce la faccio più dottori, stanotte mi sono dovuto alzare 4 volte.
Volevo sapere, visto che l’urologo mi aveva scritto “Xatral al bisogno”, potrei cominciare con lo Xatral? Mi può aiutare o non c’entra niente con l’infiammazione prostatica?
Oppure dovrei cominciare direttamente con la terapia? (Ciproxen, Bromiser, Mictalase)?

Per favore aiutatemi un attimo, grazie...

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve lo xatral e non deve essere preso al bisogno ma per un periodo più o meno lungo consiglio quindi di utilizzare al momento il mictalase supposte e xatral una compressa la sera quando va a letto consideri gli effetti indesiderati della molecola ossia la retro eiaculazione e l'eventuale abbassamento della pressione arteriosa
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Grazie dottor Militello, tra l’altro è la prima volta che vi vedo sul sito!

Già che ci sono, vi chiedo, secondo voi con la terapia: Mictalase supposte (e successivamente Bromiser, e Ciproxen per l’infezione) si può risolvere una prostatite cronica batterica?
Sono anni che giro urologi, e nessuno mi ha mai aiutato davvero, tutta a darmi solo erbe, Serenoa ecc... spero che nuova terapia si riveli efficace!

Ps: Riguardo lo Xatral, lo so, in effetti essendo sintomatico non avrebbe senso prenderlo al bisogno, mi era stato dato nel periodo pre-intervento per alleviare la sintomatologia, ma preferii non prenderlo, però a questo punto...

[#3] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Salve Si sono sul sito di medicitalia da 2012 rispondo chiaramente quando possibile nei momenti liberi anzi diciamo il più delle volte tra una visita e l'altra ma ho sempre da imparare anche spesso leggendo le risposte dei colleghi bravissimi che sono presenti in questo portale per quanto riguarda la tua domanda onestamente se la terapia adeguata è protratta per un certo tempo potrebbe essere risolutiva Per quanto riguarda la terapia antibiotica ho imparato nel tempo che deve essere intrapresa per almeno tre settimane
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Scusate se la disturbo ancora dottor Militello, ho cominciato ad assumere lo Xatral 2,5 ieri sera, e ne ho presa un’altra compressa anche oggi pomeriggio.
Come vi anticipai, lo Xatral non sarebbe la mia terapia vera e propria, che dovrebbe essere Mictalase, Ciproxin 500 e Bromiser, ma ho voluto assumerlo giusto nel periodo attuale in cui sto smaltendo l’intervento, per attenuare i sintomi...

Ok veniamo a noi, premettendo che già di mio soffro di ansia e attacchi di panico, da stanotte dopo aver preso la compressa ho cominciato ad avere tremori, battito cardiaco accelerato, palpitazioni, e una stranissima sensazione allo stomaco tipo nausea che mi prendeva in certi momenti.
Non sapevo se era un effetto psicologico oppure veri e propri effetti collaterali.
Oggi ho preso di nuovo la compressa e, poco fa, quando mi sono alzato d’un tratto dal letto, ho avuto un fortissimo mancamento, senso di estraneità al mondo, suoni opachi, stavo quasi per svenire. Poi mi sono ripreso, ho misurato la pressione ed era tutto apposto...
Va detto comunque che assumo l’Entact, uno psicofarmaco che incide anche sul QTc cardiaco.

Voi come valutate la situazione? Pensate che lo Xatral mi abbia portato tutto questo o è stata solo una cattiva reazione psicologica?
Poi suppongo che a questo punto convenga iniziare direttamente con la terapia anziché continuare con lo Xatral, no?

[#5] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
In effetti potrebbe anche essere un effetto collaterale del farmaco che tende ad abbassare la pressione in alcuni casi dando Quindi di riflesso tachicardia e in alcuni soggetti anche una componente ansiogena a questo punto direi di interrompere del tutto ed iniziare la classica terapia di cui abbiamo parlato all'inzio
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#6] dopo  
Utente 427XXX

Dottor Militello, innanzitutto auguri per le feste natalizie, scusate se vi disturbo ancora (ma noto con piacere che il consulto ha ricevuto molte visite, sarà stato di aiuto a qualcuno!).

Domani dovrei cominciare la famosa cura che mi diede il mio urologo, in pratica:

- Diagnosi: Prostatite cronica batterica (Escherichia Coli, Streptococco).
- Terapia: 7 giorni di supposte Mictalase una a sera, poi, antibiotico Ciproxen 500 per 6 settimane, 1 a sera; e contemporaneamente compresse Bromiser per 6 settimane 1 ogni 12 ore (contiene alte concentrazioni di Serenoa Repens, Bromelina e Uva Ursina).

Ecco, vi volevo chiedere, questa terapia mi è stata data per la prostatite, ma vorrei sapere se può aiutare anche a livello sessuale, e se anche il Bromiser come integratore aiuta la sessualità.
Perché sia a causa delle prostatite, che tra continui bruciori, pesantezza, sensazione di dover urinare; sia a causa dell’Entact che è un SSRI che assumo che compromette le attività sessuali, beh a 20 anni ho già una libido abbastanza bassa, diciamo altalenante, e questa è una tragedia per un ragazzo giovane come me. Sia chiaro, ho ancora erezione e orgasmo, ma non più con l’intensità di una volta.
Vorrei sapere se questa terapia mi potrebbe aiutare anche sessualmente, o, se utile, dovrei tornare dall’urologo e magari modificarla per appartare miglioramenti anche su quel lato, cosa ne pensate?

[#7] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Salve abbiamo purtroppo due motivi per cui l'erezione può non essere perfetta interferenza dei farmaci antidepressivi e la problematica prostatica in atto sicuramente migliorando la componente urologica di riflesso anche la parte andrologica troverà giovamento la terapia è condivisibile e non mi sento di consigliare particolari modifiche
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#8] dopo  
Utente 427XXX

Dottore scusate se la disturbo ancora ma ho una cosa da chiederle...
L’altra volta le dissi che, sia a causa della prostatite cronica batterica, sia a causa del mio uso di psicofarmaci SSRI, la mia libido era abbastanza calata.
E che a breve dovrei cominciare ad assumere Mictalase supposte, Ciproxen 500, e Bromiser capsule.

Ecco, recentemente ho notato una cosa: nei periodi in cui ho un’attività minore a livello sessuale, la libido cala e non sento particolari stimoli.
Mentre quando l’attività riparte, come in questo periodo, che sia con un rapporto o anche solo con la masturbazione, in media 1 volta al giorno, la libido cresce e mi rimane lo stimolo di avere un orgasmo almeno 1 volta ogni giorno.

Quindi fatemi capire, in teoria bisognerebbe mantenere il ritmo di un orgasmo al giorno per mantenere stabile la libido e l’attività della prostata? Io pensavo fosse il contrario, cioè che l’astinenza aumentasse il desiderio e che dovevo evitare di avere spesso orgasmi per non infettare le vie urinarie con l’Escherichia coli e lo Streptococco...
Ma quindi, il fatto che devo cominciare quella terapia, implica che dovrei rallentare dal punto di vista sessuale oppure è meglio mantenere il ritmo giornaliero?
Questo ve lo chiedo sia riguardo la mia situazione, sia proprio da un punto di vista generale per la salute della prostata. Grazie!!

[#9] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Purtroppo sono varie e molto soggettive le sfaccettature Diciamo che è scientificamente l'attività sessuale l'attività sessuale aumenta i livelli di testosterone parliamo però di rapporti e non di masturbazione
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.