Utente 472XXX
Salve,ho un problema....ho sofferto di prostatite 5 anni fa,per 4 anni sono stato senza sintomi,poi dopo una serata dove ho bevuto super alcolici,si e’ purtroppo risvegliata la bestia o penso,i miei sintomi sono bruciore uretrale,periniale e anale e questo mi causa un calo della libido,quando i bruciori si calmano la libido torna,ma ultimamente sempre meno,mi sono recato dallo specialista e ho la prostata infiammata(spermiocultura,tamponi e urine negative)unica cosa positiva e’ l’hpv nello spermocultura,ma detto dall’urologa non da questi sintomi,mi ha dato il riflog supposte x 30 giorni,iceflox per 6 mesi e profluss x 2 anni,i miei dubbi sono:questa cura che gia’ la sto facendo da una settimana puo’ risolvere il bruciore anche se sono integratori?sono proccupato perche’ questo bruciore che ormai e’ da diversi mesi mi condiziona la vita,,volevo chiedere una domanda,dato che il ciproxin penetra nella prostata e anche in assenza di batteri funziona anche come un potente antinfiammatorio,sarebbe corretto farmelo prescrivere dal mio medico di base per sfiammare la prostata?vedo che tanti urologi lo prescrivono anche in assenza di analisi positive,penso sia l’unica carta da provare perche’sono proccupato che sta volta non me esco,spero di poter ricevere una risposta.grazie saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci, non faccia autodiagnosi e non si autoprescriva farmaci importanti e potenzialmente con effetti collaterali non trascurabili (tendiniti, eventuale resistenza successiva all'antibiotico considerato, ecc); come antinfiammatori esistono anche altri prodotti farmacologici meno problematici.

Detto questo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Grazie per la risposta,ho rifatto la ricerca nella spermiocultura dell’hpv,convinto che era un falso positivo il primo esame e invece mi ha confermato l’hpv!puo’ essere i miei disturbi(bruciori)correlati?si puo’ guarire o rimane nella prostata a vita?non so piu’ a chi rivolgermi!infettivologo?saluti!

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'HPV nel maschio ha la possibilità di essere contrastato dal nostro sistema immunitario; si consiglia oggi, informazioni molto attuali, anche eventualmente la vaccinazione.

Risenta in diretta ora il suo andrologo di rifrimento
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com