Utente 471XXX
Buonasera dottori scrivo in preda alla disperazione.
Mi chiamo Anna, e nel settembre di quest'anno vengo operata di isterectomia con conservazione ovaie e salpingectomia bilaterale in laparoscopia.
Dopo 3 giorni vengo operata di nuovo per ascesso cupola vaginale, contraddistinto da febbre alta.
Dimessa dopo pochi giorni torno in ospedale per perdite di urina, responso fistola vescica vaginale.
Decidono di mantenere il catetere a permanenza, ed anche questo è contraddistinto da algie pelviche, e sangue dalle urine.
Fatto urina cultura positiva per e.coli fanno terapia antibiotica e dopo circa 2 mesi,mercoledì scorso mi operano per via vaginale. La fistola è vicino alla cupola vaginale ed è di circa 5 mm.
Operazione durata circa 3 ore.
Adesso sono ancora per il catetere a permanenza per circa 3 settimane, sono in terapia antibiotica,ieri ho avuto perdite urine... facendo aria dall intestino.ho paura che qualcosa non vada bene.
Si può guarire da questa patologia, io sto impazzendo, ho l ansia di restare COSÌ per tutta la VITA.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
si tratta di condizioni diverse da paziente a paziente.
E' necessaria una accurata valutazione specialistica, multidisciplinare (urologica e ginecologica) per trovare l'approccio migliore a questa situazione. La soluzione si trova con la guida dello specialista di riferimento.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Dottore la ringrazio per la celerità nel rispondermi.
Secondo il suo parere ci sono centri specializzati nella provincia di Milano per questo problema?
Se questo intervento non è riuscito a cosa vado incontro?
La ringrazio anticipatamente.
Ho anche molto dolore lombare e in vescica, sono anemica ed ho perso peso..
Ho solo 41 anni e non voglio restare COSÌ.

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utentw,
Per evidente conflitto di interesse non è possibile consigliare strutture a cui rivolgersi.
Per quuanto riguarda la seconda domanda, dipende, come le dicevo, da caso a aso e non è possibile esprimersi da internet.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 471XXX

La ringrazio dottore, avrei voluto ricevere notizie più confortanti, ma come dice lei su Internet è un po' difficile,spero solo di uscirne da questo calvario.
Le auguro una buona giornata.

[#5] dopo  
Utente 471XXX

Buonasera dottore, ho bisogno di chiederle un parere... dopo circa 15 giorni dall'intervento,mi sono recata in ospedale per un controllo della fistola, hanno iniettato in vescica 100 ml di blu di metilene, mi hanno fatto fare due passi e due salti, rimossa la garza inserita per la valutazione non c'era perdita di colore blu....
Settimana prossima dovrebbero togliere il catetere, ma io continuo a perdere urina, i medici dicono che sicuramente la fuoriuscita è dal catetere perché è piccolo.
Può essere? Poi ho questi dolori alla vescica e lombare, sono sintomi post operatori?
Cerco conforto nella sua valutazione, ho addirittura paura di togliere il catetere...e di ritrovarmi con le perdite...

[#6] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
La mancata perdita di blu di metilene fa stare molto tranquilli. Le perdite di urine che ha potrebbero essere legate al catetere stesso come sospettato.
Ci aggiorni, se lo ritiene, una volta rimosso.
I dolori sono compatibili con il decorso postoperatorio.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#7] dopo  
Utente 471XXX

Grazie mille dottore,le sue parole mi sono di conforto, sicuramente la terrò aggiornata sul mio decorso, cordiali saluti
Anna

[#8] dopo  
Utente 471XXX

Buonasera dottore. Le riscrivo per informarla che ieri finalmente mi hanno tolto il catetere, ma da quel momento sono in preda da questo bisogno di fare pipì, in poche parole come la cistite con dolore.
Mi hanno prescritto monuril per due giorni, io ho iniziato ieri.
I sintomi sono gli stessi di ieri, ho un po' di paura....che si riapre la fistola, questo può accadere dopo 3 settimane dall'intervento.
Premetto che fino ad ora non ho perdite.
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
già il fatto di averle tolto il catetere lascia sperare bene. Segua la terapia prescrittale e vediamo come va...
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#10] dopo  
Utente 471XXX

Buonasera dottore, avrei bisogno di un suo parere. Quando hanno tolto il catetere, ho iniziato ad avere una forte cistite, adesso và un po' meglio, sono stata in cura con antibiotici, adesso mi hanno prescritto un antibatterico.
Però sono febbricitante, temperatura max 37.3che va e viene, e dolori alle ossa, mal di testa e nausea.
Ho paura che ci possa essere un infezione in corso, che danneggi l'intervento.
Sembra che urina non ne perdo, anche se ho sempre paura.
Mi conforti se può...
Cordiali saluti

[#11] dopo  
Utente 471XXX

Buonasera dottore, le scrivo x aggiornarla sulla mia situazione e chiederle un parere.
Sembrerebbe che la fistola si sia chiusa, le dico COSÌ perché ad oggi non mi hanno fatto nessun accertamento per verificarlo, cosa più strana è che non mi hanno neanche visitata.
Adesso combatto periodicamente con continue infezioni urinarie, tutti i referti sono positivi anche sui tamponi vaginali.
Ma la cosa che non riesco a capire, è che adesso perdo pipì dall uretra.
E il problema peggiora.
Mi hanno detto di fare delle sedute di elettro stimolazione del nervo tibiale, che ho iniziato, adesso vorrei chiederle dottore...
Questa incontinenza urinaria mi rimarrà a vita, oppure può essere un effetto transitorio?
Anche questi infezioni urinarie passeranno?
Cordiali saluti

[#12] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
le infezioni possono essere legate a condizioni predisponenti e, pertanto, va valutata, con l'urologo di riferimento la strategia preventiva da seguire.
L'elettrostimolazione mira a ristabilire un tono muscolare idoneo a mantenere la continenza e, come per tutti i percorsi di riabilitazione postchirurgia, ha bisogno di tempo prima di stabilirne l'esito.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#13] dopo  
Utente 471XXX

Buonasera dottor Izzo, purtroppo non ho buone notizie...
In questi giorni dovrò essere operata nuovamente, ho fatto un uro tac con contrasto, e la fistola non è chiusa completamente.
Questa volta per via laparotomica, volevo chiederle se il percorso che dovrò affrontare sarà il medesimo, cioè catetere per almeno 15 giorni, e poi se la mia incontinenza urinaria e le infezioni urinarie erano dovute da questa fistola non chiusa.
Che garanzie ci sono con questo nuovo intervento, ho molta paura come i miei familiari provati da tutto ciò.
Cordiali saluti

[#14] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
la paura è fisiologica e la supererà senz'altro. Purtroppo non è possibile stimare o pronunciarsi sull'esito perché non esiste una fistola uguale ad un altra, ed ogni intervento è una storia a se.
Le auguro un forte in bocca al lupo.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com